fbpx
NewsTech

Societe Generale diventa corporate member di Fintech District

Societe Generale è la prima banca internazionale ad unirsi alla community Fintech District

Societe Generaleuno dei principali gruppi di servizi finanziari a livello europeo, e Fintech District, la community di riferimento del fintech nata per alimentare un ecosistema a supporto della crescita e dell’evoluzione del sistema tecnologico e finanziario, siglano una partnership orientata a generare ancora maggior valore per la vivace industria del fintech italiano.

Più valore per il Fintech italiano

L’ingresso di Societe Generale in qualità di “Corporate Member” nella community di Fintech District offre all’intero ecosistema importanti opportunità. In particolare, per lo sviluppo di progetti fintech, in grado di accompagnare la trasformazione digitale del settore finanziario italiano.

Questa partership accentua l’efficacia e l’identità internazionale della community di Fintech District. Attiva da settembre 2017 questa si occupa di riunire startup, imprenditori, istituzioni finanziarie, investitori e università.  Attivando tra loro un network a favore del business e della contaminazione culturale. Societe Generale è la prima banca internazionale a entrare in questo dinamico network, che nel giro di 20 mesi è passato da 32 a 110 realtà.

Societe Generale contribuisce così sempre più attivamente all’innovazione del Paese, e apporta grazie alla sua conoscenza del mondo dei mercati finanziari e di banca depositaria l’expertise concreta del suo innovativo incubatore di start up fintech basato a Parigi, il Global Market Incubator, e il suo know-how nella gestione e protezione dei dati.

Per rendere ancora più efficace il suo contributo, inoltre, la struttura italiana di Societe Generale metterà a disposizione degli altri membri della community il proprio team dedicato all’Innovation, che ha il compito di facilitare la trasformazione aziendale attraverso l’apporto di competenze digitali in coordinamento con le strutture internazionali del Gruppo.

La scelta di diventare partner di Fintech District conferma l’attenzione di Societe Generale verso il fintech italiano.  E inserisce nel più ampio processo di innovazione e trasformazione digitale che il Gruppo sta portando avanti a livello globale. Con l’obiettivo di offrire ai propri clienti servizi sempre più all’avanguardia ed efficaci.

Le dichiarazioni sull’accordo

L’accordo, quindi, è estremamente importante per entrambe le parti. Di seguito le dichiarazioni dei Capi delle due realtà.

Alessandro Gumier, Head of Global Banking and Investor Solutions di Societe Generale in Italia afferma: “Con questa partnership desideriamo contribuire attivamente allo sviluppo dell’ecosistema fintech italiano, mettendo a disposizione delle startup la nostra expertise per aiutarle a sviluppare le loro idee, trasformandole in servizi innovativi. Il fintech sta contribuendo a modellare l’industria finanziaria del futuro. Seguirne da vicino gli sviluppi e supportare i progetti migliori sono passi essenziali per poter sviluppare soluzioni sempre innovative al servizio dei nostri clienti. La partnership con Fintech District ci permetterà di unire le nostre forze con quelle di fintech qualificate per il rapido sviluppo di soluzioni innovative, in un’ottica di co-costruzione, a beneficio dei nostri clienti”.

Alessandro Longoni, Head of Fintech District afferma: “È un vero onore per noi accogliere Societe Generale, la prima banca internazionale a diventare membro della community aperta del Fintech District. Al contempo siamo orgogliosi di vedere come la partnership con noi rappresenti per questo importante gruppo finanziario un importante passo nell’implementare a livello locale la sua strategia di innovazione. L’ingresso di Societe Generale non solo offre un evidente valore a tutta la community, ma consolida il posizionamento di Fintech District a livello nazionale e internazionale. Posizionamente che lo vede attore di riferimento per costruire progetti concreti di Open Innovation con il mondo del finance”.

Societe Generale

Societe Generale è uno dei principali gruppi di servizi finanziari in Europa. Basato su un modello bancario universale diversificato, il Gruppo combina la solidità finanziaria con una strategia di crescita sostenibile. Inoltre, mira ad essere il punto di riferimento nelle relazioni bancarie, riconosciuto dal mercato.

Il gruppo, inoltre, svolge un ruolo fondamentale nell’economia da oltre 150 anni. Con più di 148.000 dipendenti in 76 Paesi, il Gruppo ogni giorno serve 30 milioni di clienti nel mondo. I team di Societe Generale offrono consulenza e servizi a clienti privati, aziende e clienti istituzionali su tre principali aree di business:

  • Retail banking in Francia nelle filiali di Societe Generale, Crédit du Nord e Boursorama offrendo una gamma completa di servizi finanziari multicanale avanzati nell’innovazione digitale;
  • Retail Banking, servizi finanziari e assicurativi a livello internazionale con una presenza nelle economie emergenti e nei principali business;
  • Corporate & Investment Banking, private banking, asset management e securities services, con expertise riconosciuta dal mercato, un ranking internazionale TOP level e con soluzioni integrate.

Il titolo Societe Generale è inserito nei principali indici socially responsible. Fra cui: DJSI (World e Europe), FSTE4Good (World e Europe), Euronext Vigeo (Global, Europe and Eurozone), ESI Excellence (Europe) di Ethibel. E 4 degli indici STOXX ESG Leaders e MSCI Low Carbon Leaders.

Fintech District

Il Fintech District è la community di riferimento per l’ecosistema del fintech in Italia, e non solo: definisce e genera le migliori condizioni affinché startup, istituzioni finanziarie, corporate, professionisti, Istituzioni, investitori nazionali ed internazionali possano operare sinergicamente e trovare opportunità di crescita sul territorio e a livello internazionale. Una community di attori con elevata innovazione tecnologica e la medesima esigenza di trovare un ecosistema in grado di poter sviluppare ed affermare nuovi paradigmi. Fintech District conta oggi oltre 100 startup e numerose collaborazioni con Istituzioni pubbliche, investitori, professionisti, istituzioni finanziarie, innovation hub internazionali, università e corporate.

Tags

Francesco Proto

Scrivo, leggo e ascolto cose. Volevo fare il pilota.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker