fbpx
LifestyleNews

A New York ci sono più alloggi Airbnb che appartamenti in affitto

Ma è tutta colpa della piattaforma di affitti a breve termine?

Da una recente indagine, sembra che New York City abbia a disposizione più alloggi su Airbnb che appartamenti in affitto a lungo termine. I numeri a confronto, che vedono migliaia e migliaia di annunci su Airbnb, dimostrano quanto le grandi città si stiano trasformando per far spazio ai turisti e ai nomadi digitali, che preferiscono vivere in alloggi a breve termine cambiando spesso destinazione.

A New York City spopolano gli alloggi Airbnb e mancano gli appartamenti in affitto a lungo termine

New York City avrebbe più annunci Airbnb che appartamenti in affitto. Questo nonostante una legge del 2016 che vieta gli affitti a breve termine in molte realtà. L’inventario degli appartamenti in affitto di aprile a Manhattan, Brooklyn e nel nord-ovest del Queens contava 7.699 unità, secondo il rapporto di Douglas Elliman. Questo è da paragonare agli annunci su Airbnb, un numero che va da 10.000 a 20.000, in tutta New York, come calcolato da AirDNA e Inside Airbnb.

La legge vieta effettivamente gli affitti a breve termine – meno di 30 giorni – in edifici multi-unità senza la presenza del proprietario dal 2011. Dal 2016, inoltre, è vietata addirittura la pubblicità di tali annunci.

Ovviamente, a parte chi sfida la legge, ci sono anche molti appartamenti che ad esempio sono muniti di giardino con un’unità aggiuntiva parte dell’abitazione principale, che può essere affittata dai proprietari. “Un decennio fa questi appartamenti sarebbero andati a inquilini a lungo termine” afferma la testata Curbed. Ora, invece, questi appartamenti finiscono su Airbnb, per i turisti o i nomadi digitali che necessitano di un alloggio per periodi brevi.

La carenza di alloggi si fa notare in modo particolare negli ultimi tempi, in cui la scelta è davvero limitata e i prezzi per un affitto a lungo termine a Manhattan si sono alzati a una media di 3925 dollari al mese.

New York alloggi airbnb

È tutta colpa di Airbnb?

Secondo Airbnb, però, la carenza di alloggi a New York non è interamente colpa del colosso del renting a breve termine. “I prezzi degli affitti sono aumentati e i permessi rilasciati dalla città per lo sviluppo di nuove unità rimangono in calo di una percentuale a due cifre” afferma un portavoce di Airbnb a Curbed. Inoltre, alcuni annunci di Airbnb potrebbero essere disponibili solo per alcune settimane all’anno.

Airbnb è ampiamente utilizzata da turisti e viaggiatori, ma gli hotel vedono la piattaforma come una concorrenza senza licenza e i consigli comunali e i sostenitori dell’edilizia affermano che tolgono migliaia di affitti dal mercato e distorcono i prezzi dello stesso. Il problema ovviamente è particolarmente acuto nelle città con mercati immobiliari limitati come New York e San Francisco. E anche quest’ultima ha emanato leggi che limitano gli affitti.

Al di fuori delle particolari leggi in queste città, Airbnb è riuscita a creare una piattaforma amata dagli utenti, che consente di trovare l’alloggio giusto tra migliaia di scelte. Non si possono nemmeno biasimare i proprietari degli appartamenti che decidono di iscriversi alla piattaforma: il guadagno di un alloggio su Airbnb è completamente differente da quello di un affitto a lungo termine, nonostante sia molto più impegnativo.

Ovviamente l’ottica di avere più annunci Airbnb che appartamenti in affitto non è ottimo nel brutale marcato degli affitti a New York. Ma è la conseguenza di una trasformazione radicale attualmente in corso nelle metropoli: le grandi città sono sempre più a misura di turista. E, spesso, i turisti preferiscono appartamenti isolati e tranquilli, con una cucina e tutte le comodità del caso, rispetto a una stanza d’hotel.

Offerta
AMERICAN TOURISTER Soundbox - Spinner S Espandibile Bagaglio...
  • La prima valigia American Tourister in polipropilene con chiusura con zip ed espandibilità
  • Espandibile a 55 x 40 x 23 cm, 41 L
  • Leggera e resistente grazie al materiale polipropilene
Source
Engadget

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button