fbpx
AutoElettricoMotoriNews

Nel 2021 Tesla ha consegnato quasi un milione di veicoli

Il doppio rispetto all'anno precedente

Tesla ha annunciato nella giornata di ieri (2 gennaio) di aver consegnato quasi un milione di veicoli nel 2021, che in pratica vuol dire quasi il doppio delle vendite rispetto al 2020. Questo risultato si è rivelato anche migliore del previsto, nonostante le difficoltà globali di approvvigionamento. Tesla ha consegnato più di 936.000 auto di tutti i suoi modelli a listino nel 2021, con un aumento dell’87,4% rispetto all’anno precedente. Il produttore statunitense sta quindi facendo molto meglio dell’obiettivo annunciato lo scorso gennaio, di aumentare le consegne in media del 50% all’anno per diversi anni.

Il gruppo, che ha scelto di trasferire la propria sede da Palo Alto in California ad Austin in Texas, ha venduto 911.208 unità dei suoi modelli 3 e Y e 24.964 veicoli delle “lussuose” S e X che hanno un costo rispettivamente a partire da 50mila e 112mila euro).

vendite tesla 2021

Nel solo quarto trimestre sono state consegnate 308.600 vetture, con un aumento dello 0,9% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso. All’inizio dell’anno, nel secondo trimestre, Tesla aveva varcato, per la prima volta, la soglia delle 200.000 vetture consegnate raggiungendo la cifra di 201.250 veicoli. Se questi numeri verranno confermati, ma non c’è un motivo valido perché non lo siano, Tesla sfonderà il traguardo di 1 milioni di veicoli consegnati nei primi mesi del 2022.

Il risultato straordinario ottenuto da Tesla è in qualche modo certificato dalla società di ricerca IHS Market che stima che il settore automobilistico potrebbe produrre solo il 3% in più di automobili in tutto il mondo rispetto all’anno della crisi nera del 2020, e addirittura il 19% in meno rispetto al 2019. Numero che, stando a quanto annunciato ieri, non sembrano toccare la casa di Elon Musk.

Tesla, le vendite record del 2021 non hanno risentito della carenza di chip

Tesla è riuscita a eludere i problemi logistici globali che hanno afflitto l’intera industria automobilistica. Elon Musk in precedenza aveva affermato di essere stato in grado di aggirare gran parte della carenza di semiconduttori utilizzando nuovi progetti di chip e riscrivendo il software di conseguenza. Ad ottobre, Tesla ha ricevuto un mega ordine di 100.000 veicoli elettrici dalla società di noleggio Hertz, che verranno consegnati entro la fine del 2022. Questo annuncio ha portato la casa automobilistica nel club, molto esclusivo, di società che valgono più di 1.000 miliardi di dollari sul mercato azionario.

La stima astronomica di Tesla ha permesso non solo ai “credenti” della prima ora, ma anche allo stesso Elon Musk di incassare parte dei loro profitti. L’aumento del valore delle azioni di Tesla ha reso Musk la persona più ricca del mondo con una fortuna stimata di 270 miliardi di dollari.

Normalmente, insieme ai risultati annuali per il 2021, segue un aggiornamento dei lanci dei prodotti Tesla, in particolare il Cybertruck annunciato più di due anni fa, ma regolarmente rinviato. La produzione dei modelli più “classici”, in primis l’entry level Model 3, dovrebbe ricevere un ulteriore impulso nel 2022 dall’avvio dei nuovi stabilimenti in Germania – vicino a Berlino – e in Texas.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button