fbpx
AttualitàCulturaNews

Come garantire una rete libera, sicura ed evoluta: le proposte della Free Modem Alliance

L'evento si è tenuto a Roma, presso la Camera dei Deputati.

Lo scorso 9 novembre si è tenuto a Roma, presso la Camera dei Deputati, l’evento “Rete nazionale: libera, sicura, evoluta”, organizzato dalla Free Modem Alliance per promuovere la visione di una rete aperta e incentrata sull’utente, quale soggetto attivo e consapevole.

Rete nazionale: libera, sicura, evoluta per una visione di rete aperta

Sono passati ormai cinque anni da quando è entrata in vigore la delibera AGCOM sul modem libero, che ha rappresentato un cruciale passo per la libera scelta degli utenti e la vitalità di un ecosistema pluralistico e innovativo delle TLC. Il percorso allora avviato non è tuttavia concluso, persistendo ostacoli che rischiano oggi di tradursi, in particolare per le nuove e performanti reti in fibra ottica in via di diffusione sull’intero territorio nazionale, in un ritorno al passato. 

La partecipazione di primari attori istituzionali, come AGCOM, AGCM e il Dipartimento per la trasformazione digitale, oltre che di una folta schiera di rappresentanti del mondo politico, evidenzia l’importanza anche di tali aspetti nell’ambito delle più ampie riflessioni sul futuro della rete nazionale.

Rete nazionale: libera, sicura, evoluta. Un cambiamento culturale

Tale traguardo presuppone però un cambiamento anche culturale, come sottolinea Enza Bruno Bossio, esperta digitale: “La battaglia del modem libero ci ricorda che, quando parliamo di innovazione digitale, l’elemento legislativo e regolamentare non basta ad assicurare una reale trasformazione. E infatti uno degli obiettivi del PNRR, al di là dei maggiori investimenti in reti e nuovi servizi, è proprio quello di assicurare un cambio di prospettiva, che ponga al centro il cittadino, quale soggetto consapevole e capace di esercitare i propri diritti”.

wifi 7 broadcom intel min

Verso una maggiore emancipazione tecnologica

Riflessione questa che si rispecchia anche nelle parole di Antonio Perrucci, docente LUMSA, secondo il quale “la tutela del consumatore significa anche una sua «emancipazione tecnologica», come insegna la teoria della spinta gentile (nudge).

Ossia, bisogna fare in modo che la consapevolezza degli utenti – allorché debbano decidere per l’acquisto di un prodotto/servizio high tech – non sia prerogativa soltanto dei c.d. technology fan, ma diventi un tratto comune ad altre categorie di utenza, con livelli inferiori di alfabetizzazione digitale

“Da ultimo – conclude il Prof. Perrucci –  bisogna evitare che il perseguimento di obiettivi fondamentali per lo sviluppo del digitale, quali le garanzie di sicurezza ed integrità della rete, divengano – inconsapevolmente – strumenti per il ritorno di forme di esclusiva, di restrizione del mercato”.

Offerta
TP-Link TD-W8961N Modem Router ADSL2+, Wireless N300 Mbps, 4...
  • Dispositivo all-in-one: ADSL2+ Modem, Router NAT, Switch 4 Porte e Access Point Wireless N
  • Velocità Wireless N fino a 300Mbps, giusto per applicazioni che richiedono banda intensiva come gioco online, chiamate...
  • Semplice installazione con supporto multilingua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button