fbpx
FeaturedRecensioniTech

Recensione Samsung Galaxy Watch Active: vale la pena acquistarlo?

In attesa del suo successore, recensiamo oggi Galaxy Watch Active, lo smartwatch attento alla salute

Qualche mese fa ho deciso di acquistare Samsung Galaxy Watch Active, il piccolo ma potente smartwatch del colosso coreano. Come si è comportato in queste settimane? Ne parliamo in questo recensione.

Samsung Galaxy Watch Active: le caratteristiche tecniche

Galaxy Watch Active è caratterizzato da dimensioni ridotte ma caratteristiche al top. Oltre al design minimale e compatto, la prima cosa che salta all’occhio è il display Super AMOLED. Con una diagonale di 1,1 pollici e una risoluzione di 360×360 pixel, lo schermo ha una resa davvero eccellente.

A bordo anche un microfono, perfetto per comandarlo con la voce, ma niente altoparlante. Non mancano poi Wi-Fi, GPS, barometro, giroscopio, NFC, sensore HR e, naturalmente, quello della luminosità. Un lista che rende il Watch Active completo sotto ogni punto di vista. 

Anche l’hardware non delude. Sotto la scocca del piccolo orologio batte un processore dual core da 1,5 GHz, affiancato da 768 MB di RAM e 4 GB di memoria interna, utilizzabile in parte per trasferire foto, musica o altri contenuti.

Con un design così minimale e un peso di solo 25 g, Samsung è riuscita ad adottare per il suo smartwatch una batteria da ben 230mAh di cui però parleremo più avanti.

Display

Il piccolo display da 1,1 pollici ci ha davvero sorpreso. Luminoso, risoluto e ben visibile! Samsung ha da sempre abituato bene i suoi clienti e questo Galaxy Watch Active non fa eccezione. Ad essere davvero soddisfacente è la rese del sensore di luminosità, capace di svolgere ottimamente il suo lavoro. Inoltre non abbaglia la vista di notte e non diventa invisibile sotto il sole

Nonostante il display da 10 e lode, la vecchia e cara ghiera è scomparsa lasciando il posto ad una ben visibile cornice nera. Un piccolo difetto che però dimenticherete davvero prestissimo.

Software

Samsung Galaxy Watch Active è animato dal sistema operativo proprietario di Samsung, Tizen OS. A mio parere la migliore soluzione in ambito wearble. Tizen risulta fluido, ben ottimizzato e sempre veloce e funzionale. Un vero miracolo rispetto al meno apprezzato Wear OS by Google.

Vi segnalo che il device è compatibile con qualsiasi smartphone Android e iOS ma, naturalmente, otterrete la migliore esperienza possibile usando un dispositivo dell’azienda coreana.

L’interfaccia risente un po’ dell’assenza della cara e vecchia ghiera rotante, che permetteva di muoversi nei menù senza toccare lo schermo. Niente panico comunque. navigare nei menù non risulta comunque scomodo. I menù infatti sono ora organizzati in modo verticale, sfruttando al massimo la superficie rotonda del display.

Come ogni buon smartwatch, Samsung Galaxy Watch Active permette di gestire le notifiche e le chiamate comodamente dal polso. Grazie al microfono integrato possiamo rispondere vocalmente, oppure scrivere su una piccola ma funzionale tastiera.

La gestione delle notifiche è buona, meno le chiamate a cui potrete rispondere direttamente solo con le cuffie connesse. Piccola parentesi: usare le Galaxy Buds sul Watch Active è una piccola gioia. L’ecosistema Samsung permette di connetterle senza toccare nessun tasto, ma semplicemente aprendo la confezione delle Buds.

Sono presenti anche il sensore NFC, da usare con Samsung Pay, e Samsung Health. Da buon smartwatch che si rispetti, il tracciamento dell’attività giornaliera è ottimo. Dall’orologio è possibile vedere il battito cardiaco costante, lo stress, i piani fatti, i minuti di esercizio e altri bellissimi e coloratissimi grafici che ci motivano ogni giorno. Nonostante non sia uno sportivo, ho potuto provare le funzionalità fitness nel corso dei mesi. Il tracciamento è perfetto, non sbaglia quasi mai. La lettura del battito cardiaco è utile per chi, come me. ha bisogno di essere sempre attento a non andare mai troppo in alto con la frequenza. Se succede, Galaxy Watch Active vi avviserà e vi aiuterà a calmarvi con degli esercizi di respirazione controllata. Inoltre, con il wearable, è possibile tracciare anche il sonno in maniera automatica.

I dati raccolti dal Watch Active vengono poi trasferiti sul vostro smartphone nell’applicazione Samsung Health. Da lì è possibile accedere a tutti i dati dettagliati della vostra attività. Sorprendente è la capacità del Watch di controllare tutti i vostri parametri senza che voi lo aiutate in qualcosa.

Autonomia

Nonostante le funzionalità da 10 e lode che fanno del Galaxy Watch Active il miglior smartwatch, la batteria non è ancora soddisfacente. Dobbiamo però identificare due tipi di utilizzo: il primo, quello che ho provato io per un po’ di giorni, è l’uso dello smartwatch in maniera intensiva: ho impostato il sensore di battito cardiaco e il rilevamento dello stress in maniera continua. Inoltre, non ho usato nessuna funzionalità di risparmio energetico. Così facendo ho avuto la massima funzionalità dell’orologio. Purtroppo la batteria ne ha risentito, cosa che mi ha permesso di usarlo per al massimo un giorno e mezzo. Con il secondo tipo di utilizzo, con battito frequente ma non costante e disconnessione dallo smartphone per qualche ora, Watch Active è riuscito a fare due giorni pieni di utilizzo.

Ricapitolando, se usiamo tutte le funzionalità senza alcuna “precauzione”, l’orologio vi accompagnerà per una sola giornata, poi necessiterà di una ricarica.

Samsung Galaxy Watch Active: acquistarlo oppure no?

Samsung Galaxy Watch Active è un dispositivo estremamente convincente. Ha un bel design, è molto compatto ed è davvero semplice da utilizzare. Certo, l’autonomia non è incredibile, ma alla fine è in linea con molti altri smartwatch analoghi.

E il prezzo? A mio avviso decisamente centrato: 229 euro che vi accompagna in qualsiasi momento della giornata.

Samsung Galaxy Watch Active

  • Design
  • Funzionalità
  • Display
  • Interfaccia
  • Tracciamento attività
  • Batteria
  • Manca la ghiera rotante
Tags

Michele Caliani

Innamorato del mondo e affascinato dalle cose impossibili. Convivo con il mio smartphone e la rete. Nella mia vita suono il pianoforte e nel tempo libero grattugio il violoncello.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker