fbpx
Amazon Prime DayTech

Il Prime Day 2021 è stato il migliore della storia per le piccole e medie imprese

Il Prime Day 2021 di Amazon, il 21 e il 22 Giugno, ha segnato un vero e proprio record di vendite per le Piccole e Medie Imprese di tutto il mondo. Un risultato importante che supporta le realtà commerciali più piccole che hanno sofferto non poco i danni della pandemia e delle restrizioni.

Nelle due settimane precedenti i due giorni del Prime Day, grazie alla promozione “Spendi 10 euro, ottieni 10 euro”, i clienti hanno fatto acquisti presso le PMI per oltre 1,9 miliardi di dollari. Si tratta di un aumento drastico, di oltre il 100% rispetto ai dati del 2020.

I numeri dell’Amazon Prime Day

I clienti Prime hanno comprato più di 250 milioni di prodotti in tutto il globo, e risparmiato di più che in qualsiasi altra edizione del Prime Day. In particolare i dispositivi elettronici hanno registrato un fatturato da capogiro per la piattaforma, come prevedibile vista la gran domanda per questo genere di beni.

Anche il ritorno a scuola si è imposto come un importante trend di mercato. Nel mondo sono stati venduti più di 600 mila zaini, 1 milione di computer, 1 milione di cuffie, 220 mila prodotti Crayola, 240 mila notebook e 40 mila calcolatrici.

le offerte Apple dell'Amazon Prime Day 2021

Anche le iscrizioni al servizio di streaming musicale Amazon Music Unlimited hanno registrato il più grande incremento della storia degli Amazon Prime, grazie alle apposite offerte.

Le parole di Dave Clark

Dave Clark, CEO Worldwide Consumer, ha dichiarato entusiasta:

Vorrei ringraziare tutti i team Amazon che hanno reso possibile questo Prime Day per i clienti di tutto il mondo e i clienti Prime che hanno scelto di supportare in modo significativo le piccole e medie imprese. I clienti Prime sono parte integrante della famiglia Amazon e siamo lieti di poterli celebrare durante Prime Day con offerte e opportunità di intrattenimento davvero straordinarie, incluso il Prime Day Show di quest’anno.”

Source
Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button