fbpx

Hello! Spank: Aiko e quel legame scritto nel destino
Quella del simpaticissimo cagnolino e della sua padrona Aiko è la storia di un amore destinato a nascere dai dolori del passato


Il nostro viaggio nel ricordo dei mitici cartoni degli anni 80′ continua con Hello! Spank. Il manga, creato da Shun’ichi Yukimuro e Shizue Takanashi, nel 1981 viene proposto in Tv come anime. Dopo Holly e Benji, Mila e Shiro, l’Uomo Tigre, Il Grande Mazinga, Tartarughe Ninja alla riscossa e Gigi La Trottola, avventuriamoci nella storia del simpaticissimo Spank.

La trama di Hello! Spank

Quella del dolce, goffo e sensibile Spank è una storia di sentimenti e fedeltà. Ha inizio quando Aiko Morimura (Aika nella versione italiana), ragazza di quattordici anni, è costretta a trasferirsi nella città di mare dove vive lo zio dopo la partenza della madre per Parigi. Non si hanno invece notizie del padre, a quanto pare scomparso in mare con il suo yacht nel mezzo di una bufera. Arrivata nella tranquilla cittadina, Aiko deve affrontare un altro evento nefasto: la sua cagnetta Papy muore in un incidente stradale. Il vecchio saggio del porto, che i ragazzi della spiaggia chiamano nonno Jem, decide allora di affidarle Spank. Si tratta di un grosso cucciolo di cane bianco con le orecchie scure il cui padrone aveva subito il terribile destino del padre.

Spank PadronaUna coppia inseparabile

Inizialmente Aiko non è convinta di adottare un animale impacciato e goffo. Saranno l’allegria e la tenerezza di Spank a conquistarla e farle decidere di tenerlo. Nel corso della serie, Spank farà amicizia con altri personaggi dell’anime: il gatto Torakiki (Torakichi nella versione originale), che indossa una cravatta rossa al collo; la raffinata Micia, una gattina siamese bella e snob, con un carattere molto simile alla sua padroncina Serino (Serina nell’edizione italiana), compagna di classe di Aiko. Spank perderà la testa per Micia: impossibile non ricordare i suoi occhi a forma di cuore ad ogni loro incontro.

Aiko e l’amore sfumato per Rei

Anche Aiko sembra legata sentimentalmente ad un ragazzo di nome Rei il quale però si allontana subito per motivi lavorativi. La sua passione per la musica classica lo porterà in l’Europa dove andrà a studiare pianoforte a Vienna. La serie non svela la verità sul rapporto tra i due anzi,  una volta partito il giovane per l’Europa, quasi sembra ignorarlo. La loro possibile relazione scompare, dunque, ancor prima di nascere.

Aika e Spank, un legame scritto nel destino

Lungo la strada emergono nuovi personaggi, più o meno secondari. Nel corso della storia conosciamo infatti i compagni di scuola di Aiko insieme ai loro animali domestici di cui verranno narrate vite e avventure. Il tempo scorre via veloce con il mare a fare sempre cornice malinconica per entrambi i protagonisti. È proprio dal mare, infatti, che Aika e Spank attendono il ritorno di un affetto fondamentale per la loro vita: il padre e il padroncino. Un dettaglio non da poco che crea inevitabilmente un legame quasi scritto nel destino tra i due protagonisti che, in qualche modo, quasi dipendono l’uno dall’altro.

Il ritorno della madre di Aiko e la verità su suo padre
Tra le storie dei vari personaggi che si intrecciano, le risate ma anche il velo di malinconia che accompagna i due protagonisti, accade qualcosa di inaspettato: la madre di Aiko ritorna finalmente da Parigi. La donna, tornata in Giappone per andare a vivere definitivamente a Tokyo con la figlia, decide di rivelare finalmente la verità ad Aiko sul destino del padre. L’uomo scomparso in mare è in realtà morto. L’incredulità di Aiko alle parole della madre la porteranno a scappare di casa, dove tornerà una volta accettata la triste realtà. Costretta a far fronte ai tragici eventi, Aiko decide di partire con sua madre e Spank per Tokyo, dove vivranno tutti e tre insieme per sempre. Un finale di fronte al quale è impossibile non versare almeno una lacrima.

 

Hello! Spank: le differenze con il manga

Come spesso accade, gli eventi del manga Hello! Spank sono totalmente diversi dall’anime. Le differenze del manda arrivano sin da subito. Qui Aiko vive da sola con la madre (e non con lo zio), si diverte a scuola con gli amici Ryo e Shinako tutte le mattine corre sulla spiaggia con accanto il cagnolino Papy. Sarà Rei ad investire il cane con il suo camioncino per errore. Nonostante ciò, la ragazza supera la rabbia per l’incidente e crea con Rei un solido legame. L’incontro tra Aiko e Spank arriva poi durante il lutto della ragazza per la sua cagnolina. Spank, infatti, è presente in quanto compagno di giochi di Papy. Il suo padrone è Fujinami che non è lo zio della ragazzina.

