fbpx
News

Videogiochi indie da non perdere: i migliori giochi indipendenti di Novembre

Ci stiamo appropinquando alla fine dell’anno e dopo la festa più spaventosa dell’anno, Halloween, cominciano i preparativi per il Natale. Permane però un’atmosfera ancora un po’ fredda, che non manchiamo di ravvivare con le novità del panorama videoludico indipendente, come ogni mese. Dopo le nostre scoperte del mese di ottobre, ora ci addentriamo in nuovi arrivi, come sempre tutti da scoprire grazie alla nostra selezione mensile dei videogiochi indie di novembre!

5 Videogiochi Indie di Novembre

Scopriamo insieme quali sono i migliori giochi indipendenti scelti per questo mese.

  1. Okidokiko – A little golf journey
  2. Moonlit e Kuba Wójcik – Model Builder
  3. Fossil Games – Sunshine Manor
  4. Trinity Team – The Darkest Tales
  5. Erik Rempen – Kainga: Seeds of Civilization

1. Okidokiko – A little golf journey

Cominciamo la nostra selezione di videogiochi indie di novembre con un gioco rilassante e davvero godibile. Nato dal team Okidokiko abbiamo provato A little golf journey, un’esperienza dedicata a uno sport “nobile” e che si concentra sull’ambientazione e sul campo di gioco.

A Little Golf Journey è uscito su Steam per PC, GOG e Nintendo Switch lo scorso 14 ottobre ed è stata una prova che ci ha consentito di immergerci nella bellezza naturale del percorso che dobbiamo compiere. Possiamo infatti decidere di focalizzarci sui tiri in buca o dedicarci quasi a una sorta di esplorazione dei vari biomi, per quanto si tratti chiaramente di una possibilità ridotta. I mondi disponibili sono diversi e tutti colorati, visitabili in un gameplay dai tratti simili a un platform bidimensionale. Non solo sport però, anche una breve ma intensa narrazione di fondo: la storia di due personaggi senza identità che ci viene proposta in modo elegante e raffinato tramite dei bigliettini che incontriamo lungo il percorso.

A Little Golf Journey
A Little Golf Journey
Developer: Okidokico
Price: 16,79 €

A Little Golf Journey ci offre un’esperienza golfistica nata dall’interpretazione del team di questo sport, regalando allo stesso tempo una narrazione rilassante e intrigante, non scevra di enigmi. Dal punto di vista meramente tecnico, la giocabilità è molto buona (abbiamo provato il titolo in versione PC) e possiamo dire che l’esperienza di viaggio è un focus importante. Nelle meccaniche basilari, A Little Golf Journey è davvero molto semplice, ma forse frustrante per chi fosse alla ricerca di qualcosa di più stuzzicante. Ad esempio non possiamo scegliere mazze, il rotolamento della palla è un po’ ridotto e dobbiamo solo regolare la potenza del tiro. Per il resto però, anche graficamente parlando, il risultato è davvero piacevole e unico nel suo genere. Una scoperta che abbiamo apprezzato parecchio.

2. Moonlit e Kuba Wójcik – Model Builder

Green Man Gaming Publishing e il team Moonlit sono alle prese con la lavorazione al loro simulatore di hobby virtuale per PC, Model Builder. Un titolo al momento disponibile in anteprima, avendo partecipato anche allo Steam Next Fest, è previsto alla fine del 2021. Model Builder si presenta come la prossima generazione di giochi di hobbistica virtuale, per la gioia degli appassionati di modellini in scala, ma accessibile anche ai principianti.

Come possiamo immaginare da questo genere di gioco, la storia di base è davvero ridotta. La modalità storia racconta di un viaggio sulle orme del nonno del protagonista, Leon, e delle sue imprese, svelando i segreti del passato. Ci vengono commissionate le costruzioni di vari modelli e possiamo partecipare a competizioni nel tuo viaggio per diventare un costruttore di modelli di classe mondiale.

Accanto a questa modalità però, in Model Builder possiamo dare voce alla nostra creatività. Come? Ritagliando, assemblando e dipingendo diversi modelli tra cui aerei, carri armati, figure, mech e altro ancora. Dopo averle create, possiamo venderle per espandere il nostro toolkit o esporle in diorami per creare scene stupefacenti da mostrare. Abbiamo anche la possibilità di dipingere di nuovo i nostri modelli preferiti in uno stile diverso o unico.

Model Builder
Model Builder
Developer: Moonlit S.A., Kuba Wójcik
Price: 0

Gli strumenti sono facili da utilizzare, grazie anche alla grande varietà disponibile e utili per assemblare i vari modelli. La possibilità di sbloccare nuovi strumenti per ulteriori lavori di precisione e finiture ci dà la soddisfazione di sentirci professionisti del mestiere in poco tempo. Inoltre possiamo anche personalizzare i diversi lavori. La scelta ricade tra l’attenersi alle istruzioni o alla creatività pura, per uscire dagli schemi e dipingere i modelli con diversi colori di vernice, una scelta di strumenti per l’aerografo, così come pennelli per dettagli fini e decalcomanie.

Un altro aspetto interessante di questo titolo è la possibilità di mostrare i nostri lavori in un diorama o condividerli per farli vedere a tutti gli utenti. Complessivamente, un titolo che ci sentiamo di consigliare agli appassionati di simulatori e di lavori creativi, per quanto le opzioni siano abbastanza ridotte, ma non in modo eccessivo.

3. Fossil Games – Sunshine Manor

A sole due settimana dall’uscita, le porte della vecchia e spettrale casa Aitken si sono aperte per farci accedere a Sunshine Manor, un RPG 8-bit horror pieno di sangue e demoni. Disponibile da fine ottobre su Steam, si tratta di un nuovo lavoro del team Fossil Games che ci fa vestire i panni di Ada. Osando passare la notte nella infestata Sunshine Manor incontra fantasmi, demoni, orrore intriso di sangue e molto altro in questo prequel di Camp Sunshine del 2016. Scopriamo insieme com’è andata la nostra prova.

La storia in questione, lugubra e macabra in perfetto stile Halloween come il suo periodo di uscita, racconta dell’ascesa e declino di Aitken, uno showman di uno spettacolo televisivo, The Sunshine Hour. Visti i bassi ascolti e la possibilità di cancellarlo, Aitken è ormai disperato ma incontra una veggente, Chu’mana, già vista in Camp Sunshine, nonché antagonista della storia, che gli promette successo e fortuna. Così accade, ma dopo aver costruito una sfarzosa residenza, detta Sunshine Manor, qui la notte di Halloween del 1976, ha luogo una tragedia. Quattro anni dopo, tre ragazzine, tra cui Ada, si trovano lì e le sue due amiche scompaiono quasi immediatamente a causa di una forza misteriosa, mentre Ada deve esplorare la magione piena di spiriti. Dunque il compito è duplice: liberare questi ultimi e ritrovare le amiche.

Sunshine Manor
Sunshine Manor
Developer: Fossil Games
Price: 8,19 €

Sunshine Manor prende in prestito da Camp Sunshine parecchi stilemi del gameplay, dove prevale l’esplorazione e la ricerca di oggetti utili al progresso di gioco. Una mappa labirintica ci attende in questo titolo, dove fughe da pericoli e ostacoli e tanti puzzle compongono il vero core del gioco. Il gioco offre anche una grafica semplice e bella in stile pixel art, per raccontare questa storia spaventosa in modo ancora più spaventoso e coinvolgente. La grafica realizzata in questo modo però non deve far pensare a un lavoro semplicistico e grossolano, anzi. Da un punto di vista della narrazione, andiamo incontro a diversi jump scares, rendendolo un titolo perfetto per gli amanti del genere e adatto al clima di questo periodo.

4. Trinity Team – The Darkest Tales

Proseguiamo la nostra selezione di videogiochi indie di novembre con un’anteprima tutta italiana. Parliamo dell’assaggio finora disponibile della rivisitazione dark delle fiabe classiche di Trinity Team in The Darkest Tales, platform a scorrimento che abbiamo decisamente apprezzato nella sua demo gratuita disponibile su Steam. Dobbiamo ancora attendere un pochino prima di mettere le mani sulla versione definitiva. Ma vediamo cosa ci ha atteso nei due livelli finora accessibili del lavoro degli stessi sviluppatori di Slaps’n’Beans.

Nei panni di un orsetto non troppo mansueto, abbiamo affrontato due diversi livelli, ciascuno dedicato a una fiaba diversa. Una rilettura prima di Cappuccetto Rosso, di Jack e il Fagiolo Magico poi, sono i contenuti finora lasciati al pubblico su Steam, per regalarci atmosfere oscure in ambientazioni realizzate attraverso disegni a mano e sfumature a pastello. Il viaggio di Teddy e Lucetta, i due protagonisti, comincia in una piccola camera, di notte, dove i due decidono di partire per proteggere la loro padroncina Alicia. Quest’ultima è finita in un luogo oscuro e prigioniera dei suoi incubi. Dunque nel primo livello abbiamo a che fare con una versione decisamente rivisitata, e ribaltata, della storia di Cappuccetto Rosso, che ora è cattivissima e ci sguinzaglia contro parecchi lupi mannari. Invece nel secondo livello, Jack e il Fagiolo Magico, la pianta che raggiunge il cielo è qui piena di insetti pericolosi.

The Darkest Tales
The Darkest Tales
Developer: Trinity Team
Price: 0

Nel corso di questi due livelli, poco longevi, possiamo aumentare man mano le abilità del nostro eroe e provarle una dopo l’altra. In questa prima prova inoltre non abbiamo notato collezionabili da raccogliere e altri aspetti che incentivino la rigiocabilità dei livelli, forse un tratto ancora da rivedere. Graficamente parlando, abbiamo parecchio apprezzato i disegni a mano con cui è stato realizzato l’intero gioco, dal gusto fiabesco. Un titolo che probabilmente deve fare ancora un po’ di strada ma che già a questo punto presenta un gameplay con nuove meccaniche e sfide, dal progresso veloce e dal ritmo sostenuto. Non vediamo l’ora di scoprire il risultato finale offerto da Trinity Team, augurandoci che il lavoro definitivo sia tanto buono come le sue premesse.

5. Erik Rempen – Kainga: Seeds of Civilization

Concludiamo la nostra selezione dei videogiochi indie di novembre con il nuovo titolo di Green Man Gaming Publishing e del solo game designer Erik Rempen, il roguelite village-builder Kainga: Seeds of Civilization. Appena sfornato, su Steam Early Access dall’11 novembre 2021, arriva dopo una campagna Kickstarter di successo. Ora è pronto per darci l’opportunità di creare nuove culture fiorenti, mentre si adattano all’ambiente generato proceduralmente.

In questo titolo, compiere le scelte giuste potrebbe significare la differenza tra un villaggio felice e fiorente o la distruzione della vostra nuova civiltà. Possiamo infatti creare una cultura unica, tramite l’albero delle abilità per ispirarsi a diverse civiltà di tutto il mondo e cercare di lasciare il segno. Possiamo scegliere edifici, ricorrenze e festività, produrre risorse e altro ancora. Inoltre dobbiamo usare il terreno e le risorse a nostro vantaggio, tenendo d’occhio le risorse a disposizione e pianificare come muoverci in un ambiente in continuo cambiamento. Gestire i terreni difendendoli da elementi e disastri naturali non sarà facile, così come proteggerli dagli altri villaggi e dalle bestie che vagano per le terre. 

Kainga: Seeds of Civilization
Kainga: Seeds of Civilization
Developer: Erik Rempen
Price: 16,99 €

Dobbiamo anche addestrare le unità e domare gli animali, acquisire nuove conoscenze per le sfide future e sbloccare nuove tecnologie. Guadagneremo Karma per acquistare tipi di strutture avanzate e costruire strutture leggendarie. Un simulatore che merita la vostra attenzione, grazie anche alla possibilità di personalizzare lo stile di gioco. Dategli una possibilità e non ve ne pentirete.

Anche per questo mese di novembre abbiamo terminato la nostra selezione di videogiochi indie. Come sempre, rimaniamo in attesa anche di suggerimenti se desiderate vedere i vostri titoli preferiti nella nostra rubrica!

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino. Datemi un argomento e ne scriverò, come da un pezzo di plastilina si ottiene una creazione sempre perfezionabile. Sed non satiata.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button