fbpx
MotoriNews

Suzuki raggiunge tre record storici nel 2021 in Italia

Si chiude un anno da ricordare per Suzuki

Il 2021 è stato l’anno migliore di sempre per Suzuki in Italia. La casa nipponica ha raggiunto, infatti, tre record storici con dati davvero positivi per quanto riguarda le immatricolazioni. Per Suzuki, quindi, il 2021 rappresenta una solidissima base da cui partire per un 2022 da record. Vediamo i dettagli completi relativi ai risultati ottenuti dall’azienda negli ultimi 12 mesi.

Suzuki registra tre record nel 2021 in Italia

Nel corso del 2021, come confermano i dati UNRAE, Suzuki ha raggiunto un totale di 39.317 unità immatricolate che salgono ad oltre 41 mila unità considerando anche il Jimny N1. Il dato dei 39 mila esemplari immatricolati rappresenta un incremento del +17.51% rispetto ai risultati del 2020. La crescita di Suzuki è, quindi, nettamente superiore a quella dell’intero mercato italiano, fermo al +5.5%. Suzuki è, inoltre, l’unico marchio, tra i primi 25 presenti sul mercato, a cresce anche rispetto al 2019 con un +2.8% che sale al +7.3% considerando anche il Jimny N1.

Gli altri dati da record

Suzuki, inoltre, raggiunge una quota di mercato da record in Italia arrivando fino a 2.7% andando a ritagliarsi un ruolo di primo piano nel nostro Paese. L’Italia è il primo mercato europeo per Suzuki ed il quinto mondiale. La crescita della quota di mercato negli ultimi anni è costante. Nel 2016, anno in cui è stata commercializzata la prima ibrida di Suzuki in Italia, la quota di mercato del brand era dell’1.24%.

Suzuki MotoGP - Berretto da baseball Ecstar (Marble)
  • BASE CAP
  • Cappellino Suzuki MotoGP Ecstar Team
  • Berretto Marble

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button