Hello Spank AmoreIl padre è vivo

Nel manga Rei ha acquistato lo yacht del padre di Aiko. La madre rivela alla ragazza che in realtà il padre è vivo ed è diventato vedovo. L’uomo infatti già era sposato quando conobbe la madre di Aiko, che scappò via appena scoprì di essere incinta. Se dunque nell’anime piange la sua morte, nel manga Aiko riabbraccia il padre e tutti vivono insieme fino a quando l’uomo deve trasferirsi a Parigi per lavoro. Aiko resta in Giappone dal signor Fujinami e al liceo conosce Seiya. Rei decide di non frequentare più Aiko per la decisione di partire all’estero, dopo essersi iscritto all’università della marina militare. Il rapporto fra Aiko e Seiya cresce quando la ragazza aiuta in tutti i modi il ragazzo a realizzare il suo sogno di volare in deltaplano.

Spank e Aiko si separano

Inizia quindi una seconda parte della storia, dove viene raccontato che anche Aiko si trasferisce in Francia. Stessa decisione viene presa da Fujinami. Situazione che mette nei guai Spank, visto che Ryo, Shinako, Serino e Seiya non vogliono prendersene cura. Il cagnolino allora scappa via, finendo in un’altra città. È qui che viene trovato e accolto da Ai. La storia quindi ritorna a ripercorrere un sentiero già battuto ma con personaggi diversi. Quando poi Aiko torna in Giappone, Spank si trova a fare una scelta importante: con chi stare definitivamente, con lei o con Ai? Dopo un primo momento di incertezza, la scelta si rivelerà piuttosto ovvia: Spank rimarrà per sempre con Aiko.

Gli episodi della serie

Nel 1981 il manga Hello! Spank diventa una serie TV anime prodotta dalla Tokyo Movie Shinsha per un totale di più di 63 episodi. A questi va aggiunto un OAV di 95 minuti prodotto nel 1982, intitolato Le pene d’amore di Spank. Il manga ha vinto il Kodansha Manga Award del 1981 nella categoria shōnen e shōjo.

Hello Spank StancoLa sigla di Hello! Spank

La sigla italiana registrata nel 1981 è Hello! Spank di Luigi Albertelli e Vince Tempera è attribuita ad “Aiko & Company” sui supporti fonografici e a “I Cuccioli” nei crediti della videosigla della serie. Nel 1994 la sigla italiana fu cambiata e sostituita da una nuova cantata da Cristina D’Avena con il titolo Spank, tenero rubacuori, con cui fu rinominata la serie stessa.

La serie, con questa sigla, è stata replicata anche nel 1997, ma nel 2002 è stata ripristinata la prima sigla. In Germania e in Francia come sigla è stata utilizzata la base musicale della sigla italiana della serie animata Siamo quelli di Beverly Hills.

I personaggi principali di Hello Spank

Spank (スパンク Supanku?): un cane bianco che ha perduto il suo padrone in mare.
Aika (Aiko): è una ragazza che all’inizio della storia diventa la nuova padrona di Spank.
Saki: è una signora anziana che aiuta in casa come domestica.
Torakiki (Torakichi): è il gatto di Oyama e miglior amico di Spank.
Kyatto (Micia). Con il suo padrone Oyama studia il karate e judo.
Puppy: era il cane di Aiko morto in un incidente prima che arrivasse Spank.
Shinako: è l’amica e compagna di classe di Aiko.
Seya: è il padrone di Barone e compagno di classe di Aiko.
Barone: è il cane di Seya. Timido e curioso, è un grande amico di Spank.
Oyama: è un personaggio molto buffo, è il padrone di Torakichi.
Rei: è un marinaio più grande di Aiko ed è stato il primo padrone di Spank.
Serina (Serino): è la padrona di Kyatto e figlia di un proprietario della catena di alberghi.
Micia (Kyatto): è la gatta siamese dolce e snob di Serino, di cui Spank è innamorato.
Fanfan: è una cagnetta molto graziosa, simpatica e curiosa, che compare all’incirca a metà della serie.
Nonno Jem: è un vecchio saggio, amico di tutti.
Nelson: è un fotografo, è il miglior amico di Oyama.
Futaiba: è una ragazzina rompiscatole, è la sorella minore di Rio.


Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"