fbpx
NewsTech

Amazon: 4500 nuovi dipendenti in Italia nel 2021, più di 14.000 in totale

Un ottimo risultato per Amazon in Italia.

Amazon annuncia di aver creato in Italia nel 2021 più di 4500 posti di lavoro a tempo indeterminato nel corso del 2021, raggiungendo così una quota di oltre 14.000 dipendenti, sempre a tempo indeterminato. Risultato che supera del 50% il piano annunciato lo scorso giugno. Amazon ha più che raddoppiato il numero dei suoi dipendenti in Italia dalla fine del 2019, quando impiegava appena 6.900 persone. Negli ultimi anni, Amazon ha creato posti di lavoro anche in aree tradizionalmente fiaccate da alti livelli di disoccupazione. Oggi Amazon impiega infatti circa 5.000 persone a tempo indeterminato nel Centro e nel Sud Italia. Nei prossimi tre anni, queste aree potranno beneficiare di altri 1100 posti di lavoro. Un aspetto da sottolineare è che la stragrande maggioranza dei dipendenti Amazon vive nei territori che ospitano i suoi uffici e centri logistici.

Amazon: sempre più dipendenti in Italia

Amazon dipendenti
Mariangela Marseglia, VP Country Manager Amazon.it e Amazon.es

Questa la dichiarazione di Mariangela Marseglia, VP Country Manager Amazon.it e Amazon.es:

Il raddoppio dei posti di lavoro a tempo indeterminato in Italia negli ultimi due anni sottolinea il contributo alla ripresa economica del Paese attraverso il nostro Piano Italia. Il nostro sostegno alla crescita dell’economia italiana si concretizza nel supporto alle comunità locali attraverso sia la creazione di posti di lavoro qualificati in ognuno dei nostri 50 siti sul territorio, sia negli investimenti per la digitalizzazione delle PMI.

Le persone di talento che abbiamo assunto continueranno a sviluppare l’infrastruttura digitale e fisica che oggi supporta più di 18.000 piccole imprese italiane nel fornire prodotti e servizi a milioni di clienti in tutto il mondo. Le PMI italiane che vendono su Amazon hanno creato più di 50.000 posti di lavoro come diretta conseguenza del loro rapporto con Amazon. Si è parlato molto di come l’e-commerce sia cresciuto durante i due anni della pandemia, – prosegue Marseglia – ma anche questi numeri dimostrano che tale crescita ha generato nuovi posti di lavoro di qualità, circa 100.000 tra diretti e indiretti, e ha contribuito alla crescita dell’economia del Paese in linea con gli obiettivi strategici del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

In questo contesto, i protocolli firmati nel 2021 rappresentano un’ulteriore prova del nostro impegno per instaurare un dialogo costruttivo e responsabile nel Paese in termini di relazioni industriali.

Sulla stessa lunghezza d’onda Federico Freni, sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze:

La creazione dei posti di lavoro da parte di Amazon è un’ottima notizia per tutto il sistema Paese e dimostra che l’Italia offre importanti opportunità di investimento per le realtà internazionali. In un momento così delicato, è importante continuare a consolidare i livelli occupazionali, confermando e addirittura aumentando l’impegno anche nei momenti peggiori della crisi.

A questo link potete esplorare le offerte di lavoro di Amazon.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button