fbpx

Unire l'utilizzo dei taxi e l'intelligenza artificiale? A tentare è un nuovo sistema di supporto lanciato lanciato a Tokyo da Toyota e JapanTaxi, in collaborazione con KDDI Corporation (KDDI) e Accenture.

Toyota unisce AI e Taxi, ma come?

Attualmente implementato dalle aziende nella metropolitana della capitale giapponese a titolo di prova, il sistema firmato Toyota si basa sulla combinazione dei dati provenienti da registri di servizio taxi con le previsioni demografiche effettuate da big Data sfruttando la localizzazione con gli smartphone.

Il servizio, che durante la prova ha dimostrato di avere un tasso di precisione vicino al 94,1%, sarà così in grado di sfruttare l'intelligenza artificiale (AI) per prevedere il numero di taxi occupati ogni 30 minuti in 500 metri, considerando anche fattori che influenzano la domanda di taxi come tempo, eventi in grandi strutture e i mezzi pubblici e la loro disponibilità.

A partire da febbraio 2018 le aziende hanno potuto implementare il sistema di Toyota, equipaggiato su alcuni PC tablet, anche sui taxi di una società affiliata di JapanTaxi. Una semplice ed intuitiva mappa presente sul dispositivo permetteva immediatamente di conoscere non solo il numero dei taxi occupati, ma anche di quelli liberi in zona, in modo tale da permettere al pilota di posizionare il proprio mezzo di trasporto basandosi sull'equilibrio tra le domande e le offerte. Risultato? L'innovativo sistema basato sull'AI ha permesso ai taxi di servire in maniera più efficiente le zone con maggiore richiesta di mezzi e offerta insufficiente a soddisfarla, portando così ad una riduzione del tempo di attesa per i passeggeri e ad aumento del tasso di occupazione dei mezzi.

I risultati ottenuti, accompagnati da un incremento medio delle vendite del 20,4% nel febbraio 2018, hanno spinto le aziende a pensare ad un ampliamento del numero dei taxi in prova, nel tentativo di rivoluzionare completamente l'industria di questi utilizzatissimi mezzi. Ad affiancare questa espansione saranno anche i continui miglioramenti dedicati ai meccanismi di analisi dei dati, che Toyota dovrà sfruttare per fornire a JapanTaxi le migliori previsioni possibili.


Like it? Share with your friends!

What's Your Reaction?

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Maria Elena Sirio

author-publish-post-icon
Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.