Viaggi

Vacanze: cosa non può mancare in valigia

TechPrincess_valigia_viaggio_cosa_portareÈ quasi tempo di vacanze e, come al solito, la valigia è un piccolo dramma. Le variabili da valutare sono tante: il posto, il clima, le variazioni del meteo, il livello tecnologico del posto, le attività che volete svolgere, il tipo di viaggio… Insomma, un vero incubo. Ci sono cose però che non dovreste dimenticarvi indipendentemente dalla destinazione che avete scelto. Aprite la vostra app to-do preferita e preparatevi a scrivere una nuova checklist.

Adattatore universale

Finché rimanete in Italia potete stare tranquilli, ma se il vostro viaggio vi porta fuori dai confini del Bel Paese allora una delle prime cose che dovrete ricordarvi di portare con voi è l'adattatore per le prese di corrente. Scoprire quale fa al caso vostro non è particolarmente difficile ma nel dubbio vi consiglio di dare una rapida occhiata alla mappa che trovate qui sotto

tipi di corrente nel mondo quali adattatori corrente usare.Attenti però, l'errore è sempre dietro l'angolo anche perché occasionalmente ci sono Stati che usano due standard diverse quindi, nel dubbio, la soluzione migliore è il caro vecchio adattatore universale, ossia un solo piccolo gadget che vi permetterà di essere pronti per ogni evenienza e che richiederà un piccolo investimento. Praticamente con meno di 10 Euro portate a casa qualcosa che potrà servirvi per il resto della vostra vita.

Se la domanda che state per favore è "Ma dove lo trovo?", non vi preoccupate. Agli amanti degli acquisti online basterà un giro su Amazon, coloro che invece preferiscono il negozio sotto casa non dovranno fare altro che una capatina al ferramenta di fiducia.

SIM

Naturalmente nessuno vi obbliga ad acquistare una nuova SIM per il vostro smartphone se pensate che la vostra permanenza all'estero sia solo temporanea e se, soprattutto, siete ben lieti di sparire dai radar per godervi il vostro soggiorno. Per tutti gli altri però potrebbe rivelarsi utile, anche se niente di vieta di continuare ad utilizzare il vostro numero di telefono sperando di non terminare il credito quando più vi serve.

Le soluzioni per coloro che invece preferiscono puntare a qualcosa di meno rischioso e soprattutto dispendioso sono tre:

  • CrowdRoaming
  • la SIM locale
  • la SIM internazionale

 

Anche in questo caso dovrete soppesare con calma la situazione e stabilire le vostre necessità.

CrowdRoaming è un'applicazione di cui vi ho parlato tempo fa (avete letto l'articolo?) e che vi permette di condividere il vostro piano dati con il prossimo, e viceversa. Ideale per coloro a cui serve solo una connessione ad Internet e comodo se siete nelle grandi metropoli come alternativa al wi-fi pubblico, posto naturalmente che venga usato da chi abita in loco. Una soluzione limitata ma infinitamente più comoda se non avete bisogno di fare telefonate visto che quanto meno vi tenete lo stesso numero.

cosa sono le sim internazionaliIl discorso cambia notevolmente se invece avete proprio bisogno di telefonare e rimanere in contatto con le persone rimaste in Italia, che siano famigliari, amici o colleghi di lavoro, e se, naturalmente, pensate di fare anche chiamate ai numeri locali. In questo caso la scelta è tra un SIM di un operatore del posto e quella internazionale. La differenza la capite da voi: una vi permette di cavarvela durante il vostro viaggio e molto probabilmente verrà cestinata al rientro, l'altra invece potete riutilizzarla in altri posti.

Inutile dirvelo: se viaggiate molto l'ultima è la soluzione da considerare e, credetemi, avrete l'imbarazzo della scelta. La lista è lunghissima, ma alla fine si somigliano tutte: parliamo di un numero di telefono utilizzabile tendenzialmente ovunque a tariffe vantaggiose. Molte di queste SIM Card funzionano ovunque, altre vi permettono di muovervi agevolmente in determinati gruppi di Paesi; ad esempio trovare schede compatibili con UK, USA e Australia non è per niente insolito.

