fbpx
NewsRecensioni

Recensione Tinaba: come funziona l’app per inviare e condividere denaro gratis

Sicuramente, nell’ultimo periodo avete sentito parlare di Tinaba. Forse non vi sarà chiarissimo il suo funzionamento: Tinaba non è proprio una banca. Considerate questa applicazione come uno strumento progettato per avvicinare la banca alle persone. Tinaba infatti nasce dalla collaborazione tra il Gruppo Sator e Banca Profilo ed è stata ideata per aiutare gli utenti ad inviare, aggregare, pagare e condividere denaro senza nessuna  commissione. Ma a che cosa serve e come funziona concretamente Tinaba?
Ma soprattutto: è sicura? Proviamo a spiegarvi nella nostra recensione

recensione tinaba

Il primo step è la registrazione a Tinaba

Il primo passo è naturalmente l’installazione dell’app Tinaba. Dovrete quindi accedere ad App Store o Google Play Store, cercare l’applicazione e scaricarla sul vostro smartphone. Per comodità, qui di seguito trovate i due link.

tinaba
tinaba
Developer: Tinaba
Price: Free

tinaba
tinaba
Developer: Tinaba
Price: Free

A questo punto dovrete registrarvi iniziando ad inserire nome, cognome ed indirizzo email. Tinaba vi chiederà se possedete un codice di invito. La risposta è sì: potete infatti inserire il mio codice amico – DAA5VA – per ottenere subito 5 Euro di credito.
Una volta superata questa fase, dovrete fornire alcune informazioni aggiuntive: il numero di telefono, un codice di sicurezza con cui accedere all’applicazione, il codice fiscale, la copia di un documento e infine un vostro selfie che confermi la vostra identità. Niente paura, tutti questi dati non vengono richiesti per invadere la vostra privacy, ma, al contrario, per garantirla. Nonostante Tinaba non sia formalmente una banca, è comunque un servizio che gestisce il vostro denaro e per farlo al meglio ha bisogno dei vostri dati.
A questo punto dovrete fare solo un altro step: inserire l’indirizzo del vostro domicilio per ricevere la carta ricaricabile di Tinaba, gratuita e pensata per aiutarvi ad effettuare qualsiasi tipo di spesa anche all’estero.
Vi ricordiamo inoltre che la carta ricaricabile di Tinaba appartiene al circuito CartaSi ed è abilitata per essere agganciata a Samsung Pay.

Come funziona e a cosa serve Tinaba

Ora siete iscritti a Tinaba. Che cosa fare? Prima di tutto dovete ricaricare il vostro conto. Per farlo avete due alternative: usare una carta di credito, debito o prepagata oppure tramite bonifico. Ovviamente l’importo lo decidete voi in base alle vostre possibilità ed esigenze.

Supponiamo che abbiate eseguito questa operazione e siate pronti a spendere. Come procedere? In realtà avete diverse opzioni, progettate per venire incontro alle esigenze di ogni tipologia di utente.

Pagare il taxi

Partiamo da un esempio assolutamente classico. Immaginate di essere in vacanza con un amico. Avete preso un taxi, ha pagato lui e ora gli dovete dei soldi. Purtroppo non avete contanti con voi ma il vostro previdente compagno di viaggio ha Tinaba. Che fare? Semplice: aprite la Rubrica dell’applicazione, selezionate l’amico che vi interessa, cliccate su Nuovo Trasferimento e gli inviate la cifra dovuta.

Ovviamente potete pagare il taxi anche se siete da soli perché Tinaba ha stretto una partnership con Unione Radiotaxi d’Italia, la più grande unione di radiotaxi nel nostro Paese.

In totale sono quindi oltre 6.650 le vetture abilitate a ricevere pagamenti con Tinaba nelle città di Firenze (Taxi Firenze 4390), Brescia (Taxi Brixia 35111), Bologna (Taxi CAT 4590), Trieste (Radiotaxi TS 307730), Reggio Emilia (Radiotaxi CTR 452545) e Genova (Radiotaxi 5966), insieme alle vetture già attive a Roma e Milano.

recensione tinaba

Raccogliere i soldi per un regalo

Permettetemi di fare un altro esempio. Dovete fare un regalo ad un amico, dovete raccogliere i fondi necessari ma riuscire ad accordarsi per ritirare i contanti è un’impresa. Con Tinaba vi bastano pochi minuti. All’interno del tab “We” infatti potete creare una “Cassa Comune“. Due le opzioni disponibili: potete imporre ai partecipanti una quota fissa oppure dare un obiettivo, così ognuno è libero di mettere l’importo che preferisce. Ovviamente solo voi – e chiunque deciderete di nominare co-amministratore della cassa – potrete spendere i soldi raccolti.

