fbpx
AutoMotori

L’Albero di Natale più veloce del mondo viaggia a 294 km/h

Arriva a 294 km/h l'albero di Natale più veloce del mondo, montato sul tetto di un'Audi RS6 modificata da Hennessey da oltre 800 CV

Quanto può andare veloce un albero di Natale? Può sembrarvi una strana domanda, ma sono in tanti i pazzi che hanno tentato di battere il record per l’albero di Natale più veloce del mondo. Tra i più attivi c’è la Casa americana Hennessey, che dopo aver stabilito un record pochi giorni fa con una Porsche 911 Turbo, oggi ha frantumato il suo stesso record. Attaccato ad una speciale Audi RS6, l’abete natalizio ha sfiorato i 300 km/h, fermandosi a 294 km/h.

Il record: l’albero di Natale più veloce del mondo sfiora i 300 km/h

Ma come è possibile che un albero sia arrivato a quasi 300 km/h? Gli ingredienti per frantumare questo pazzesco record sono pochi: un’auto abbastanza veloce, possibilmente con un tetto, un povero abete di test, un guidatore esperto e abbastanza folle per provare a battere questo primato e una strada abbastanza lunga. Ah, e ovviamente tanto, sano spirito natalizio.

Ed è proprio così che tra un test di velocità e l’altro per l’ultima auto di casa Hennessey, la Venom F5, l’elaboratore e costruttore americano ha pensato di prendere un’Audi RS6 modificata, il pilota professionista Spencer Geswein, istruttore della scuola guida Ford Performance, per vedere quanto andasse veloce. Successivamente, superati i 300 km/h di grande slancio, l’idea: montare sul tetto della RS6 un vero abete di 2 metri.

Hennessey aveva infatti già tentato e ottenuto il record pochi giorni fa, raggiungendo i 282 km/h montando un altro abete su una Porsche 911 Turbo S 991 modificata con 750 CV. Per finire l’ultimo test sulla Venom F5 con spensieratezza, allora, perché non tentare di battere il record con la RS6? Il risultato è stato sbalorditivo: 188 miglia orarie, che in misure internazionali diventano 294 km/h. Ufficialmente, quell’abete di 2 metri è l’albero di Natale più veloce del mondo. Guardate il video qui sopra per vedere un vero abete sfrecciare a quasi 300 all’ora.

L’auto per trasportare l’albero di Natale più veloce del mondo, un’Audi RS6 modificata da Hennessey per… sua moglie

L’Audi RS6 utilizzata per ottenere il record di albero di Natale più veloce del mondo non era però una RS6 qualunque. Se infatti la “normale” RS6 prodotta dalla Casa dei Quattro Anelli arriva a 600 CV, questo esemplare, verniciato del classico grigio metallizzato da “Audi da rappresentante” ha ricevuto la cura Hennessey sotto il cofano.

Il 4.0 V8 biturbo tedesco è stato infatti portato a ben 800 CV grazie a diverse modifiche tra cui una immancabile rimappatura completa della centralina e uno scarico completo. Se pensate che questa RS6 sia stata creata per un cliente facoltoso ed esigente, vi sbagliate. Questa RS6 è infatti la vettura personale della moglie del fondatore della Casa John Hennessey, Hope. Con quest’auto, la donna va a fare la spesa, porta i figli a scuola e la utilizza ogni giorno nella cittadina texana di Sealy. Perché ha ben 800 CV? Beh, perchè non dovrebbe?

Una daily car, un’auto da tutti i giorni capace di arrivare a 330 km/h. “Volevamo vedere cosa avrebbe fatto l’Audi station wagon di mia moglie senza l’albero, e siamo arrivati a 205 mph (330 km/h)., spiega John Hennessey, fondatore e CEO della Casa. “Poi, il vero divertimento natalizio è iniziato quando abbiamo montato un vero albero di Natale sul tetto. Con nostra sorpresa, la sua wagon ha raggiunto la rispettabile velocità di 183 miglia orarie (294 km/h). L’abbiamo fatto per concludere la più recente sessione di test ad alta velocità con la nostra Venom F5. Dopo tutto, chi ha bisogno di renne quando tua moglie ha una slitta da 800 cavalli?” Beh, non mi sento di contraddire il signor Hennessey.

Ma… chi è Hennessey?

