fbpx
NewsTech

Intel annuncia importanti novità per la sostenibilità dei suoi datacenter

Intel ha annunciato una serie di importanti investimenti per incrementare, sempre di più, la sostenibilità dei datacenter aziendali. L’azienda punta ad investire oltre 700 milioni di dollari in un nuovo laboratorio avanzato di ricerca e sviluppo e, contestualmente, ha presentato la prima soluzione di raffreddamento a liquido per immersione, lasciando aperta la proprietà intellettuale.

Nuovi investimenti per rendere più sostenibili i data center da Intel

Intel si prepara ad investire oltre 700 milioni di dollari per la realizzazione di un nuovo lavoratori di ricerca e sviluppo che si estenderà su di una superfice di 19 mila metri quadrati. La costruzione del laboratorio inizierà quest’anno, presso il campus Jones Farm in Oregon. L’apertura è prevista per la fine del 2023. Il laboratorio si occuperà di certificare, testare e progettare i prodotti Intel per datacenter.

Da notare, inoltre, che l’azienda ha anche presentato la prima soluzione di raffreddamento a liquido per immersione con proprietà intellettuale aperta e il reference design per i data center del settore. Si tratta di una soluzione di raffreddamento totalmente accessibile. Inizialmente, il progetto iniziale sarà completato con Intel Taiwan.

L’obiettivo di Intel è standardizzare le tecnologie di raffreddamento dei datacenter (che rappresentano l’1% di richiesta globale di elettricità) e investire in ricerca e sviluppo per sostenere le innovazioni future. Con questo nuovo investimento, Intel conferma il suo impegno per ridurre le emissioni.

Il commento dell’azienda

Sandra L. Rivera, executive vice president e general manager del Datacenter and AI Group di Intel, dichiara: “L’impegno di Intel nei confronti dei suoi partner globali è reso ancora più evidente dagli annunci di oggi. Il futuro e la progettazione del data center si basano su tecnologie e pratiche innovative e sostenibili. Sono orgogliosa del lavoro che svolgiamo ogni giorno per contribuire a far diventare realtà la nostra idea di futuro sostenibile”

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button