fbpx
NewsTech

Outlook per Mac è gratis, la conferma da parte di Microsoft

Microsoft ha deciso di implementare anche la versione web, in modo da offrire una versione con funzionalità cross-platom simili alla versione desktop.

Per tutti gli user del prodotto Mac, è arrivata una buona notizia: Microsoft ha deciso di rilasciare il suo client di posta elettronica Outlook per Mac in maniera del tutto gratuita. In questo modo, è possibile scaricare l’app direttamente dall’App Store e non c’è alcun bisogno di dove abbonarsi a Microsoft 365 né avere una licenza di Office.

Outlook per Mac è gratis, la conferma da parte di Microsoft

L’app di Outlook permette di accedere alla posta elettronica, ma non solo: c’è anche la possibilità di utilizzare il calendario, pianificare e rispondere alle riunioni, individuare quello che si sta cercando con funzionalità di ricerca avanzate per l’organizzazione della posta elettronica. Uno strumento per il lavoro e per l’uso personale molto utile, chiaro e facile da usare.

Le novità non finiscono qui. Microsoft ha deciso di implementare anche la versione web, in modo da offrire una versione con funzionalità cross-platom simili alla versione desktop.

Outlook per Mac supporta non solo gli account Outlook.com, ma anche Gmail, iCloud, Yahoo e anche altri provider con protocollo IMAP. Perfetto per tutti i tipi di posta elettronica.

L’ultima versione del client è ottimizzata per i Mac con CPU Apple Silicon e supporta anche Handoff, permettendo agli utenti iOS di iniziare a leggere o anche scrivere un messaggio su iOS e continuare sul Mac o viceversa. Tra le varie funzionalità c’è quella “La mia giornata” che offre l’agenda e un calendario integrato che permette di tenere traccia di appuntamenti, riunioni o altri eventi in qualsiasi luogo.

Microsoft Agenzia Cybersicurezza Nazionale e1673351240509 1

Altra novità dal mondo Windows: l’app iMessage per PC

Microsoft è un’azienda tech che non smette mai di rinnovarsi, cerca sempre di andare incontro alle esigenze dei propri utenti. Infatti, anche se si ha il sistema operativo Windows, sarà possibile usare iMessage. Questo è quanto è stato affermato da Microsoft, che ha aggiornato la propria app Phone Link. Essa consente di inviare messaggi ai contatti presenti sul proprio PC che usano anche un iPhone, quindi tramite computer Windows. 

Vi sono, però, dei limiti: Phone Link non può abilitare la messaggistica di gruppo, non consentirà di inviare foto e video e neanche visualizzare l’intera cronologia di una conversazione. Quindi l’app iMessage sarà nella sua versione base.

Apple PC Portatile MacBook Pro 2022 con chip M2: display...
  • CON I SUPERPOTERI DI M2 - MacBook Pro 13" è una potenza portatile. Con la nuovissima CPU 8-core, una GPU 10-core e fino...
  • FINO A 20 ORE DI BATTERIA - Grazie alle prestazioni efficienti del chip Apple M2, MacBook Pro ti sta dietro giorno e...
  • PRONTO AI LAVORI PIÙ IMPEGNATIVI - Grazie al sistema di raffreddamento attivo, MacBook Pro 13" può sostenere livelli...

Ultimo aggiornamento 2024-07-18 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Da non perdere questa settimana su Techprincess

🎮Il video del monaco buddista che gioca a Super Mario (e prega per ogni nemico ucciso)
 
💍A cosa serve un anello smart? | La prova di RingConn Smart Ring
 
💬noplace è l’applicazione più scaricata su App Store: scopriamo di cosa si tratta
 
Chi ha detto che il fotovoltaico deve essere complicato?
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

  • Roberta Maglie

    Amante del cinema, serie tv, tecnologia e video games, mi piace approfondire la cultura pop attraverso il battere delle mie dita sulla tastiera del MacBook. La laurea in Comunicazione mi ha dato la spinta per buttarmi nel mondo del giornalismo, dandomi così l’opportunità di riflettere sui temi più disparati.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button