fbpx
Cultura

Crescono le vendite di libri in Italia (soprattutto online)

Gli ultimi dati dimostrano un aumento delle vendite nel 2021

Le vendite dei libri in Italia sono in crescita. Gli ultimi dati diffusi dall’associazione di categoria parlano di un aumento generale per il settore nell’ultimo periodo. Un valore che sembra essere in particolare ascesa proprio in queste settimane, che è un ottimo segnale per la categoria. A influire positivamente è stato principalmente l’intervento statale, accompagnato da un’ascesa delle vendite online.

Vendite libri in Italia, l’Aie conferma la crescita

Entrando più nello specifico dei dati, si può vedere come nelle prime otto settimane del 2021 ci sia stata una crescita delle vendite dei libri in Italia del 25%. Il mese di marzo poi ha portato un’ascesa ancora maggiore. Le cifre diffuse dall’Associazione italiana editori mostrano infatti un aumento pari al 26,6% che fa sicuramente ben sperare.

Dopotutto, come sottolinea il presidente di Aie Ricardo Franco Levi, si tratta di un dato in linea con la crescita del numero di lettori nel nostro Paese. “Nel 2020 i lettori nella fascia d’età 15-74 anni sono il 61 per cento degli italiani, contro il 58 per cento dell’anno precedente“, per poi proseguire sottolineando come sia stato rilevante l’intervento pubblico per dare il giusto stimolo all’editoria.

In particolare, ha parlato delle differenti politiche di sostegno promosse dalla filiera del libro e che il Governo ha attuato nel corso dell’ultimo anno. “Ci riferiamo in particolare al sostegno della domanda tramite la 18App, la Carta Famiglia, il finanziamento degli acquisti delle biblioteche nelle librerie di prossimità“, ha specificato, lanciando un appello per il loro rinnovo nel prossimo futuro.

In effetti, andando a valutare i dati relativi all’iniziativa 18App, si nota come questa abbia favorito le vendite di libri in Italia. Ben l’80% dei soggetti coinvolti ha infatti utilizzato questo bonus per acquistare volumi, per un totale di 75 milioni di euro spesi. Ed è interessante notare come nella quasi totalità dei casi (ben il 91%) si sia trattato di acquisti sul web.

Boom delle librerie online, verso il sorpasso

vendite libri italia amazon

Come per tantissimi altri settori, complici anche le restrizioni legate a ragioni sanitarie, le librerie online in Italia hanno visto un boom nel 2020 e nei primi mesi del 2021. Non è semplicemente però questione di difficoltà a uscire di casa, ma si tratta al contrario di un’accelerazione di un processo già in corso. Guardando ai dati però sembra che questa strada sia davvero veloce e che presto si potrebbe assistere a un sorpasso totale del digitale sul fisico.

Alla fine del 2019 infatti la quota dei canali tradizionali era del 73%, con l’online limitato al 27%. Ora quest’ultimo è cresciuto fino a toccare il 45% del totale. In pratica poco meno di un libro venduto su due in Italia passa dal web. I negozi fisici sono ancora dominanti nel complesso, ma guardando ai singoli ora la quota principale è nelle mani del digitale. Librerie di catena, indipendenti e GDO si attestano infatti ora al 34%, al 16% e al 5% rispettivamente.

Questa trasformazione però sta aiutando moltissimo i piccoli e medi editori, che hanno più possibilità di raggiungere il proprio pubblico tramite il web. Stando ai dati infatti si può notare una crescita fortissima negli ultimi dieci anni, che li ha portati dal 39,5% del mercato a toccare quota 54,1% negli ultimi aggiornamenti.

E voi, avete letto di più quest’ultimo anno? E soprattutto, dove avete comprato più spesso, nelle librerie fisiche o online?

Offerta
Tenebre e ossa. GrishaVerse
  • Bardugo, Leigh (Author)
Via
https://www.repubblica.it/cultura/2021/04/19/news/libri_vendite_aumento_26_6_aie-297075656/

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button