fbpx
CulturaNewsSpettacoli

Fear Street avrà un seguito? I piani della regista Leigh Janiak

La regista ha l'ambizione di creare una sorta di Marvel Cinematic Universe horror.

Nel corso delle ultime settimane, fra i prodotti di maggior successo su Netflix c’è sicuramente Fear Street, trilogia horror diretta da Leigh Janiak distribuita con cadenza settimanale sulla piattaforma. Un viaggio a ritroso nel tempo e nella storia del cinema horror, con il focus sempre puntato sugli adolescenti (se non l’avete ancora letta, ecco la nostra recensione). Il finale della trilogia e l’ampiezza dell’universo narrato, tratto dalla serie di libri per ragazzi di Robert Lawrence Stine, lascia la porta aperta a un eventuale seguito. Nel corso di un’intervista concessa a IndieWire, Leigh Janiak è scesa nel dettaglio di questa ipotesi, lanciandosi addirittura in un importante paragone con il Marvel Cinematic Universe per descrivere le sue ambizioni per il futuro di Fear Street:

Una delle cose eccitanti di Fear Street è il fatto che l’universo è grande e consente molto spazio. Una delle cose di cui ho parlato prima di essere assunta è che abbiamo il potenziale per creare un Marvel Cinematic Universe horror, in cui puoi avere assassini slasher di molte epoche diverse. Il canone della nostra mitologia principale è costruito attorno al fatto che il diavolo vive a Shadyside, quindi c’è spazio anche per tutto il resto.

Il futuro di Fear Street

Fear Street

Ovviamente, un eventuale seguito di Fear Street è strettamente correlato al riscontro del pubblico. Anche se il riscontro del pubblico e degli addetti ai lavori è stato abbastanza positivo, Netflix non ha ancora fornito dei dati precisi sulle visualizzazioni, per cui non possiamo ancora farci un’idea sulla possibilità di un sequel. Questo il pensiero della regista in proposito:

La mia speranza è che al pubblico piaccia abbastanza da poter iniziare a costruire di più. Possiamo pensare a cosa sarebbe un’altra trilogia, cosa sarebbero gli stand-alone, cosa sarebbe la TV. Non penso nemmeno più a Fear Street nelle canoniche categorie di TV e film. Questo è l’aspetto grandioso di Netflix e di Fear Street, che è una specie di novità ibrida. Sono entusiasta della possibilità che qualcos’altro possa accadere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button