fbpx

Google Pixel 3a e 3a XL ufficiali: caratteristiche, prezzo e disponibilità


I rumor ne avevano anticipato buona parte delle caratteristiche, ma ora è ufficiale: Google Pixel 3a è realtà e ad accompagnarlo c’è l’immancabile versione XL. Due nuovi smartphone quindi per Big G che interrompe il trend degli ultimi anni: non solo top di gamma, ma anche una variante più economica per conquistare coloro che vogliono risparmiare qualcosina senza però rinunciare ad un device davvero completo.

Cos’hanno in comune?

Prima di capire cosa distingue le due varianti, cerchiamo di capire cos’hanno in comune. Si parte dai materiali: niente più vetro e metallo per profili e scocca posteriore, ma un corpo unibody in policarbonato.

Ad essere identica poi è buona parte dell’hardware: Google Pixel 3a e 3a XL vantano un processore Snapdragon 670, 4 GB di RAM, la GPU Adreno 615 e 64 GB di memoria interna, non espandibile. La connettività è affidata al connettore USB Type-C, al ritrovato jack da 3,5 mm – praticamente vitale per gli utenti di questa fascia -, al WiFi ac e al Bluetooth 5.0. C’è anche l’NFC, così sarete liberi di utilizzare Google Pay.

Uguale il comparto fotografico con la fotocamera posteriore da 12.2 megapixel che è la stessa presente sul fratello maggiore. Aspettatevi quindi foto incredibili in ogni condizione di luce, notte inclusa. Ad ampliare poi le possibilità offerte del sensore Sony IMX363 ci pensa il nuovo Timelapse, in arrivo naturalmente anche sui due top di gamma. Cambia invece la fotocamera frontale: niente grandangolo ma solo un sensore da 8 megapixel con apertura F/2.0.

Arriviamo infine al software: Android 9.0 Pie in tutta la sua rapida ed intuitività. Il sistema operativo è quindi identico a quello di Pixel 3 e 3 XL, vanta gli stessi aggiornamenti e praticamente le stesse caratteristiche, incluso il nuovo aggiornamento di Google Maps che porta la navigazione tramite realtà aumentata.

Google Pixel 3a e 3a XL: cosa li distingue? 

A distinguere Google Pixel 3a e 3a XL sono due elementi: display e fotocamera.

Sul più piccolo abbiamo uno schermo da 5,6 pollici OLED con risoluzione Full HD, mentre il maggiore arriva a 6 pollici, sempre OLED e con la medesima risoluzione del 3a.

La batteria invece è da 3000 mAh sul piccolo e da 3700 mAh sulla versione XL. Entrambi dotati di ricarica rapida (Google promette 7 ore di autonomia con 15 minuti di ricarica) ed entrambi privati di quella ricarica wireless che avevamo tanto apprezzato sul top di gamma di Google.

Google Pixel 3a scheda tecnica
I quattro dispositivi di Google: differenze e somiglianze

Google Pixel 3a e 3a XL: prezzo e disponibilità

Google Pixel 3a verrà venduto a 399 euro mentre per la versione 3a XL si sale a 479 euro. Prezzi che riportano alla mente i cari vecchi Nexus e che dovrebbero avvicinare gli utenti ai device di Google. In fondo siamo di fronte a due dispositivi che offrono ottime performance, un’eccellente fotocamera e un software praticamente sempre aggiornato. Tutto ad un prezzo contenuto. Peccato solo per il design della parte frontale: in un mondo fatto di notch, forellini e fotocamere pop up, avere cornici così spesse sembra un po’ anacronistico, ma probabilmente dovremo attendere il lancio del nuovo top di gamma per vedere qualcosa di diverso.

Vi segnaliamo infine che i device saranno disponibili in tre colorazioni: Just Black, Clearly White e Purple-ish. Quest’ultimo però non arriverà in Italia.

Volete acquistarlo? Lo troverete a partire da domani, 8 maggio, sul Google Play Store.


Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.