fbpx
NewsTech

Le applicazioni Google per iOS si aggiornano dopo mesi di stop

Arrivano i primi aggiornamenti per le app Google, ferme a causa di una nuova regola sulla privacy dell'App Store

Google durante lo scorso weekend ha iniziato ad aggiornare molte delle sue applicazioni per iOS, dopo un lungo ritardo causato dall’incapacità dell’azienda di adattarsi alle nuove regole poste da Apple all’interno dell’App Store. Le applicazioni non venivano aggiornate da dicembre.

Applicazioni Google per iOS, arrivano i primi aggiornamenti dopo una lunga pausa

Dall’8 dicembre Apple ha inserito una nuova regola da seguire nell’App Store. Tutte le applicazioni devono infatti includere un elenco di tutte le informazioni raccolte dall’app stessa quando è in uso. Secondo la nuova regola, gli sviluppatori non possono rilasciare nuovi aggiornamenti se prima non viene compilato questo elenco riguardo la privacy. La mossa di Apple ha come obiettivo una maggior trasparenza per l’utente che si appresta a scaricare e utilizzare un’applicazione.

Moltissimi sviluppatori si sono adeguati a questa nuova regola, inserendo l’elenco richiesto all’interno dell’apposita sezione. Tranne Google, che ha aggiornato solo Traduttore, Authenticator e Classroom, lasciando indietro applicazioni di punta come Maps, l’assistente Google, Google Foto e il browser Chrome.

Le cose sono cambiate da questo weekend, quando Google ha finalmente iniziato ad aggiornare alcune applicazioni per iOS. Secondo l’App Store Fogli, Docs, Presentazioni, Calendario, Gmail e altre app hanno ricevuto degli aggiornamenti questo fine settimana. E nelle ultime due settimane sono usciti aggiornamenti anche per YouTube, YouTube Music, Google Podcast e altre.

applicazioni google per ios aggiornamento
L’etichetta riguardo la privacy presente sull’App Store.

Google si è “messa in regola” anche con altre applicazioni, inserendo l’elenco delle informazioni raccolte senza però rilasciare un aggiornamento. Nella suite delle applicazioni di Google per iOS, quelle che rispettano il nuovo criterio di Apple sono anche Google Fit, Meet, Wear OS, Google Ads, Google Home e tante altre.

Google non ha mai spiegato davvero perché ha impiegato mesi per rispettare la nuova regola dell’App Store. Inizialmente ha attribuito il ritardo alle vacanze natalizie, ma col tempo è diventato palese come l’azienda stesse usando un approccio molto cauto.

Offerta
Novità Apple iPhone 12 (128GB) - nero
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button