fbpx
sicurezza-gaming-Tech-Princess

Akamai SOTI, il report sulla sicurezza in gaming
"La sicurezza è un gioco di squadra"


Akami ha recentemente pubblicato un report chiamato State of the Internet/Security, Gaming: You Can’t Solo Security, un particolare rapporto riguardo la sicurezza in gaming. Il rapporto ci mostra che tra il 2018 e il 2020, un elevato volume di attacchi ha colpito imprese e giocatori di videogame.

Il rapporto rivela anche un aumento degli attacchi correlato al lockdown dovuto al Covid-19.

Sicurezza in gaming: il rapporto di Akamai

Akamai-security-report-tech-princessAkamai ha osservato oltre 100 miliardi di attacchi di credential stuffing da luglio 2018 a giugno 2020. Quasi 10 miliardi di questi attacchi hanno preso di mira il settore dei giochi d’azzardo. Per effettuare questo genere di attacchi, i criminali accedono ai giochi e ai servizi di gioco utilizzando elenchi di combinazioni di nomi utente e password.

Ogni login riuscito indica che l’account di un giocatore è stato compromesso. Il phishing è l’altra forma primaria di attacco utilizzata contro i giocatori: attraverso questo metodo, i criminali creano siti web simili ad un gioco o una piattaforma, con lo scopo di indurre i giocatori a rivelare le loro credenziali di accesso.

Tra le altre cose, Akami ha notato circa 10,6 miliardi di attacchi ad applicazioni web, di cui più di 152 milioni rivolti al settore videogame. La maggioranza era costituita da attacchi SQL injection (SQLi) destinati a sfruttare le credenziali di accesso degli utenti, i dati personali e altre informazioni memorizzate nel database del server preso di mira.

Durante il lockdown in particolare, Akami ha rilevato un grande aumento degli attacchi. Un notevole picco nell’attività di credential stuffing si è verificato con l’istituzione di protocolli di isolamento in tutto il mondo. Gran parte del traffico è stato il risultato di criminali che hanno testato le credenziali di vecchi dati violati nel tentativo di compromettere nuovi account creati usando combinazioni di username e password esistenti.

Per concludere, Akami rivela che i giocatori vengono presi di mira perché hanno diverse qualità che i criminali cercano. Innanzitutto sono impegnati e attivi nelle comunità. La maggior parte di loro ha inoltre un reddito disponibile, e tende a spenderlo per i propri account di gioco e per la propria esperienza di gioco. Quando questi fattori sono combinati, i criminali vedono l’industria del gioco come un ambiente assolutamente da targettizzare.

Kaspersky Internet Security 2018 Upgrade per Windows, Mac,...
  • Difende da virus, cryptolocker e altri ransomware
  • Semplifica la sicurezza, per farti risparmiare tempo e fatica
  • Prodotto adatto per PC, Mac e dispositivi mobili

Veronica Ronnie Lorenzini
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.