fbpx
bot telegram rivela numeri di telefono utenti Facebook

Telegram ha chiuso centinaia di canali che fomentano la violenza negli USA
Il CEO Pavel Durov annuncia la chiusura per paura che la violenza dell'attacco al Parlamento americano possa ripetersi


Telegram chiude molti canali americani sulla piattaforma che invocano apertamente alla violenza. L’annuncio del CEO e fondatore Pavel Durov arriva quasi due settimane dopo l’attacco terroristico al Parlamento americano, a seguito del quale la maggior parte delle piattaforme social ha eliminato gli account di chi fomenta la violenza.

Telegram chiude i canali violenti negli Stati Uniti

In un post sul blog ufficiale dell’app di messaggistica, Durov ha spiegato che sebbene gli utenti americani rappresentino solo il 2% dei clienti di Telegram, il team di moderazione USA ha ricevuto molte segnalazioni. Secondo il fondatore di Telegram, in questi canali si incitava all’uso della forza fisica, prima e dopo l’attacco al Campidoglio. In risposta a queste sedizioni, il team ha “agito con decisione chiudendo i canali USA che hanno incitato la violenza”.

Violazione dei Termini di Servizio di Telegram

Secondo il team dell’applicazione, “Telegram accoglie i dibattiti pacifici e le proteste ma i nostri Termini di Servizio proibiscono esplicitamente la distribuzione pubblica di incitamenti alla violenza”. Durov ha spiegato che attivisti in tutto il mondo usano l’app per organizzare proteste e manifestazioni. Ma non possono farlo per compiere atti violenti e terroristici.telegram canali chiusi attacco al campidoglio

Telegram ha chiuso i canali pubblici che fomentavano la violenza, mentre le conversazioni private sono criptate e inaccessibili dal server. Quindi sembra che nessun utente sia stato escluso dalla piattaforma o riportato alle autorità. L’azienda russa ha usato una tattica simile a quella dell’app per walkie-talkie Zello, che ha espresso rammarico per l’uso dell’applicazione durante l’assalto al Campidoglio.

Potete leggere il post di Durov a questo indirizzo. Telegram sta cercando di gestire al meglio questa controversia, bilanciando il dovere civico di opporsi alla violenza con la privacy di cui ha sempre fatto vanto. Sebbene non sia esente da rischi informatici (come spieghiamo in quest’articolo), ci tiene a porsi come l’alternativa attenta alla privacy e sicura di WhatsApp. La sfida della moderazione dei canali non è banale: ne sentiremo ancora parlare nei prossimi mesi.

Samsung Smartphone Galaxy S21 5G, Caricatore incluso,...
  • La confezione contiene anche il caricabatterie Samsung da 25W per la Ricarica rapida, per ricaricare il tuo Galaxy S21...
  • Fotocamera da 64MP per immagini nitide. Milioni di pixel per catturare tutti i dettagli, anche quelli che non vedi ad...
  • Con lo Space Zoom 30x e l'intelligenza artificiale cogli i dettagli in maniera nitida, anche da lontano. Sfrutta lo zoom...

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.