fbpx

activision blizzard

Bobby Kotick, CEO di Activision Blizzard, ha recentemente annunciato l’intenzione della società di licenziare ben 775 dipendenti.

I licenziamenti effettuati da Activision Blizzard

Questo non sembra essere un buon periodo per Activision Blizzard che, dopo la non troppo lontana rottura con Bungie e la mancata uscita di titoli da oltre un anno, ha recentemente annunciato l’arrivo di una serie di licenziamenti intensivi.

Questi ultimi, come quanto riportato dal CEO in un bando ufficiale, andranno a riguardare principalmente aree non coinvolte nel vero e proprio processo di sviluppo dei videogiochi, ma reparti più coinvolti in attività ad essi connesse, come la pubblicazione.

Ad iniziare la serie di addii alla società è stata la chiusura, avvenuta poco tempo fa, dello studio di gioco mobile basato su Seattle Z2Live, composto da ben 78 persone.

Nonostante questi provvedimenti, però, il Kotick sembra essere pienamente soddisfatto delle cifre registrate dallo studio che, stando alle sue parole, ha raggiunto risultati da record nel corso del 2018.

[amazon_link asins=’B07312TQQ4,B07B63ZHCB,B01F28ZHGG’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’44973c0b-74f3-498f-9415-ab6b1ed46154′]

Il futuro della società

All’interno dell’annuncio riguardante i licenziamenti, Bobby Kotick ha voluto anche rassicurare tutti i fan dei titoli firmati Activision Blizzard, affrontando lo spinoso tema del futuro della società.

Stando a quanto riportato nel bando ufficiale dal CEO, sembra che nei programmi di quest’ultima non vi sia assolutamente una possibile crisi.

Secondo Kotick infatti, lo studio andrà principalmente ad investire in altri servizi potenzialmente redditizi, come quelli live, Battle.net e esports, con un focus su Candy Crush, Call of Duty, Overwatch, Warcraft, Diablo e Hearthstone.

Un altro annuncio pubblicato online ha inoltre riportato le intenzioni della società di voler aggiungere ulteriori risorse di sviluppo nel corso dell’anno, incentrate soprattutto su Overwatch League.

Attualmente, purtroppo, non rimane che attendere e vedere i possibili sviluppi della situazione.

Cosa pensate degli annunci fatti dal team?


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Maria Elena Sirio

author-publish-post-icon
Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.