CulturaNewsTech

Facebook ha condiviso i suoi dati con alcune società cinesi, tra cui Huawei

La scorsa giornata, martedì 5 giugno, Facebook ha pubblicamente ammesso che di aver concesso degli speciali permessi a Huawei. Tali permessi avrebbero consentito al noto produttore elettronico di accedere ai dati degli utenti iscritti al social network.

Inutile dire che la notizia ha immediatamente innescato diverse polemicheme e la preoccupazione che le proprie informazioni personali siano già state compromesse. Va sottolineato che lo stesso tipo di accordo sarebbe stato stipulato tra Facebook e altre tre compagnie particolarmente vicine al governo cinese, ovvero Lenovo, Oppo e TLC, come parte di un'ampia strategia aziendale mirata alla crescita della community di Facebook.

Facebook e Huawei, la rabbia del Congresso USA

La notizia non sarebbe stata accolta positivamente dal Congresso statunitense e dai servizi di sicurezza americani, che in passato avevano già allertato le autorità circa il pericolo rappresentato da Huawei e dalle altre compagnie cinesi nei confronti degli USA.

Sappiamo che gli accordi per la condivisione di dati erano stati già avviati da Facebook nel "lontano" 2007, inaugurando questa strategia con colossi quali Apple, Samsung e Blackberry. Accedendo ad alcune funzionalità nascoste di Facebook, i grandi produttori hanno potuto raccogliere parte delle informazioni relative agli utenti che utilizzavano il celebre social network sui dispositivi da essi commercializzati.

Funzionamento analogo riguarda, dunque, i dispositivi Huawei, come parte della più recente partnership tra la compagnia di Mark Zuckerberg e la casa di Shenzhen. Ciò che il Congresso statunitense teme, in particolare, è che il governo cinese possa chiedere l'accesso alle comunicazioni immagazzinate nei dispositivi e nei server di Huawei.

Quest'ultima avrebbe smentito tale supposizione, ma il Pentagono ha già preso seri provvedimenti bandendo le vendite dei device Huawei all'interno delle basi militari USA.

Come affermato dalla stessa Facebook, i dati del social network non sarebbero stati immagazzinati nei server Huawei, ma direttamente sui loro dispositivi; a tal proposito non ha potuto dichiarare niente il colosso cinese. In ogni caso, la società guidata da Zuckeberg ha affermato di voler concludere l'accordo con Huawei entro questa settimana.

Tags

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker