fbpx
CulturaFeaturedNewsScienza

MIND-VR: la realtà virtuale offre supporto psicologico a medici e infermieri

In partenza il progetto a favore del personale sanitario impegnato a contrastare il Covid-19

Grazie alla realtà virtuale, medici e infermieri impegnati nella lotta contro il Coronavirus hanno un alleato in più: MIND-VR.

Si chiama così il progetto nato dalla collaborazione tra l’Università degli Studi Milano-Bicocca e la piattaforma Produzioni dal Basso. Scopriamo di cosa si tratta.

Cos’è MIND-VR

MIND-VR è un progetto startup selezionato nel gennaio del 2020 all’interno del bando crowdfunding indetto dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca in collaborazione con la piattaforma Produzioni dal Basso.

Il progetto è stato concepito da Federica Pallavicini, Fabrizia Mantovani e Chiara Caragnano, tre psicologhe esperte nell’utilizzo di realtà virtuale e videogiochi a favore del benessere psicologico.

Obiettivo dell’iniziativa è la messa a punto e lo sviluppo di un contenuto psicoeducativo su stress e disturbi d’ansia ambientato nella realtà virtuale. Il contenuto è messo a disposizione gratuitamente in italiano e inglese per fornire supporto psicologico al personale sanitario ospedaliero coinvolto nell’emergenza COVID-19.

Il progetto è al via presso la Fondazione Ircss Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano. Il personale dell’istituto potrà giovarsi del contenuto psicoeducativo, realizzato in collaborazione con AnotheReality, startup italiana specializzata in soluzione immersive in realtà aumentata, realtà virtuale e realtà mista.

MIND-VR

I pericoli psicologici per medici e infermieri

Per garantire la continuità dell’assistenza sanitaria e contrastare la diffusione della pandemia da Coronavirus, il personale medico e infermieristico degli ospedali deve affrontare una serie di pericoli psicologici.

Ritmi di lavoro estenuanti, assieme alla necessità di gestire pazienti in condizioni di estrema sofferenza e lontani dai propri familiari costituiscono un enorme carico emotivo per il personale ospedaliero. Una simile condizione lavorativa mette il personale ospedaliero ad alto rischio di sviluppare sintomi psicopatologici di stress e disturbi, con gravi conseguenze sulla loro salute mentale e fisica.

MIND-VR contro stress e ansia

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato come la realtà virtuale rappresenti uno strumento altamente efficace per la prevenzione e il trattamento dei disturbi d’ansia.

L’obiettivo principale di MIND-VR è quello di sviluppare un’esperienza psicoeducativa virtuale immersiva che offra informazioni di base proprio per prevenire, o riconoscere e combattere, stress e disturbi d’ansia.
“Partendo da queste rilevanze scientifiche – spiega Eleonora Francesca Orena, neuropsicologa dell’Unità operativa Neuroanestesia e Rianimazione della Fondazione Besta – con MIND-VR l’obiettivo è coinvolgere medici e infermieri del nostro Istituto per testare i contenuti in realtà virtuale finora prodotti, verificarne l’efficacia e valutare anche il protocollo sperimentale a essi associato”.

“Sono particolarmente felice che le sperimentazioni di MIND-VR inizino in questo Istituto” spiega Federica Pallavicini, borsista di studio presso il Dipartimento di Scienze umane per la Formazione dell’ateneo milanese e a capo del team del progetto trasversale ai dipartimenti di Scienze per la Formazione e Medicina-Chirurgia. Qui circa due anni fa, durante il ricovero di un mio familiare, ho maturato il desiderio di pensare a soluzioni per il supporto psicologico basate sull’utilizzo della realtà virtuale da utilizzare in ambito ospedaliero”.

“MIND-VR non è soltanto un progetto, è la dimostrazione che la realtà virtuale ha enormi potenzialità anche in ambito psicologico”, aggiunge Fabio Mosca, Cto & Co-founder di AnotheReality. Siamo molto orgogliosi di aver contribuito alla realizzazione di un progetto ideato per professionisti che con dedizione e coraggio lottano quotidianamente in prima linea contro il Coronavirus”.

MIND-VR screenshot

Le quattro realtà coinvolte

Il contenuto nasce all’interno di Bicocca Università del Crowdfunding, programma di finanza alternativa che consente a studenti, ex studenti, docenti, ricercatori e dipendenti dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca di finanziare i propri progetti con il crowdfunding.

Produzioni dal Basso è la prima piattaforma di crowdfunding nata in Italia. Ricordiamo che il crowdfunding è una pratica di microfinanziamento dal basso che permette di avviare una campagna di raccolta fondi online per finanziare i propri progetti. Per il progetto MIND-VR, tra l’aprile e il giugno del 2020 sono stati raccolti 5000 euro.

AnotheReality, che ha tecnicamente realizzato il contenuto, è una startup italiana nata nel 2014, specializzata in soluzione immersive in XR. La sigla-acronimo XR definisce tutto ciò che può essere realtà aumentata, realtà virtuale e realtà mista.

A testare il contenuto sarà il personale medico e infermieristico della Fondazione Ircss Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano. La Fondazione è un polo di eccellenza per la ricerca e la cura delle più significative malattie neurologiche.

MIND-VR è scaricabile gratuitamente sia in lingua italiana che inglese sul sito del progetto. Può essere utilizzato sui due visori di realtà virtuale attualmente più diffusi sul mercato, Oculus Quest e Oculus Quest 2.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button