fbpx
arabia-saudita-ea-tech-princess

L’Arabia Saudita acquista alcune azioni di EA, Take-Two e Activision Blizzard
Scopriamo insieme tutti i dettagli


L’Arabia Saudita ha utilizzato il suo Fondo di Investimento Pubblico per investire oltre 3,3 miliardi di dollari in EA, Take-Two Interactive e Activision Blizzard. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

L’Arabia Saudita acquista EA, Take-Two e Activision Blizzard

electronic-arts-licenziaQuesta mossa, intrapresa dal principe ereditario saudita Mohammed bin Salman (noto come MBS), equivale a milioni di azioni in ogni azienda.

La Fondazione MiSK del principe ereditario, una fondazione senza scopo di lucro destinata a “promuovere, potenziare e creare un ambiente sano per i giovani talenti creativi” in Arabia Saudita, ha anche ottenuto una parte nella società di gioco giapponese SNK alla fine dello scorso anno. L’obiettivo finale di questa partecipazione era quello di prendere il controllo della maggior parte dello studio.

Queste azioni ci mostrano quanto la situazione si stia letteralmente ribaltando. Ricordiamo che pochi anni fa l’Arabia Saudita aveva dichiarato che i videogiochi erano contro la dottrina islamica e che erano pericolosi per i bambini.

Ricordiamo anche che la scorsa estate Riot Games è stata costretta a ritirarsi da una partnership con l’Arabia Saudita. Adesso invece sembra che il Paese si stia interessando ai videogiochi e abbia intenzione di scommettere su di loro, sfruttando il loro successo.

Secondo quanto rivelato, il Principe ha proprio dichiarato che desidera che il Paese cambi la sua idea riguardo i videogiochi. Desidera che non vengano più visti come qualcosa di sbagliato e spera che il resto del mondo smetta anche di vedere l’Arabia Saudita solo come il Paese del petrolio.

Vedremo come si sviluppa la situazione, per ora vi invitiamo a rimanere sintonizzati sui siti ufficiali delle aziende per ulteriori informazioni e sviluppi.

Altre novità dal panorama videoludico


Veronica Ronnie Lorenzini
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.