fbpx
Tovaglia a Quadri

Tovaglia a Quadri si reinventa grazie alla tecnologia
Lo spettacolo teatrale ha sfruttato lo streaming per la 25° edizione


Con la sua 25° edizione, Tovaglia a Quadri ha cambiato forma, portando il teatro nelle case degli italiani. L’atteso spettacolo annuale, che solitamente si svolge per dieci giorni in agosto sul Poggiolino di Anghiari in Toscana, si è adeguato alle esigenze del momento. Per via della pandemia è stato impossibile organizzare l’evento in versione tradizionale. Tovaglia a Quadri si è reinventato proponendo uno spirito pionieristico capace di rivoluzionare il modo di fare teatro durante l’emergenza sanitaria ed anche in futuro.

Tovaglia a Quadri si reinventa e porta il teatro nelle case degli italiani

A causa della pandemia e delle relative restrizioni, lo spettacolo annuale Tovaglia a Quadri si è reinventato. Gli attori, infatti, hanno realizzato un vero e proprio film composto dalle scene che normalmente sarebbero state recitate durante la tradizionale cena. Tovaglia a Quadri, infatti, è uno spettacolo molto particolare che si tiene per dieci giorni in agosto sul Poggiolino di Anghiari in Toscana.

Lo spettacolo, ogni anno, racconta una storia diversa condividendo ogni sera, per dieci giorni, una cena speciale nel quale gli attori recitano per i commensali, tra una portata e l’altra. Questa modalità di svolgimento, chiaramente, è impossibile attualmente per via della pandemia. Con il passaggio allo streaming, però, il teatro può sopravvivere e l’edizione del 2020 di Tovaglia a Quadri lo conferma.

Lo spettacolo è stato poi trasmesso tramite una piattaforma di streaming, accessibile a chi aveva acquistato il ticket elettronico.

Il commento del direttore artistico

Andrea Merendelli, Direttore artistico del Teatro Stabile di Anghiari, commenta: “Auspichiamo ovviamente di tornare a fare spettacoli dal vivo al più presto, ma non abbandoneremo lo streaming, pensiamo infatti di abbinare le due modalità di fruizione, perché questa tipologia di streaming permette anche a chi è lontano di gustare lo spettacolo one shot, come a teatro.”

Offerta

Davide Raia