fbpx
Amazon Black Friday

Mentre noi rimaniamo a casa, Amazon ha guadagnato 96 miliardi di dollari
Il terzo trimestre di Amazon si chiude con un guadagno incredibile sulle vendite


Non c’è bisogno di dirlo, ma il binomio Amazon Coronavirus sembra davvero essere ben riuscito. La società ha di recente annunciato di aver incrementato non poco le vendite nel corso del terzo trimestre dell’anno, toccando il picco di 96.1 miliardi di dollari di guadagni – rispetto ai 70 miliardi del 2019 -. Un aumento tanto elevato è dovuto al cambio di abitudini degli utenti che, durante i mesi di lockdown, si sono ritrovati ad acquistare online anche i beni di prima necessità.

A partire da marzo, sempre più persone hanno utilizzato Amazon per l’acquisto di generi alimentari e forniture per l’emergenza. E la tendenza non sembrerebbe intenzionata a decrescere nel quarto trimestre, e tanto meno durante le Festività. A dichiararlo è stato lo stesso CEO Jeff Bezos, che in una nota rilasciata di recente ha scritto: “Stiamo vedendo più clienti che mai fare acquisti in anticipo per i loro regali, il che è solo uno dei segnali che questo sarà un periodo natalizio senza precedenti“.

Amazon-Coronavirus: i guadagni delle vendite salgono alle stelle

Per quanto possa sembrare strano che l’emergenza Covid-19 abbia portato qualche evento positivo, eppure è così. Amazon è cresciuto esponenzialmente. La compagnia ha dichiarato di aver assunto 100 mila dipendenti a tempo indeterminato nel Nord America, e sta per assumere altri 100 mila collaboratori stagionali. Quindi, sì, forse la pandemia sta costruendo delle occasioni per qualcuno in questo momento.

I nostri risultati del terzo trimestre riflettono in gran parte la continuazione delle tendenze di domanda che abbiamo visto quando siamo usciti dal secondo trimestre. Continuiamo inoltre a vedere un forte coinvolgimento da parte dei membri Prime, che continuano a fare acquisti con maggiore frequenza e in più categorie rispetto a prima della pandemia“. Queste le parole di Brian Olsavsky, CFO di Amazon, che ha rilasciato un commento anche sull’utilizzo degli altri servizi della piattaforma: “A livello internazionale, il numero di membri Prime che riproducono in streaming Prime Video è cresciuto più dell’80% anno dopo anno nel terzo trimestre. E i clienti internazionali hanno più che raddoppiato le ore di contenuti guardati rispetto allo scorso anno“.

Amazon Coronavirus

Non sono cresciuti solo gli acquisti quindi, ma anche l’uso di Prime Video, che è stato chiaramente uno dei servizi che più ci ha tenuto compagnia nel corso del lockdown. Al pari delle vendite, anche i servizi web di Amazon sono cresciute esponenzialmente. Così pure come l’ecosistema di Alexa, in forte espansione soprattutto negli ultimi mesi. Proprio all’inizio di questo mese, è stata lanciata una nuova serie di dispositivi Echo. E non solo. La piattaforma ha anche lavorato per migliorare l’AI di Alexa. Per non parlare del successo dei dispositivi Fire TV, che vantano oltre 100 milioni di acquisti in tutto il mondo. E Amazon non sembra volersi fermare. Per il prossimo trimestre, il colosso ha ipotizzato un guadagno tra i 112 e i 121 miliardi di dollari, ben il 28/38 % in più rispetto a quello passato.


Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link