Se tutto questo vi dovesse sembrare folle e senza senso, è solo perché forse non conoscete bene la Casa che ha pensato a questo pazzo record. Sebbene da noi sia infatti poco nota, in America Hennessey è un’istituzione. Nata nel 1991, la Hennessey Performance si è specializzata fin dal suo debutto nell’elaborazione di vetture ad alte prestazioni. Hennessey ha spaziato e spazia tutt’ora tra vetture americane come Ford, Dodge, Jeep, tedesche come BMW, Audi o Porsche, inglesi come McLaren o Jaguar, giapponesi come Lexus e persino italiane come Ferrari o Lamborghini. La loro missione è una sola, ed è anche il motto dell’azienda: We make cars go faster, facciamo andare le auto più veloci.

L’obiettivo di Hennessey è quindi semplice quanto complesso da raggiungere: ottenere il massimo dalle vetture di serie, tra velocità e potenza. Alcuni dei progetti di Hennessey parlano da soli: la notorietà arriva nel 1996 con la Hennessey Venom 650R, una versione da 650 CV della Dodge Viper dell’epoca, capace di sfiorare i 350 km/h. Altre celebri creazioni della Casa texana sono il VelociRaptor, una versione da 600 CV del Ford F-150 Raptor, la Hennessey CTS-V, una versione da 1000 CV della già potentissima Cadillac CTS-V, e disponibile anche in versione Wagon, e la folle The Exorcist. Presente anche in una puntata di The Grand Tour, è una Chevrolet Camaro ZL1 portata a 1.000 CV e 1.310 Nm di coppia.

La prima vera Hennessey originale è stata però la Venom GT. Basata sul telaio della Lotus Exige, la Venom è 60 cm più lunga della Lotus di partenza. Questo perché dietro c’è un V8 Chevrolet LS7 da 7 litri biturbo, capace di erogare 1.244 CV e 1.566 Nm di coppia. Il suo obiettivo? Essere l’auto più veloce del mondo: nonostante abbia raggiunto i 435 km/h, non è passata alla storia come la più veloce al mondo a causa dei soli 29 esemplari prodotti. Per essere eletta “”auto di serie più veloce del mondo”, l’auto deve essere prodotta in almeno 30 esemplari. Per questo, Hennessey ha preparato una nuova automobile, ancora più estrema della Venom GT e completamente inedita, la Venom F5.

Appuntamento all’anno prossimo per il tentativo di rubare lo scettro alla super wagon tedesca

Dotata di un telaio tutto nuovo e di un motore V8 biturbo sviluppato in casa, il Fury, capace di ben 1.817 CV e 1.617 Nm di coppia. L’obiettivo? Sfondare il muro delle 300 miglia orarie, 482 km/h. Oggi, Hennessey sta mettendo a punto la sua Venom F5, testandone la velocità massima e per poi lanciarla sul mercato in questi mesi. In realtà, però, tutte le Hennessey Venom F5 sono state già vendute: se la desideravate… è tardi. Non disperate però: nel futuro di Hennessey ci sarà però anche una prima automobile elettrificata, la HyperLux GT.

Dopo aver tentato di battere il record per tre anni consecutivi, prima con una Dodge Challenger Hellcat, poi con un Jeep Grand Cherokee Trackhawk portato a 1.000 CV e quest’anno con la 911 Turbo S e la RS6 della moglie, non vediamo l’ora di vedere se il prossimo Natale potrà essere quello dove superare i 300 km/h. Con buona pace dei poveri abeti utilizzati per questo esperimento scientifico.

Totò Piccinni Albero di Natale Artificiale NOEL, Folto,...
  • L'Originale Abete Natalizio di Totò Piccinni. Foltissimo, imponente e di bellissima presenza.
  • Verde tono su tono per le foglie e marrone per i rami per un effetto realistico, pieno di sfumature;
  • Realizzato in PVC di Qualità, Atossico e Inodore. IGNIFUGO non infiammabile, la massima sicurezza.
Offerta
Twinkly - TWS250SPP Special Edition Stringa 250 Luci LED...
  • CONTROLLO TRAMITE APP: L'app gratuita per dispositivi iOS e Android permette la totale regolazione delle luci...
  • FACILE INSTALLAZIONE: Tramite Bluetooth, puoi facilmente connettere il dispositivo alla rete Wi-Fi, per creare forme...
  • DECORAZIONI FAVOLOSE: Le lenti da 5 mm dei LED hanno una testa piatta e uno strato opaco che intensifica luce e...

Non perderti gli ultimi articoli della redazione motori!

Lo sapevi? Abbiamo aperto il canale ufficiale di techprincess su Telegram con le migliori offerte della giornata. Cosa aspetti? Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button