fbpx
CulturaNewsTech

8chan oscurato in seguito all’attentato di El Paso

Ad agire contro il sito sia Cloudflare che Voxility

L’imageboard 8chan è stata di fatto oscurata in seguito all’attentato di El Paso, a causa del quale hanno perso la vita 21 persone e circa altrettante sono rimaste ferite. La piattaforma, già da tempo accusata di ospitare contenuti razzisti, omofobi sessisti e legati al mondo dei suprematisti bianchi, è stata utilizzata dall’attentatore per pubblicare il suo manifesto anti-migranti poco prima dell’attacco. A contribuire all’oscuramento del sito sono stati i servizi Cloudflare e Voxility, in una mossa volta a prendere le distanze da questo controverso luogo virtuale.

8chan ed El Paso: storia di una tragedia

Riassumendo brevemente gli eventi (di cui potete leggere in maniera più approfondita sui siti di notizie, come Il Post), sabato 3 agosto un ragazzo di 21 anni è entrato con un fucile d’assalto in un supermercato Walmart di El Paso (Texas), città di confine tra Messico e USA e frequentata da persone di entrambe le nazionalità.

19 minuti prima dell’assalto, l’attentatore ha pubblicato sulla piattaforma 8chan un testo dal titolo “Una verità scomoda“, con contenuti contro gli ispanici e gli immigrati e con riferimenti anche agli attenti avvenuti nelle moschee di Christchurch in Nuova Zelanda.

Al seguito di questi eventi, diversi gestori di servizi legati ad 8chan hanno deciso di prendere le distanze dal sito. Il primo tra tutti è stato Cloudflare, che ha interrotto i suoi rapporti con la piattaforma.

Il CEO di Cloudflare, in un post sul suo blog, ha definito il sito un “pozzo nero di odio“. Continua: “Hanno dimostrato di non avere regole interne [sui contenuti ospitati] e questa mancanza di regole ha portato a molte morti tragiche. Anche se 8chan non ha letteralmente violato la legge rifiutandosi di moderare la sua comunità piena di odio, ha creato un ambiente che si diletta nel violarne lo spirito

Anche Voxility, altra azienda che si occupa di server e cloud, ha deciso di bannare sia 8chan che Epik, il nuovo spazio web che ha deciso di ospitare la piattaforma in seguito all’interruzione dei rapporti con Cloudflare.

Maria Sirbu Voxility 8chan El Paso

Appena ci siamo accorti del tipo di contenuto ospitato da Epik, abbiamo deciso di bannarli completamente” ha dichiarato Maria Sirbu di Voxility. “Questa è la seconda volta che abbiamo una situazione di questo tipo [con Epik] e non è tollerabile“, suggerendo che non ci sarà un’altra occasione per l’host.

Nonostante le azione prese, non è affatto detto che 8chan rimarrà permanentemente offline o che i suoi utenti non si spostino, più o meno discretamente, su un altro sito. Per quanto questi interventi possono essere efficaci sul breve termine, è ormai evidente la necessità di un nuovo approccio per gestire la diffusione di questo tipo di contenuti e comunità. Quale questo approccio sia, però, purtroppo ancora non è chiaro.

Tags

Giovanni Natalini

Chi mi conosce mi definisce come una persona 'entusiasta' e 'appassionata': scienza, tecnologia, ma anche fumetti, podcast, meme, Youtube e videogiochi. A tempo perso, sto finendo una laurea magistrale in Ingegneria Elettronica.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker