fbpx
NewsRecensioniRecensioni TechTechVideogiochi

Watch Dogs Legion provato in anteprima: salviamo Londra

Abbiamo giocato in anteprima al nuovo capitolo della saga di Watch Dogs, ecco le nostre prime impressioni

Watch Dogs Legion è alle porte e grazie a Ubisoft abbiamo avuto modo di provare in anteprima il nuovo capitolo della rinomata serie d’azione arrivata al terzo episodio. Ecco tutto quello che abbiamo scoperto nella distopica Londra del futuro di Watch Dogs durante la nostra prova.

Watch Dogs Legion anteprima

Questo capitolo è ambientato nell’anno 2026. La città di Londra si trova sotto un attacco terroristico e lo stato si è affidato ad una compagnia militare privata chiamata Albion per mantenere il controllo della città. Per farlo si servono di un avanzato sistema di sorveglianza noto come ctOS che tiene a bada le menti ribelli della città. In realtà si tratta di un vero e proprio regime autoritario che, sotto la falsa nobile scusa delle sicurezza, finisce per mettere sotto giogo la città e tutti i suoi abitanti.

Questo non ferma però un gruppo di hacker conosciuto come DedSec intenzionati a liberare i cittadini. Per farlo, il gruppo avrà a disposizione avanzate tecnologie che gli permetteranno di hackerare, anche solo momentaneamente, i dispositivi, le telecamere e i droni militari, al loro volere. A ciò si aggiunge la possibilità di reclutare qualsiasi londinese e convincerlo ad unirsi alla nobile causa del DedSec. Ogni cittadino potrà fornire infatti abilità uniche che potranno aiutarci nella nostra rivoluzione alla ricerca della verità e della libertà.

Liberiamo Londra

La nostra prova ci ha dato la possibilità di esplorare un gran numero di elementi in Watch Dogs Legion. Abbiamo iniziato in un punto relativamente avanzato del gioco in cui, con una manciata di personaggi pre-impostati, ci è stato chiesto di ispezionare una delle aree di Londra colpita da una forte esplosione. La scelta del personaggio “iniziale” dipende dal giocatore ma, a differenza degli altri capitoli della serie, è bene ricordare che il protagonista non è uno solo. 

In questo capitolo avremo infatti la possibilità di reclutare e quindi controllare qualsiasi personaggio non giocante (per il momento) presente nella vasta area di gioco. In giro per Londra ci sono infatti migliaia di abitanti che vogliono unirsi alla nostra causa e grazie alle nostre abilità di hacker, saremo in grado di analizzare ogni singola persona. Ognuna di esse presenta delle abilità e oggetti particolari che possono facilitarci la vita. Durante la nostra prima missione, per esempio, l’obbiettivo prevedeva l’ingresso in un cantiere pesantemente sorvegliato da guardie.

Uno dei modi per superare la missione, era quello di fingersi un operaio ed esplorare “indisturbati” l’area. Per fare ciò abbiamo individuato una donna, un architetto, in possesso di una tuta da operaio che ci ha permesso di compiere la nostra missione. In alternativa avremmo potuto imbracciare le armi ed eliminare qualsiasi ostacolo. I modi per superare ogni missione sono moltissimi.

Watch Dogs Legion - Limited [Esclusiva Amazon] - PlayStation...
  • Scopri Un'Innovazione Di Gioco Mai Vista. Puoi Reclutare Nella Tua Squadra Chiunque Vedi.
  • Usa Le Infrastrutture Tecnologiche Di Londra Come Un'Arma.
  • Hackera Droni Armati, Usa Gli Spider-Bot Furtivi E Abbatti I Nemici Con Il Mantello A Realtà Aumentata.

Una vera e propria legione

Una volta acquisita la fiducia dei cittadini, avremo a disposizione molti, moltissimi personaggi selezionabili in qualsiasi momento, salvo specifiche limitazioni. Se un membro della nostra squadra è stato arrestato o si trova in ospedale, non potrà essere selezionato fino alla fine della sua condanna o finché (e se) sarà guarito.

Ma reclutare i cittadini non è così semplice come potrebbe sembrare. Dovremo quindi lavorare per acquistare la loro fiducia e farli entrare nella nostra squadra. Per questo, ogni potenziale recluta ci chiederà un favore prima di diventare giocabile. Le missioni di reclutamento sono tantissime e sempre diverse. Qualcuno potrebbe chiederci di rubare dei file, uccidere un rivale, batterlo a freccette, accompagnarlo in un determinato luogo, hackerare un computer e molto, molto altro ancora.

A queste difficoltà si aggiunge l’influenza del regime specifico per le varie aree di Londra. L’influenza di Albion è infatti molto forte e alcune persone non vedono di buon occhio il team dei DedSec. La città è divisa in diverse aree che possono essere più o meno schierate con il potere e quindi meno propense ad aiutarvi. Per migliorare la nostra influenza sui cittadini possiamo eliminare degli obiettivi o distruggere le zone di comando dei nemici così da dare un messaggio forte al quartiere e migliorare le nostre relazioni con quella determinata area.

Watch Dogs Legion: la nostra prova

Grazie alle fantastiche possibilità del gioco da remoto, abbiamo avuto modo di provare Watch Dogs Legion per 5 ore. Sin dai primi momenti ci siamo resi conto dell’enorme quantità di informazioni e dati necessari per giocare al meglio a questo capitolo e che ci hanno inizialmente sopraffatto. Dopo qualche minuto di gioco però, tutto è iniziato a scorrere per il meglio e ci siamo resi conto che l’enorme quantità di elementi da ricordare è pari alle potenzialità del gioco.

Volendo esplorare subito il sistema di reclutamento, abbiamo iniziato a conquistare la fiducia di un anziano musicista la cui unica abilità è quella di suonare il Sassofono. Certo, non proprio la prima caratteristica a cui si pensa quando si vuole ribaltare un regime autocratico, ma la nostra curiosità era troppo forte. Dopo una rapida missione secondaria e avendo dalla nostra una zona già in buoni rapporti con il gruppo DedSec, il musicista è entrato nel nostro team. Dopo aver constato che la sua abilità da sassofonista poteva servire solo a distrarre la gente e guadagnare qualche moneta, abbiamo deciso di reclutare un altro cittadino armato di fucile (leggermente più utile di un Sax).

Con lui siamo riusciti a completare la missione principale della prova, abbattere qualche drone ed esplorare parte della città. Abbiamo avuto così modo di ammirare il fantastico lavoro grafico fatto da Ubisoft rispetto alle ambientazioni londinesi, ai dettagli di luci e ombre e alla grandissima varietà di persone e volti presenti in gioco.

In conclusione…

Quelle poche ore di Watch Dogs Legion, ci hanno fatto capire che siamo di fronte ad un nuovo capitolo potenzialmente eccellente della saga. Il concept dietro al reclutamento dei cittadini e senza dubbio il punto di forza e speriamo possa essere accoppiato ad una trama avvincente e sensazionale così come si prospetta.

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button