fbpx
CulturaNews

In Italia dove si parla meglio l’inglese? Ce lo dice Babbel

Il test d’ingresso di inglese di Babbel ha dimostrato che non sono le grandi capitali le più "english"

L’avreste mai detto? Nella città di Latina sanno meglio l’inglese di Roma o Milano. È ciò che è emerso da una recente ricerca svolta da Babbel.

Piccole città alla ribalta

Molte città italiane hanno un punto in comune, utilizzano Babbel, la app per imparare le lingue online. Ma per quanto la voglia di imparare possa essere la stessa, i risultati sono diversi: il test d’ingresso di inglese di Babbel, effettuato da 77.000 utenti, rivela che non sono le grandi città italiane a brillare. La prima in classifica risulta Latina con 93,1 punti su 100, seguita da Pavia e Nocera Inferiore, (rispettivamente 91,7 e 90,6). Milano, Palermo, Roma e Napoli seguono a distanza con punti tra i 79,5 e i 76,3.

Babbel report

I want it

I motivi per imparare una lingua sono tanti, c’è chi vuole allenare la mente, c’è chi ha l’interesse nei confronti di un’altra cultura, oppure migliorare le possibilità di carriera, ma anche prepararsi per le future vacanze è tra i motivi ricorrenti.

[amazon_link asins=’8867314378,8848001378,8808221296′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’89baec2d-651a-4baf-a7b6-0793636fcddb’]

Il sondaggio svolto sugli utenti Babbel 2019 ha appena rivelato differenze consistenti tra gli italiani. Imparare una lingua straniera per utilizzarla a lavoro è una priorità per il Trentino-Alto Adige (42%), la Campania (39%) e la Sicilia (37%), mentre l’Emilia Romagna e il Lazio preferiscono allenare la mente e migliorare le prestazioni cerebrali, rispettivamente con un’incidenza sul 46% e il 41%. Chi pensa a prepararsi alle vacanze? Non il Trentino Alto-Adige, con solo il 16% delle risposte – che dimostra però un grande interesse nella voglia di comunicare con amici e conoscenti (35%) – seguito dal Friuli Venezia-Giulia, con il 24%. I più “vacanzieri” sono i piemontesi con il 31%, seguiti da vicino dalla Lombardia e dalla Sicilia (rispettivamente 30% e 29%).

La volontà di emigrare è un altro fattore molto forte. Le regioni in cui questo motivo è più sentito sono la Sicilia, la Calabria e la Sardegna (rispettivamente con il 38%, 35% e 34%), rispetto alla media nazionale del 25%.

Ma chi impara un’altra lingua per amore? La Sicilia si fa notare anche qui, con il 9%, a pari merito del Trentino-Alto Adige. I meno romantici? Gli abitanti di Calabria, Umbria e Marche, che hanno motivato la scelta “amorosa” con lo 0% delle risposte.

Elisa Erriu

"Lo scrivere" è il suo mestiere. Ma oltre alla coltre delle sue varie esperienze giornalistiche e dei suoi Master, c'è un mondo fatto di fantasy, anime, film, videogame, musica, Ichnusa, My Little Pony e oggettistica del Re Leone (l'originale!). Attenzione: se pronunciate per tre volte il suo nome giapponese, apparirà alle vostre spalle.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button