fbpx
AutoMotori

The Grand Tour, lo “speciale Lockdown” in arrivo su Amazon Prime Video

Le grandi auto degli anni 70 protagoniste dello speciale di "The Grand Tour"

Il 30 Luglio arriverà sulla piattaforma streaming Amazon Prime Video lo speciale “Lockdown” della serie “The Grand Tour”. Si tratta di un appuntamento imperdibile per i fan dei motori e in particolare delle auto, che di certo conosceranno la celebre trasmissione. Lo special sarà diviso in due episodi distinti.

Ecco le premesse dell’evento dell’evento speciale “Lockdown” di “The Grand Tour”:

Confinati nel Regno Unito causa Covid, Jeremy, Richard e James si lanciano in uno “Speciale Lockdown” per celebrare le grandi auto americane degli anni ‘70 viste negli show televisivi da bambini, e per scoprire come mai – visto che i loro padri guidavano delle terribili Austin Allegro – questi fantastici veicoli non abbiano mai preso piede in Gran Bretagna.

Alla guida di una Cadillac Coupe De Ville come Elvis, una Lincoln Continental come Jock Ewing nella serie Dallas, e una Buick Riviera come quella guidata da Clint Eastwood, i tre presentatori porteranno le iconiche automobili di Detroit in un viaggio on the road nei meravigliosi paesaggi scozzesi. E anche se questa volta giocheranno in casa, questo viaggio durante il lockdown si rivelerà una delle avventure più divertenti, ricche d’azione e di fascino degli ultimi anni.

Le sfide dello special “Lockdown” di “The Grand Tour”

L’evento sarà articolato in due episodi, il primo dei quali approderà come detto il 30 Luglio sulla piattaforma. Sarà ambientato per le strade di Edinburgo e ai confini della Scozia, in location suggestive e dalle condizioni estreme per i piloti.

Si susseguiranno eventi divertentissimi, come uno scontro tra auto sovietiche ed americane in stile “Guerra Fredda” o alla guida delle muscle car per il celebre viaggio del Pizza Express. Tanta varietà e auto di tutti i tipi, per quello che si preannuncia un appuntamento imperdibile per chi ha qualche anno sulle spalle ed è appassionato delle quattro ruote.

Source
Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button