fbpx
CulturaFeaturedNews

Nuovo Devoto-Oli: le parole del Covid-19 entrano nel vocalabolario

Da lockdown a quarantenare, fino a tamponare: anche il vocabolario si fa testimone della pandemia

Il Nuovo Devoto-Oli, nella sua edizione 2021, continua a mantenere il suo ruolo di testimone del nostro tempo e della nostra storia. Sono stati infatti inclusi i termini utilizzati, purtroppo, spesso in questo periodo di pandemia mondiale legata al coronavirus. Le parole in questione sono: Covid-19, lockdown, distanziamento sociale, spillover, droplet, autoquarantena, quarantenare, tamponare. Oltre a questi termini diventati ormai di utilizzo giornaliero, troviamo anche alcuni specifici come: biocontenimento o cisgender.

Giunto alla quarta edizione, dopo essersi rinnovato di recente, l’obiettivo principale del Nuovo Devoto-Oli è quello di mettere al servizio dei propri lettori le conoscenze fatte proprie nel corso degli anni, monitorando l’italiano. Concepito da Giacomo Devoto e Gian Carlo Oli nel lontano 1967, il vocabolario dell’italiano contemporaneo trova tra i suoi autori filologi come Luca Serianni e Maurizio Trifone che oggi guidano l’opera.

La lingua come testimone del cambiamento

Lunedì 12 ottobre, (ore 17-19), nel corso di un seminario online intitolato Cittadinanza e pandemia: una lingua in movimento in un Paese che cambia, dedicato a insegnanti e pubblico, si parlerà di come la lingua sia testimone principale dei cambiamenti che avvengono nella nostra realtà. Si parlerà dunque delle emergenze, come quelle sanitaria e ambientale. Per assistere all’evento bisogna registrarsi sul sito

Il Nuovo Devoto-Oli 2021 sarà sempre disponibile nelle due versioni, cartacea e digitale, fortemente integrate tra loro. Una guida per districarsi nel difficile mondo della comunicazione e per cimentarsi nella difficile arte del bel parlare e dello scrivere bene.

600 neologismi, dalla politica all’economia

Riguardo l’aggiornamento ci saranno neologismi e nuovi significati, 600 nell’edizione 2021. Parole che toccano vari ambiti, come quelli della politica (climaticida, denatalista, dublinante, immigrazionismo, parlamentizzare), fino all’economia e alla finanza (MES, bull market e bear market, tassa digitale, ecotassa, microfinanza, micromanager). Toccando poi la cultura e i mass media (infodemia, contact tracing, deepfake). Arrivandi ai giornali e alla televisione (cucinata, upcycling, carbon neutral). Interessanti anche gerghi e modi di dire (sbarazzo, sbrilluccicare, scaffalista_). E delle nuove mode e tendenze (aquapole, aperisushi, fooding, dorayaki).

Una guida davvero preziosa che contiene anche le parole di uso comune il cui significato è stato aggiornato e riformulato in questa edizione. Tra queste sostantivi come radiazione, radice, macchia, maggioranza e minoranza o di aggettivi come pacifico, patriottico, pazzesco e vanitoso. Davvero interessanti le tre rubriche di “pronto soccorso linguistico” che aiutano a trovare alternative alle parole inglesi superflue o difficili da capire.

 Con 75.000 voci, 250.000 definizioni, 45.000 locuzioni il Nuovo Devoto-Oli 2021 nella sua versione cartacea, più snella. Inoltre è perfettamente integrato alla versione digitale, disponibile come sito web e applicazione per tablet e smartphone IOS e Android, con 35.000 lemmi e 50.000 definizioni in più.

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button