fbpx
Veicoli autonomi

Veicoli autonomi: la California sdogana i piccoli veicoli commerciali


Nel controverso mondo dei veicoli autonomi, la California dice la sua e dà il permesso di utilizzare la guida autonoma ai piccoli veicoli commerciali.

Veicoli autonomi: il via libera in California

I piccoli veicoli commerciali potrebbero diventare comuni tra le strade della California.

Il dipartimento di stato dei veicoli a motore (DMV) dà accesso all’uso di questi veicoli, di massa inferiore a 4,5 tonnellate, alle fasi di test e all’uso commerciale.

Le compagnie avranno bisogno di una patente che sarà diversa a seconda se il veicolo avrà bisogno, o no, di un guidatore (fisico) di riserva.

I test con il guidatore di riserva richiederanno prova di test importanti effettuati sotto determinate condizioni, in particolare i guidatori dovranno essere guidatori formati, con uno storico pulito della loro attività di guida, ma soprattutto dovranno essere fatti report tempestivi in caso di collisioni ed interventi umani.

Invece, per i test totalmente autonomi, senza guidatore, dovranno essere informate le autorità, occorrerà stabilire un link con un operatore in remoto, un piano di interazione della polizia ed ulteriori verifiche che le macchine rispettino gli standard federali di sicurezza così come le capacità di totale autonomia (livello 4 o 5).

Maggiori garanzie per l’uso pubblico

Nel caso in cui questi veicoli dovessero essere adoperati per uso pubblico, occorreranno più strumenti di sicurezza: i registri dei dati di ogni veicolo, la certificazione di resistenza a cyber attacchi e la sicurezza che sia possibile usare e divulgare le informazioni relative al proprietario del veicolo e dell’operatore in caso di incidente.

Il DMV è in grado di approvare queste “patenti” tra 30 giorni o, al più tardi, intorno al 17 gennaio 2020 e ci sono già delle compagnie in fila per accaparrarsi questi permessi.

Nuro, nota per i suoi veicoli completamente senza guidatore.

Ford e Waymo sono alcune delle aziende già in lista.


Matteo Bonanni

author-publish-post-icon
Musicista di professione e malato di tecnologia per indole, mischio sempre musica e tecnologia senza soluzione di continuità perché mi piace circondarmi di cianfrusaglie tecnologiche mentre faccio tutto il resto!
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link