Valutate bene cosa vi serve e scegliete la soluzione più adatta. Vi ricordo solamente che se il vostro viaggio è in Europa spesso e volentieri i nostri operatori hanno partner all'estero a cui appoggiarsi o tariffe attivabili prima di partire e valide nel vecchio continente. Se poi avete intenzione di partire dopo il 1 luglio 2014 sappiate che da quella data sarà in vigore il Regolamento per il Mercato Unico delle Telecomunicazioni, ossia la legge del Parlamento Europeo che pone fine ai costi di roaming per le chiamate entranti.

Caricabatterie portatile

Telefono, tablet, iPod, eBook Reader… Ormai viaggiamo sempre con una marea di tecnologia che, spesso e volentieri, fatica a resistere al nostro uso intensivo. Le batterie presenti nei nostri device, ma soprattutto nei nostri smartphone, risultano spesso incapaci di arrivare a fine giornata e in viaggio il problema si fa sentire con più insistenza. A casa e in ufficio una presa la troviamo sempre a disposizione, ma in spiaggia vi sfido a reperirne una.

Niente paura però perché le aziende lo sanno e negli ultimi anni siano stati invasi da una serie di caricabatterie portatili che hanno fatto la gioia di tutti coloro a cui il telefono si scarica già nel primo pomeriggio e che riescono a soddisfare con successo il nostro bisogno di energia.

Quale scegliere dipende da voi, ma soprattutto da cosa dovete ricaricare. La differenza infatti sta nella capienza di questi gadget: si va solitamente da un minimo 8-900 mhA ad un massimo di 20.000 mAh. Ovviamente con l'aumentare dei mAh aumentano anche i cicli di ricarica che potete far fare al vostro telefono, quindi cercate di capire quanto tempo passerete immersi nella natura o lontano da una qualsiasi presa.

caricabatterie portatile boosterNaturalmente anche in questo caso Amazon verrà in vostro aiuto. Una semplice ricerca vi porterà centinaia di risultati: capienze diverse, marche diverse, colori diversi, numero di adattatori diversi… Non fatevi prendere dal panico, non aspettatevi prezzi eccessivamente bassi e puntate sulla qualità. Nel dubbio vi consiglio quelli di Proporta che in media costano qualcosa in più ma che offrono grande qualità, spesso il World Pack per tutti i connettori mai creati dall'uomo e un ottimo servizio clienti.

Ricordatevi naturalmente di considerare il tipo di viaggio che avete intenzione di fare. Se parliamo di una vacanza on the road non esagerate con la capienza del caricabatterie e piuttosto prendete anche un caricatore da auto, se state per partire per il deserto del Sahara meglio qualcosa che funziona con l'energia solare.

Applicazioni

Queste non le dovrete mettere direttamente in valigia, ma partire senza sarebbe un errore. Ormai gli Store dei nostri smartphone sono una fonte continua e piuttosto ricca di guide turistiche e di piccoli tool che ci possono aiutare mentre siamo all'estero, quindi perché non sfruttarli?

BagList per fare la valigia (compresa quella al ritorno), TripAdvisor e Yelp per trovare ristoranti e locali che vale la pena provare, Airbnb e HotelTonight per non rimanere mai senza un posto dove dormire se avete optato per una vacanza più avventurosa e magari TouchNote per le vostre cartoline elettroniche. A tutto questo potete aggiungere vocabolari, corsi base di lingue e i frasari di Lonely Planet per cavarvela anche con le lingue straniere e magari un paio di app sui mezzi di trasporto locali per essere certi di potervi muovere in comodità e sicurezza, soprattutto nelle grandi città.

Insomma, la lista può diventare alquanto lunga, soprattutto se a tutto queste aggiungete le guide turistiche. In questo caso però fate attenzione: ce ne sono tante, non tutte ugualmente complete e spesso prive dell'essenziale possibilità di scaricare ciò che vi interessa per accedervi anche offline. Nell'indecisione piuttosto puntate a quelle realizzate dall'ente del turismo del vostro luogo di vacanza o a qualcosa di più innovativo, come ad esempio GeoTravel (disponibile su iOS), TripWolf (Android e iOS) o il più generico Wikitude (iOS, Android, Windows Phone e BlackBerry). Il loro plus rispetto alla concorrenza? Usano la realtà aumentata per mostrarvi tutte le info sovrapponendole a ciò che vedete attraverso la fotocamera.

