fbpx
Videogiochi

Samurai Shodown è disponibile su Steam con il nuovo personaggio

Shiro Tokisada Amakusa torna nella storica saga di combattimenti

Samurai Shodown è ora disponibile su Steam. Si tratta di un videogioco di combattimento armato. Fa il suo arrivo sulla nota piattaforma digitale direttamente con il DLC Season Pass 3, che tra le aggiunte vede l’arrivo del nuovo personaggio Shiro Tokisada Amakusa.

Dopo aver catturato i giocatori di tutto il mondo su PlayStation 4, Xbox Series X/S, Xbox One, Nintendo Switch, Stadia ed Epic Games Store, il gioco sbarca anche su Steam. Nel negozio online di Valve sarà possibile scegliere tra le varie versioni di Samurai Shodown, che includeranno o meno i contenuti aggiuntivi rilasciati dopo l’uscita del titolo.

Le versioni di Samurai Shodown

La Steam Edition include il gioco base e il primo Season Pass. La Deluxe Pack include il gioco base e i primi due DLC, mentre il Kiwami Pack integra anche il terzo DLC. A fare il suo importante ritorno nella serie con l’ultimo contenuto è Shiro Tokisada Amakusa, già comparso nei precedenti episodi della saga fin dal 1995 come boss.

Il trailer del gioco

E’ stato già rilasciato un apposito trailer su YouTube che illustra le principali novità. Il nuovo personaggio, Shiro Tokisada Amakusa, si mostra nel vivo dei combattimenti. Il video mostra la grafica del personaggio, il kit di mosse a sua disposizione e il suo stile di lotta.

Nei commenti del video i fan sono esplosi nell’accogliere di nuovo il vecchio boss della saga. In particolare quelli di lunga data si sono mostrati entusiasti dell’aggiunta. Non poteva essere altrimenti, considerano che Amakusa anima le battaglie del videogioco da più di 25 anni.

Lo sviluppatore dietro Samurai Shodown è la casa nipponica SNK, con quartiere generale ad Osaka. La società è nota anche per altri giochi, come The Last Blade, The King of Fighters e sua Maestà Metal Slug. Si tratta quindi di uno sviluppatore storico, che ha dato vita a dei classici intramontabili.

Source
Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button