fbpx
NewsTech

Addio a Lou Ottens, l’inventore delle musicassette

Negli anni '60 rese tascabile la musica

Si è spento all’età di 94 anni Lou Ottens, l’ingegnere olandese e padre delle musicassette che passò l’intera carriera professionale in Philips cambiando l’industria della musica.

Lou Ottens, colui che rivoluzionò il modo di ascoltare la musica

Lou Ottens cominciò a lavorare da Philips nel 1952 e diventò capo del dipartimento di ricerca e sviluppo nel 1960. Proprio in quegli anni iniziò a lavorare prima su un registratore portatile a nastro e poi sulle musicassette. Il suo intento era quello di sviluppare un supporto per ascoltare la musica in modo conveniente e accessibile, al contrario dei grandi nastri a bobina dell’epoca. Prima creò un prototipo in legno tascabile e da lì progettò le musicassette che tutti conosciamo.

Prototipo registratore Philips
Il prototipo di un registratore portatile di Philips, mostrato nel 1965. Photo Credits: Alfred Assmann/Picture Alliance via Getty Images.

La prima musicassetta fu presentata nel 1963, in una fiera di Berlino, accompagnata dallo slogan “più piccola di un pacchetto di sigarette”. Fu subito un successo tanto che Ottens trovò anche un accordo con Sony per utilizzare lo stesso meccanismo, brevettato da Philips, e creare uno standard di musicassetta. Dopo aver contribuito alla vendita di più di 100 miliardi di cassette, ha continuato ad aiutare Philips e Sony a sviluppare il compact disc.

Senza Lou Ottens non avremmo quindi i mixtape e le playlist. Le persone, grazie all’ingegnere olandese, hanno avuto la possibilità di ascoltare le loro canzoni preferite in movimento. E, forse, è anche grazie alla sua invenzione che poi si è arrivati alla nascita di tutti i supporti multimediali successivi.

Nonostante i difetti delle musicassette, negli ultimi anni questa invenzione ha goduto di una sorta di rinascita. Nel 2016 le vendite sono aumentate del 74% e dopo due anni di un altro 23%, grazie anche alle colonne sonore di Stranger Things e Guardiani della Galassia.

Source
Engadget

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button