fbpx
CulturaNews

Wikipedia invasa dalle svastiche

Il sito di Wikipedia si riempie di simboli nazisti: bug o attacco hacker?

Questa mattina Wikipedia sembra aver avuto grossi – anzi grossissimi – problemi. Alcuni utenti dei social media hanno dichiarato che il sito ha mostrato loro le immagini di svastiche quando cercavano di accedere alle pagine relative alla ricerca. A quanto riferito, ogni qual volta cercassero di visualizzare una pagina, il sito restituiva l’immagine del simbolo nazista su sfondo rosso. Il problema, però, sembrerebbe essersi verificato soltanto per qualche ora della mattinata. E dopo tutto sembra essere tornato alla normalità, come se nulla fosse.

Wikipedia: un bug popola il sito di simboli nazisti

Non sappiamo dirvi cosa sia successo esattamente, ma questa mattina il sito di Wikipedia è stato letteralmente invaso dai simboli nazisti. Ebbene sì, avete letto bene. Ogni volta che gli utenti hanno cercato di raggiungere una pagina dai risultati di ricerca hanno visualizzato l’immagine della svastica che vedete qui sopra. A segnalarlo sono stati gli utenti sui social media, ma il portale non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione al riguardo. Anzi, in particolare questi problemi sono stati segnalati per le pagine di Theodor Adorno, della cantante Madonna e di Joseph Stalin.

Come sia successo? Impossibile spiegarlo. Ma dopo poche ore tutto è tornato alla normalità. Potremmo pensare ad un atto antisemita, dato che negli ultimi anni questa tipologia di attacchi si sono moltiplicati negli Stati Uniti. Ma è e rimarrà soltanto un’ipotesi, soprattutto finchè il portale non rilascerà dichiarazioni al riguardo – ammesso che lo faccia-. Per il momento, tutto sembra essere risolto, per cui non dovremmo affatto preoccuparci. Eppure, un atto del genere difficilmente passa inosservato. E il fatto che nessuno ne abbia ancora fatto parola ci stupisce. Quando scopriremo la verità?

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button