fbpx
NewsSoftwareTech

Apple promuove per errore delle app truffa nell’App Store

Alcuni sviluppatori in Australia riportano l'errore del colosso di Cupertino

Alcuni sviluppatori in Australia hanno segnalato che Apple ha promosso dei software truffa nella sezione dedicata dell’App Store. Un’applicazione che costa 13 dollari alla settimana, ma che non fa assolutamente niente una volta scaricata.

Apple promuove delle applicazioni truffa nell’App Store

Durante il processo fra Apple ed Epic, la giustificazione più incalzante che la Mela ha proposto per non permettere store e pagamenti all’infuori dell‘App Store è il controllo della qualità. Per dare un servizio di qualità devono controllare l’accesso con i filtri del proprio negozio di applicazioni. Quindi risulta ancora più eclatante quando trapelano applicazioni truffa su iOS. E questa volta Apple ne ha persino promossa una per il download.

Nello store australiano, Apple ha promosso un applicazione chiamata Jelly: Slime simulator, ASMR. L’applicazione era nelle Stories che promuovono nuovi software, nella collezione di app che simulano il rilassamento con i fanghi. Un argomento diverso e originale. Se non fosse che Jelly: Slime simulator ASMR non fa praticamente niente e costa 13 dollari al mese. Apple ha rimosso l’articolo e la promozione quando online gli utenti hanno evidenziato la cosa.

apple app store truffa-min

Ma non è un caso isolato. A giugno il Washington Post ha pubblicato un articolo che evidenzia come quasi il 2% delle app più redditizie su App Store sono truffe. Qualcosa che si scontra con le parole di Tim Cook, che aveva detto che l’App Store è “un posto dove i clienti possono trovare una grande varietà di opzioni, ma possono sentirsi sicuri che la selezione sia di alta qualità, affidabile e aggiornata”.

Se da un lato è capibile che Apple non possa controllare qualsiasi applicazione sull’App Store, dall’altro potrebbe perlomeno controllare le app che promuove attivamente. Altrimenti si potrebbe pensare che le limitazioni imposte a Epic che hanno scatenato la causa non siano solo nell’interesse dei clienti.

I riflettori sono puntati con più decisione verso la Mela in questi mesi, per buone ragioni. Per mantenere la reputazione, dovrebbe stare più attenta a errori di questo tipo. E controllare con maggior precisione l’App Store, che vuole proteggere a ogni costo.

Bestseller No. 1
MOSISO Borsa a Tracolla Compatibile con 13-13,3 Pollici...
  • Dimensioni interne: 13,19 x 0,79 x 9,65 pollici / 33,5 x 2 x 24,5 cm (L x P x A); Dimensioni esterne: 13,78 x 0,79 x...
  • Presenta uno strato di imbottitura in schiuma e un soffice rivestimento in tessuto pile per assorbire urti e urti e...
  • Tracolla imbottita rimovibile e regolabile varia da 27,6 a 48,8 pollici massimo, le maniglie superiori possono anche...
Source
9to5Mac

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button