fbpx

Buffy l’Ammazzavampiri: perché guardarla?
Scopriamo una delle serie cult che hanno definito la fine degli anni '90


Perché guardarla è la nuova rubrica di Tech Princess, a cura di Mattia Chiappani e Veronica Lorenzini, in cui vi svelano perché dovreste guardare una determinata serie tv: la serie prescelta della giornata è Buffy L’Ammazzavampiri.

Perché guardarla? Buffy L’Ammazzavampiri, dagli anni ’90

Buffy l’Ammazzavampiri è una serie tv di genere horror e azione prodotta tra il 1997 e il 2003.

La protagonista è Buffy Summers, una giovane ragazza che si è appena trasferita nella piccola cittadina di Sunnydale con sua madre. La ragazza è stata espulsa dal suo vecchio liceo a causa di un incendio che lei stessa aveva appiccato nella palestra per sconfiggere un gruppo di vampiri.

Buffy è infatti la prescelta per il ruolo di Cacciatrice. Si tratta di una persona unica nella sua generazione, con il compito di combattere e sconfiggere i demoni che cercano di conquistare il mondo terreno degli umani. La giovane cacciatrice si accorge però che i guai l’hanno seguita anche a Sunnydale, che sembra essere il luogo preferito da demoni e vampiri.

Al Sunnydale High fa la conoscenza di Rupert Giles, il suo Osservatore ovvero qualcuno che la accompagna in questa esperienza e le consiglia come muoversi o agire. La lotta di Buffy contro il male ricomincia, ma questa volta sarà accompagnata dai suoi migliori amici: Willow e Xander, due delle poche persone che conoscono il suo segreto.

Per quale motivo dovreste guardarla tutti, Buffy l’Ammazzavampiri?

Per prima cosa, a chi non piace un po’ di sana lotta libera contro demoni, vampiri e paletti di legno? Okay va bene, parliamo seriamente. Una delle caratteristiche principali di questa serie è la trama. Di solito quando si superano le 3 stagioni, una serie tv perde spessore e finisce quasi sempre con il cadere nel baratro della banalità.

Fortunatamente questo non è il caso di Buffy – altrimenti perché ve la consiglierei? Per comprendere questo aspetto ho dovuto attendere del tempo. Ero solo una bambina quando mandarono in onda le prime stagioni e non ricordavo molto però, già all’epoca, mi piaceva tanto.

Negli ultimi anni mi sono lanciata in un re-watch della serie davvero intenso – nonostante abbia dovuto attendere ben sei mesi prima di iniziare la quarta stagione. Vi state chiedendo perché? Beh, è molto semplice: vedete la serie e scopritelo. Poi tornate da me e saprò come aiutarvi.

Trama lineare, dettagliata ed “effetti speciali”

buffy-lammazzavampiri-reboot-perché-guardarla

Come vi dicevo, la trama di Buffy risulta essere molto lineare e ben dettagliata. Le sette stagioni realizzate da Joss Whedon sono collegate molto bene tra loro e non lasciano spazio a punti interrogativi inutili. Ogni stagione ha un suo tema principale – nemici, nuove profezie etc – e viene sviluppato egregiamente nel corso dei circa 22 episodi a nostra disposizione, senza lasciare dietro nulla.

Ogni elemento è collegato ad un altro in modo preciso e ottimo. Guardandola con attenzione, non avremo problemi nel capire ciò che sta succedendo.

Si tratta di una trama in grado di catturare fin da subito l’attenzione dello spettatore. La voglia di conoscere meglio questo mondo che ci viene mostrato, si fa sempre più intensa. Poi lo ammetto, dopo l’arrivo di Angel e anche Spike, finirete la serie in men che non si dica.

La serie è stata realizzata nel lontano 1997 ed utilizza quelli che io chiamo trucchi del mestiere. Non fa uso di CGI ma si concentra sull’utilizzo di trucchi dal punto di vista del makeup in particolare. Questo la rende una serie intrigante, con effetti casalinghi ma ben realizzati e realistici.

Un altro aspetto interessante è la figura del vampiro, rappresentato come dovrebbe essere. Ai giorni nostri siamo abituati ad avere vampiri che brillano al sole, che non si sciolgono violentemente a contatto con esso e che sono sempre meravigliosi, sia in versione umana che demoniaca.

In Buffy i vampiri vengono rappresentati in modo affascinante e regale quando sono in versione umana. Quando invece si trasformano, beh fate un bel passo indietro dalla tv perché sono davvero orrendi: ciò che riescono a sottolineare i produttori è infatti l’aspetto demoniaco, l’aspetto più oscuro del vampiro, di questo essere senz’anima.

Inoltre sotto al sole vi assicuro che non iniziano a brillare come un diamante sotto la luce, ma rischiano di bruciare violentemente. Si tratta di un aspetto da non sottovalutare, poiché in Buffy si riesce a mantenere viva la vera essenza del vampiro. Viene mostrato in modo unico ed originale ma pur sempre rispettando ciò che i libri ci hanno insegnato.

Buffy, perché dovreste guardarla?

buffy-lammazzavampiri-reboot-no-media-1

Buffy l’Ammazzavampiri può essere considerata una serie cult, che al termine degli anni ’90 ha dato il via ad un movimento eccezionale. La serie ha infatti ispirato molte emittenti televisive a realizzare serie tv con uno stampo simile. Inoltre il personaggio di Angel ha riscosso così tanto successo che è stato deciso di realizzare uno spin-off (un’altra serie) su questo vampiro oscuro.

Un altro motivo che dovrebbe spingervi a guardare questa serie è il fatto che vengono trattati vari temi particolari, tra cui quello dell’omosessualità. Buffy risulta essere una delle prime serie che affronta e mette in scena questo tema nel modo più normale possibile, come deve essere.

Non vado nello specifico però perché voglio evitare spoiler per tutti coloro che ancora non l’hanno vista.

Infine, un altro dei tanti aspetti positivi della serie, riguarda proprio il personaggio principale. Buffy è la Cacciatrice, ciò significa che possiede una forza strabiliante – in fin dei conti deve pur sempre combattere contro nemici poco delicati. All’inizio la si può vedere come un personaggio indistruttibile, forte e che nessuno può battere.

I produttori però ci faranno capire che Buffy, in fondo, è comunque un’adolescente: con un dono, sì, ma pur sempre una giovane ragazza. Non è indistruttibile, non è imbattibile, anche lei avrà i suoi momenti di fragilità, di debolezza e devo dire che si tratta di uno degli aspetti che ho preferito di più.

Ci mostrano che anche lei è umana e che, grazie alla sua forza di volontà e gli amici cari, riuscirà ad alzarsi e rompere il fondoschiena di qualsiasi vampiro.

Condita da una colonna sonora iniziale molto rock, una trama interessante e ben strutturata, personaggi dettagliati e ben caratterizzati, Buffy l’Ammazzavampiri è probabilmente una delle migliori serie tv sui vampiri che troverete in circolazione: ecco perché dovreste guardarla tutti.

 

 

 


Veronica Ronnie Lorenzini

author-publish-post-icon
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link