Se proprio dovete scaricare i vostri smartphone, tanto vale utilizzarli nel modo migliore.

eBook Reader

TechPrincess_ebook_reader_in_viaggioLo so, vi ho appena consigliato applicazioni di ogni sorta che possano accompagnarvi in giro per le città per illuminarvi su quel che vi circonda, ma, diciamocelo, ora come ora tutto ciò che troviamo sui vari App Store risulta un po' meno esaustivo delle classiche e tradizionali guide cartacee.

Un buon compromesso sono gli ebook. Armatevi di eBook Reader e fate un giro sui principali siti dediti alla pubblicazione e alla vendita di libri (o semplicemente sul caro Amazon) e date un'occhiata a ciò che offrono perché qui la varietà è davvero parecchia e include guide turistiche che hanno praticamente fatto la storia del genere come quelle di Lonely Planet.

È vero, spesso e volentieri, i diversi market dei nostri smartphone includono altrettanti ebook e sempre molto curati, ma la differenza questa volta la fa il supporto. Un eBook Reader si legge facilmente anche sotto il sole, è un po' meno delicato rispetto agli altri device e soprattutto ha una batteria che dura giorni, perfino settimane. Un fatica in meno per il vostro telefono e molte informazioni in più per il vostro bagaglio culturale.

SD e USB

Bagagli pronti, guide scaricate, caricabatterie portatile nelle zaino e, nella maggior parte dei casi, una macchina fotografica a portata di mano. Non fate però il tremendo errore di non considerare quanto tempo alla fine passeremo con la compatta, o la reflex, in mano perché poi la scena è sempre apocalittica e termina con un "Se avessi portato una SD in più!".

Non fate gli gnorri perché facciamo tutti così: partiamo con una sola scheda di memoria, magari non troppo capiente, e dopo due giorni dobbiamo passare ore del nostro tempo a cancellare foto e video perché non c'è più spazio. Un vero peccato, soprattutto perché la soluzione è quanto mai banale: munirsi di almeno un'altra scheda SD da inserire nella custodia della fotocamera così da scambiarla nel momento del bisogno.

microusb flashdrive chiavetta usb per cellulariUn discorso analogo lo possiamo fare che le classiche pen drive. Meglio avere una chiavetta USB capiente per ogni evenienza: potete trasferirci file, potete archiviarci i famosi eBook, potete metterci i video e le foto fatti tramite smartphone o tablet per liberare lo spazio, magari sfruttando l'unità flash USB/micro USB di Sony che vanta il doppio connettore: da un lato normale USB, dall'altro invece risulta compatibile con smartphone e tablet che sfruttano questo standard per la ricarica.

Insomma, non siate tirchi quando si tratta di spazio virtuale. Meglio avanzare interi Gb di spazio piuttosto che cancellare i ricordi delle vostre vacanze.

Assicurazione di viaggio

No, non è per portarvi sfortuna ma la vita è imprevedibile e non potete avere la certezza che l'assicurazione di viaggio non vi servirà perché "sono sempre andato e non mi è mai successo niente". Non sfidate la sorte e fate un piccolo investimento, per voi e per la vostra famiglia, perché se qualcosa va storto e vi trovate in un Paese sconosciuto è importante che sappiate di poter contare su qualcuno che si prenderà cura di voi per fare in modo che vi riprendiate il prima possibile e siate liberi di continuare la vostra vacanza.

Lo so, sceglierla non è facile: ce ne sono tante, non è sempre semplice comprenderle e in quel marasma di fogli ed informazioni a volte è facile perdersi e non capire. Non temete: il come e perché dovreste scegliere un'assicurazione prima di partire ve lo spiega Fjona in questo articolo.

Considerate la vostra valigia incompleta fino a quando non avrete stipulato la polizza che più si adatta alla vacanza che state per godervi.

Tags

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker