fbpx
LifestyleNews

Craiyon, l’intelligenza artificiale che genera immagini da una breve descrizione

Basta descrivere una situazione e questa diventerà realtà

Matt Laming, un ragazzo di 19 anni del Regno Unito, ha raggiunto un milione di follower su Twitter in circa un mese semplicemente condividendo delle strambe immagini generate da un’intelligenza artificiale. Si chiama Craiyon, nato da un’idea dell’ingegnere Boris Dayma, ed è un sistema di intelligenza artificiale in grado di generare immagini in un modo davvero unico: basta descriverle. Ma vediamo come funziona.

Craiyon, il sistema di intelligenza artificiale che rende realtà ogni cosa che immaginate

Il giovane Matt Laming ha passato un mese a condividere strane immagini su Twitter, generate da un sistema di intelligenza artificiale. Conosciuto online come @weriddalle, ha condiviso immagini che ritraggono cose come persone che passano l’aspirapolvere nella foresta; il Demogorgone di “Stranger Things” di Netflix con in mano una palla da basket e un pupazzo che assomiglia molto a Danny De Vito.

Queste e altre immagini, che vanno dal ridicolo all’inquietante, sono state create con un sistema di intelligenza artificiale liberamente disponibile chiamato Craiyon. Per usarlo, basta semplicemente digitare ciò che vorreste – come “un gatto arcobaleno che suona la chitarra” – e in risposta genererà le immagini. “Penso che sia l’attrazione principale: puoi trasformare qualsiasi cosa in realtà”, ha detto Laming in un’intervista con CNN Business.

Nato da un’idea di Boris Dayma, un ingegnere di apprendimento automatico con sede a Houston, Craiyon sta rendendo popolare una tendenza in crescita nell’IA. I computer stanno migliorando sempre di più nella produzione di immagini dall’aspetto sempre più realistico. Ultimamente, le persone digitano circa 5 milioni di comandi al giorno, ha detto Dayma.

Il sistema si ispira ad altre tecnologie esistenti, ma poco accessibili

Esistono sistemi di intelligenza artificiale simili e molto più potenti di Craiyon, come DALL-E di OpenAI (Craiyon era inizialmente chiamato DALL-E Mini come omaggio) e DALL-E 2, oltre a Imagen di Google. Ma a differenza di Craiyon, che chiunque può provare, la maggior parte di questi non sono disponibili al pubblico. DALL-E 2 è infatti aperto agli utenti solo su invito, mentre Imagen non è stato aperto agli utenti al di fuori di Google.

“Penso che sia importante poter avere un’alternativa in cui tutti abbiano lo stesso accesso a questo tipo di tecnologia”, ha affermato Dayma.

Nel processo, tuttavia, Craiyon sta effettivamente fungendo da test per ciò che potrebbe accadere in futuro se qualcuno potesse accedere a tali sistemi di intelligenza artificiale e generare immagini con poche parole. E come per molte tecnologie nascenti, è un lavoro molto lungo. A breve termine, se non controllato, potrebbe produrre risultati che rafforzano stereotipi e pregiudizi.

Le immagini generate da Craiyon non sono così realistiche come quelle che DALL-E 2 o Imagen possono creare, ma sono comunque affascinanti. Per ora, ovviamente, Craiyon viene utilizzato principalmente per divertimento da persone come Laming. Forse in parte perché i suoi risultati non sono così nitidi o fotorealistici come le immagini che possono generare DALL-E 2 o Imagen, ma anche perché le persone stanno ancora cercando di capire per quale scopo utilizzarlo, al di là di quello ludico.

Molte delle immagini che Laming pubblica su Twitter provengono da un forum Reddit che ha creato per consentire alle persone di pubblicare le descrizioni e le immagini ottenute. Questo è lo stesso approccio che adotta per un altro account Twitter che gestisce, @spotifyweird, che twitta strane playlist di Spotify.

La paura di alcuni esperti

Secondo Mar Hicks, professore presso l’Illinois Institute of Technology che studia la storia della tecnologia, questo sistema è tanto divertente quanto pericoloso. Craiyon, infatti, genera sempre un’immagine dalla descrizione, invece di filtrare alcune descrizioni mostrando un errore. Hicks è preoccupato per la capacità del sistema di intelligenza artificiale di rispondere a qualsiasi richiesta scritta. Ciò può alimentare alcuni stereotipi, poiché l’AI si basa su dati provenienti da internet, il che significa che le immagini che creano possono anche mettere a nudo una serie di pregiudizi tra cui genere, razza e stereotipi sociali.

Dayma ne è consapevole. Una sezione “Domande frequenti” sul sito Web di Craiyon menziona che il modello dai dati di Internet può comportare “immagini che contengono stereotipi dannosi” e che coloro che stanno dietro Craiyon stanno lavorando per documentare e analizzare i suoi pregiudizi. Purtroppo, come afferma lo stesso Dayma, non è facile prevedere cosa Craiyon può o non può disegnare.

Sicuramente, se utilizzato con buon senso, si tratta di uno strumento estremamente divertente e affascinante, specialmente se usato in compagnia per inventare descrizioni più stravaganti. A proposito, ecco il nostro gatto arcobaleno che suona la chitarra.

craiyon intelligenza artificiale disegni
Offerta
Lenovo D24-20 Monitor - Display 23.8" FullHD (1920x1080, VA,...
  • Display 23.8" Full HD con risoluzione 1920 x 1080, pannello VA, 4ms, 75Hz, luminosità fino a 250 nits, precisione del...
  • Design elegante; monitor dal gusto minimalista, design contemporaneo; bordi ultrasottili su tre lati; accattivante...
  • AMD FreeSync; Il tempo di latenza di 4ms ottimizza la responsività dello schermo e la funzionalità adattiva AMD...
Source
CNN Business

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button