fbpx

Adobe festeggia i 25 anni di Premiere Pro

A partire dall’inizio degli anni novanta è iniziata una rivoluzione, ancora in atto, che ha trasformato radicalmente il mondo delle produzioni cinematografiche, televisive e dei video. L’applicazione Adobe Premiere, rilasciata per la prima volta nel 1991, ha avuto un ruolo molto importante in questo periodo di evoluzione ed è pronta a festeggiare il suo 25° anniversario. La forza di […]


A partire dall'inizio degli anni novanta è iniziata una rivoluzione, ancora in atto, che ha trasformato radicalmente il mondo delle produzioni cinematografiche, televisive e dei video. L'applicazione Adobe Premiere, rilasciata per la prima volta nel 1991, ha avuto un ruolo molto importante in questo periodo di evoluzione ed è pronta a festeggiare il suo 25° anniversario.

La forza di Premiere stava nell'essere un software semplice ed utilizzabile su computer dal prezzo accessibile, al contrario dei tradizionali sistemi di editing video che richiedevano hardware costosi. Grazie alla timeline l'utente poteva inserire le clip e aggiungere effetti, transizioni e una traccia audio. Potrebbero sembrare operazioni semplicissime rispetto agli standard attuali, ma all'epoca hanno contribuito ad avvicinare chiunque all'ambito della narrazione visiva.

Dave Helmly, dipendente e membro del team video di Adobe, ricorda: "Me ne stavo sdraiato sul pavimento del salotto ad elaborare video sul mio portatile PowerBook: un'operazione che in precedenza non sarebbe stata possibile. Premiere è stato il primo editor non lineare alla portata di tutti".

Nel 1994 Premiere 4.0 è stata la prima applicazione ad offrire una qualità di trasmissione a schermo intero con 60 campi per fotogramma. Nel 1996 la versione 4.2 per Windows permetteva di lavorare con una dimensione fotogramma di 4000 pixel (utilizzata nelle applicazioni di segnaletica digitale), mentre oggi Premiere Pro CC può lavorare con file di 16.000 x 10.000 pixel.

Nel 2006 l'applicazione ha presentato l'integrazione con Adobe After Effects tramite Dynamic Link, che ha reso più semplice passare da un'applicazione all'altra durante l'aggiunta di effetti visivi o grafica animata sulle clip, offrendo agli utenti un ambiente interattivo di elaborazione e produzione di effetti visivi e grafica animataNel 2013 l'applicazione è stata completamente riscritta e rilanciata con il nome Adobe Premiere Pro, assieme al programma complementare Adobe Media Encoder.

Dal 2011 Adobe ha sospeso la vendita di pacchetti software confezionati e ha inaugurato Adobe Creative Cloud. Questo approccio ha permesso non solo di avere aggiornamenti più frequenti, ma anche di dedicare una maggiore attenzione all'integrazione di applicazioni e servizi, all'ottimizzazione dei flussi di lavoro e alla collaborazione tra i team creativi.

Grazie all'evoluzione costante, Premiere Pro è diventata una soluzione leader del settore, migliorando e semplificando le operazioni di editing dei video. Dal grande schermo, passando per smartphone e video VR, Adobe Premiere Pro continua a stimolare l'immaginazione dei creatori di video!


Iris Prina

Iris è bassista e videogiocatrice, ama dire che proviene dal nulla e colleziona trofei in modo ossessivo. La troverete che cerca costantemente di platinare qualsiasi gioco le capiti sotto mano, oppure che sgrana gli occhi davanti a quasi tutto ciò che è Giapponese. Attenzione: occasionalmente potrebbe lanciare il controller!