All’interno della scheda We trovate anche il Conto Condiviso. Il principio è simile alla Cassa Comune: più partecipanti versano una quota di partecipazione. In questo caso però tutti quanti potranno spendere i soldi di questo conto. Questa funzione vi può tornare particolarmente utile in vacanza. Dovete fare la spesa per tutti? Usate il conto condiviso. Dovete acquistare i biglietti per un’escursione? Attingete sempre a questo fondo comune.

Usare Tinaba nei negozi

Sì, avete capito bene: potete usare Tinaba per pagare all’interno di diverse attività commerciali. Il pulsante centrale dell’applicazione vi rimanda infatti al menù “Esercente”. Ma come funziona? In realtà è facilissimo: vi basta geolocalizzarvi all’interno del negozio che vi interessa e poi usare l’applicazione per pagare alla cassa. Alcuni esercizi commerciali vi consentono addirittura di scansionare il codice a barre degli oggetti che vi interessano, di aggiungerli quindi al vostro carrello virtuale e di pagare direttamente, senza passare dalla cassa.

Naturalmente tutto ciò non funziona solo nei negozi. Potete infatti sfruttare l’applicazione anche per pagare il conto al ristorante. A disposizione avete persino l’opzione Dividi Conto, così potete dividere l’importo con i vostri amici in modo semplice ed immediato.

Qui trovate la mappa aggiornata di tutti gli esercenti in cui è possibile pagare con Tinaba. Ovviamente la mappa e consultabile anche direttamente dalla vostra applicazione.

Pagare la benzina con Tinaba

Come se non bastasse, Tinaba ha chiuso un accordo anche con la catena di distributori di benzina IP. Questo significa che potrete fare rifornimento in modalità “self service” e pagare la benzina (solo nelle stazioni di servizio abilitate) direttamente dall’applicazione di Tinaba.

recensione tinaba

Tinaba Business per i commercianti

Vi ho spiegato come funziona Tinaba per i normali utenti (quelli che in gergo tecnico si chiamano consumer), ma in realtà, esiste anche il servizio Tinaba Business dedicato ai commercianti. Attenzione però: per farlo dovrete scaricare un’altra applicazione chiamata POS Tinaba, disponibile su App Store e Google Play Store.

POS Tinaba
POS Tinaba
Developer: Tinaba
Price: Free

POS Tinaba
POS Tinaba
Developer: Tinaba
Price: Free

L’applicazione POS Tinaba vi permette di aggiungere il vostro esercizio commerciale alla lista di quelli compatibili e di ricevere così i pagamenti tramite l’app. Perché dovrete farlo? Vi do tre buoni motivi:

  1. Potete aumentare i vostri margini di guadagno
  2. Potete azzerare i costi di transazione
  3. Potete incrementare la produttività del negozio.

Non vi paiono ragioni sufficienti?

Perché provare Tinaba?

Ormai sto usando Tinaba da quasi un mese e di una cosa sono certa: è il futuro. Il servizio ideato dal Gruppo Sator e Banca Profilo è infatti comodissimo da usare, estremamente semplice e capace di risolvere le classiche situazioni da “Adesso non ho contanti, ma giuro che te li ridò presto”.

Ovviamente al momento non tutti gli esercenti hanno optato per questa soluzione ma la diffusione dell’applicazione porterà altri negozi a sperimentare il servizio, cosa che vi consentirà di usare l’app sempre più spesso, magari anche nel bar sotto casa o nel vostro ristorante preferito.

Come ottenere subito un credito di 5 euro (gratis)

Se volete provare l’applicazione di Tinaba, vi consigliamo di scaricare l’applicazione e – in fase di registrazione – inserire il codice amico DAA5VA per ottenere subito 5€ di credito.

Tags

Fjona Cakalli

Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker