fbpx
NewsTech

Con la pandemia cresce la fiducia nel settore tech

Indagine di Edelman Trust Barometer conferma una rinnovata fiducia degli italiani verso il settore tech

Italia, pandemia e fiducia tecnologica un connubio in crescita. Da un’indagine di Edelman Trust Barometer gli italiani sono al secondo posto della classifica europea per fiducia nel settore tecnologico. Davanti anche a Germania e Francia. I dipendenti del settore tech hanno fiducia nei propri datori di lavoro.

Segnatamente, per le informazioni rispetto alle questioni sociali ma anche per la possibilità di confrontarsi con i superiori in un dialogo aperto e costruttivo. Dai risultati, le società tech sono quelle più disponibili nei confronti dello smart-working, garantendo ai propri dipendenti la fiducia per un lavoro domestico responsabile. Una nuova consuetudine che il settore tech probabilmente manterrà anche alla conclusione della pandemia.

Queste tendenze emergono dalla ricerca consistente in interviste on line a persone tra i 25 e i 48 anni con un’istruzione universitaria. Sabrina Larese, Deputy General Manager e responsabile del settore tech di Edelman Italia, afferma che:

I dati dell’Edelman Trust Barometer mettono chiaramente in evidenza quanto sia importante per le aziende del settore tecnologico valorizzare in modo adeguato, il patrimonio rappresentato dai propri collaboratori che risultano fiduciosi verso il proprio datore di lavoro anche come fonte di informazioni di interesse generale,  ma al tempo stesso sono pronti a far pesare la propria opinione in caso di scelte aziendali non condivise.

La pandemia ha reso indispensabile il contributo della tecnologia e questa è chiamata ad uno sviluppo rivolto al progresso sociale. In questo senso, c’è un grande spazio per risolvere problemi concreti e comunicare con efficacia verso collaboratori e consumatori. Italia Pandemia e fiducia tecnologica, due elementi fondamentali nella costruzione di una tecnologia “responsabile” oggi più necessaria che mai”.

Secondo questi dati, sembra quindi che un periodo così difficile come quello che abbiamo vissuto ci abbia però lasciato qualche indicazione positiva sul nostro futuro.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button