fbpx
CulturaEventiSpettacoli

Al via oggi il Festival di Cannes. Ecco il programma

Inizia la settantaquattresima edizione della rassegna cinematografica, dopo l’annullamento dello scorso anno. Scopriamo i film in concorso

Finalmente ci siamo: ha inizio oggi, martedì 6 luglio, la settantaquattresima edizione del Festival del cinema di Cannes.

La kermesse, che durerà fino a sabato 17, si svolgerà come al solito nel prestigioso Palais des Festivals et des Congrès.

Dopo lo stop dello scorso anno, dovuto alla pandemia, il Festival riparte in presenza. L’edizione del 2021 è stata posticipata di due mesi, rispetto al consueto appuntamento di maggio. E ci saranno misure piuttosto rigide per prevenire le infezioni da Coronavirus.

Sfogliamo assieme il programma dell’attesissimo appuntamento per tutti gli amanti del cinema e vediamo qual è il film italiano in concorso al Festival di Cannes edizione 2021.

Scopriamo poi quali sono le norme e le precauzioni adottate perché questo settantaquattresimo appuntamento con la prestigiosa rassegna cinematografica possa svolgersi nell’assoluta sicurezza.

La giuria del Festival di Cannes

Intanto, uno sguardo alla giuria. Il cui presidente sarà quest’anno il celebre regista statunitense Spike Lee, che campeggia nel manifesto ufficiale della kermesse.

A valutare le ventiquattro pellicole in gara assieme al regista di Malcom X saranno l’attrice e regista francese Mati Diop, la regista austriaca Jessica Hausner e il cineasta brasiliano Kleber Mendonça Filho, già in concorso a Cannes 2016 con Aquarius. Completano la giuria l’attrice Maggie Gyllenhaal e l’attore sudcoreano Song Kang-Ho, che abbiamo imparato a conoscere in Parasite. E poi la cantautrice Mylène Farmer, l’attrice Mélanie Laurent e Tahar Rahim, attore francese di origini algerine.

festival di cannes

I premi speciali

Prima di scoprire i film in concorso in questa settantaquattresima edizione, ricordiamo che anche quest’anno al Festival di Cannes si assegnano alcuni premi speciali.

Venerdì 16 luglio il regista italiano Marco Bellocchio riceverà la Palma d’Onore, a dieci anni di distanza dal Leone alla Carriera ricevuto al Festival di Venezia. È la sesta assegnazione della Palma d’Onore, dopo quella a Clint Eastwood, Agnés Varda, Francis Ford Coppola, Bernardo Bertolucci e Manoel de Oliveira.

A Jodie Foster, che sarà tra gli ospiti d’onore della cerimonia d’apertura al Palais des Festivals et des Congrès, andrà la Palma d’oro alla carriera.

Film in concorso e programma

Saranno dunque ventiquattro i film in concorso alla settantaquattresima edizione del festival di Cannes. Eccoli, con l’indicazione per ciascuna pellicola degli orari di programmazione.

  • “Annette” di Leos Carax, alle 20.30 del 6 luglio e alle 9.30 del 7 luglio
  • “Ha’Berech” di Nadav Lapid, alle 16.00 del 7 luglio e alle 9.00 dell’8 luglio
  • “Tout s’est bien passé” di François Ozon, alle 19.00 del 7 luglio e alle 12.30 dell’8 luglio
  • “Lingui” di Mahamat-Saleh Haroun, alle 16.00 dell’8 luglio e alle 12.30 del 9 luglio
  • “Verdend Verste Menneske” di Joachim Trier, alle 22.30 dell’8 luglio e alle 9.00 del 9 luglio
  • “Benedetta” di Paul Verhoven, alle 18.30 del 9 luglio e alle 8.30 del 10 luglio
  • “La Fracture” di Catherine Corsini, alle 22.00 dell’8 luglio e alle 11.30 del 10 luglio
  • “Hytti n.6” di Juho Kuosmanen, alle 15.30 del 10 luglio e alle 11.45 dell’11 luglio
  • “Flag day” di Sean Penn, alle 22.00 del 10 luglio e alle 8.30 dell’11 luglio
  • “Drive my car” di Hamaguchi Ryusuke, alle 15.00 dell’11 luglio 
  • “Tre piani” di Nanni Moretti, alle 19.15 dell’11 luglio e alle 8.30 del 12 luglio
  • “Bergman Island” di Mia Hansen-løve, alle 22.15 dell’11 luglio e alle 11.30 del 12 luglio
  • “Petrov’s flu” di Kirill Serebrennikov, alle 15.30 del 12 luglio e alle 8.30 del 13 luglio
  • “The french dispatch” di Wes Anderson, alla 19.00 del 12 luglio e alle 12.15 del 13 luglio
  • “Ghahreman” di Asghar Farhadi, alle 15.30 del 13 luglio e alle 11.30 del 14 luglio
  • “Titane” di Julia Ducournau, alle 21.45 del 13 luglio e alle 8.30 del 14 luglio
  • “Red rocket” di Sean Baker, alle 15.30 del 14 luglio
  • “The story of my wife” di Ildiko Enyedi, alle 18.45 del 14 luglio e alle 11.30 del 15 luglio
  • “Les olympiades” di Jacques Audiard, alle 22.30 del 14 luglio e alle 8.30 del 15 luglio
  • “Memoria” di Apichatpong Weerasethakul, alle 15.30 del 15 luglio
  • “France” di Bruno Dumont, alle 19.00 del 15 luglio e alle 12.00 del 16 luglio
  • “Haut et fort” di Nabil Ayouch, alle 22.30 del 15 luglio e alle 09.00 del 16 luglio
  • “Nitram” di Justin Kurzel, alle 16.00 del 16 luglio
  • “Les Intranquilles” di Joachim Lafosse, alle 19.00 del 16 luglio

Ad arricchire il palinsesto ci sono poi otto film fuori concorsi, e i diciannove titoli della sezione Un certain regard.

Nanni Moretti

Grande attesa per Nanni Moretti

L’Italia è presente al Festival di Cannes con Nanni Moretti, già vincitore della Palma d’oro nel 2001 con “La stanza del figlio” e presidente di giuria nel 2012.

“Tre piani”, che sarà proiettato alle 19.15 dell’11 luglio e alle 8.30 del 12 luglio, prende ispirazione dal libro dell’israeliano Eshkol Nevo, uscito nel nostro Paese con Neri Pozza.

Offerta
Tre piani
  • Nevo, Eshkol (Author)

Le misure anti Covid

Sarà un Festival di Cannes a misura di Coronavirus.

In sala e nel Palais des Festivals et des Congrès ci sarà l’obbligo di mascherina.

Si dovrà mostrare un certificato che attesti il completamento del ciclo vaccinale da almeno due settimane o l’esito negativo di un tampone nelle 48 ore precedenti. Il Festival mette inoltre a disposizione un laboratorio perché stampa e addetti ai lavori seguano il festival in sicurezza, con possibilità di tamponi salivari gratuiti.

E per autorizzare le star a togliersi la mascherina al momento delle foto di rito è stata chiesta una deroga al Prefetto.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button