fbpx
Oval app risparmio

Giornata Mondiale del Risparmio: Oval e le abitudini finanziarie nel Covid
L'app ha fornito alcuni dati interessanti sui movimenti e risparmi degli italiani


In occasione della Giornata Mondiale del Risparmio, Oval, l’app che rivoluziona e rende smart risparmi e investimenti, svela alcune interessanti curiosità sul comportamento degli utenti, anche nell’era del Covid. Il 31 ottobre si celebra la Giornata Mondiale del Risparmio, e come ogni anno è anche l’occasione per confermare quanto gli italiani siano un popolo di risparmiatori. D’altronde, i numeri parlano chiaro: a settembre la liquidità presente sui conti correnti ha toccato il record di 1.682 miliardi di euro con un incremento dell’8%, +125 milioni di euro su base annua (dati ABI).

La capacità di risparmio degli italiani ammonta a un totale di 1.681,9 miliardi di euro, superiore forse a quello che sarà il PIL 2020. A giudicare dal Global Attractiveness Index, però, gli italiani che usano strumenti finanziari sono ben pochi: su circa 25,5 milioni di famiglie, 18,5 milioni non li usano, subendo gli effetti dell’inflazione. I motivi sono fortemente connessi a una scarsa alfabetizzazione finanziaria, che spinge le persone a tenere fermi miliardi di euro.

Gli effetti della pandemia sui risparmi

Per quanto riguarda l’impatto della pandemia sull’attitudine al risparmio, a rigor di logica dovrebbe averla rafforzata. Va detto che durante il lockdown non è stato facile spendere, a questo va aggiunto che i timori di un futuro incerto hanno creato un senso di vulnerabilità. I dati della Banca Centrale Europea lo confermano: nel solo mese di marzo sono stati risparmiati 16,8 miliardi di euro rispetto a una media di 3,4 miliardi. Secondo l’ultimo rapporto Censis-Assogestioni, inoltre, il 38,9% degli italiani ha incrementato i risparmi durante il lockdown.

Oval: le buone abitudini si imparano

Oval è l’app che ha rivoluzionato e reso smart risparmi, pagamenti e investimenti. Con oltre 450.000 utenti che hanno iniziato un nuovo percorso finanziario, Oval ha una visione di finanza semplice, accessibile e inclusiva. Questa  permette di sviluppare buone abitudini di risparmio, consente di migliorare le proprie conoscenze e di investire su prodotti ad hoc, con la massima trasparenza e semplicità.

Cogliendo l’occasione della Giornata Mondiale del Risparmio, Oval ha svelato alcune curiosità circa il comportamento dei propri utenti, anche in relazione al periodo della pandemia. Gli utenti Oval non hanno cambiato radicalmente le proprie abitudini di risparmio. Molti (58%) hanno deciso di spostare proprio in questi ultimi mesi parte dei propri risparmi verso prodotti di investimento a capitale protetto. Mentre parte d’Italia reagiva alle incertezze mettendo da parte il più possibile, gli utenti Oval scoprivano i benefici dell’investimento protetto. La lezione è chiara: ciò che ha determinato l’impennata di risparmi è stato soprattutto il mix tra la pandemia e la scarsa consapevolezza dell’esistenza di strumenti finanziari sicuri con cui combattere i periodi di incertezza.

Le buone abitudini pagano

La tendenza tra gli utenti Oval a sviluppare una routine virtuosa di risparmio e investimento traspare dagli altri dati forniti. Per esempio gli utenti che prima di scaricare l’app non avevano mai fatto operazioni di investimento, oggi hanno in media fino a 3 posizioni aperte. Tra le fasce d’età, la più regolare nel risparmio e negli investimenti è quella compresa tra i 30 e i 35 anni. Hanno in media 4,2 regole di risparmio attive sul loro account, mettono da parte mediamente 132 euro il primo mese e arrivano ad averne 8 volte di più dopo un anno, e oltretutto convertono il 33% del totale risparmiato in investimenti.

Infine, è sempre graditissima l’automazione, sia nel risparmio che negli investimenti. Il 76% di tutti gli utenti Oval crea delle regole automatiche per incrementare il proprio risparmio nel tempo. Situazione che permette di sviluppare buone abitudini, mentre per gli investimenti c’è più varietà poiché di solito un utente ha tra le 2 e le 3 posizioni aperte. Anche qui, però, c’è un buon 18% di utenti che si affida alla modalità di investimento ricorrente settimanale.

Dal risparmio all’investimento

Degli utenti che utilizzano Oval da settembre 2019, il 57% ha aumentato il proprio risparmio settimanale medio. Tra questi, il 34% lo ha incrementato di oltre il 40%. Non solo, oltre la metà degli utenti considerati ha potenziato gli investimenti e tra questi, il 73% li ha ampliati di oltre il 40%. Nel periodo tra marzo 2020 e agosto 2020 gli investitori ricorrenti sono aumentati del 39,69%. Dati quindi molto interessanti svelati da Oval verso la Giornata Mondiale del Risparmio.


Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"