MotoriNewsTech

BMW Vision iNEXT, un assistente personale smart e molto altro | CES 2019

Tutte le novità presentate da BMW al CES 2019

Ormai il futuro delle automobili, oltre che per l’elettrificazione, passa anche per la digitalizzazione. Ecco perché a CES 2019, fiera dedicata all’elettronica di consumo, era presente un colosso dell’automotive come BMW. La casa automobilistica ha presentato le novità in arrivo per i suoi clienti, tra cui il modello BMW Vision iNEXT e l’Intelligent Personal Assistant. Nelle aree esterne del centro espositivo è stato inoltre  possibile provare la guida autonoma di BMW R 1200 GS e l’esperienza fuoristrada di BMW X7.

Tutti gli annunci di BMW

BMW Vision iNEXT e Intelligent Personal Assistant

BMW ha presentato Vision iNEXT, modello che entrerà in produzione nel 2021. Ma già in occasione del CES è stato provare l’esperienza di guidarlo, grazie ad una simulazione in realtà mista. In questo modo i visitatori hanno potuto avere un assaggio del futuro della guida BMW, con una perfetta integrazione smart grazia anche all’Intelligent Personal Assistant.

BMW Vision iNEXT
Foto di Fjona Cakalli
BMW Vision iNEXT
Photo di Fjona Cakalli
BMW Vision iNEXT
Foto di Fjona Cakalli
BMW Vision iNEXT
Photo di Fjona Cakalli
BMW Vision iNEXT
Foto di Fjona Cakalli
BMW Vision iNEXT
Photo di Fjona Cakalli

    La BMW Vision iNEXT è il simbolo dell’alba di una nuova era del piacere di guida. Altamente automatizzata, a zero emissioni e totalmente connessa, questo veicolo rappresenta i pilastri dell’innovazione strategica del BMW Group. Il conducente può scegliere se tenere il controllo del veicolo, in modalità “Boost“, o se lasciarsi guidare nella modalità “Ease“, con la possibilità di dedicarsi a varie attività con il resto dei passeggeri.

    BMW Vision iNEXT
    BMW Vision iNEXT
    BMW Vision iNEXT
    BMW Vision iNEXT

       

      Oltre al volante e gli schermi nell’area di guida, non ci sono altri comandi o pulsanti. La tecnologia è invisibile fino a che non si decide di utilizzarla: in futuro sarà possibile usare le superfici in legno e in tessuto come inpute già ora le proiezioni dinamiche sono in grado di trasformare qualsiasi superficie in un display interattivo.

      L’Intelligent Personal Assistant si attiva quando il conducente pronuncia il comando “Hey BMW” o qualsiasi altra parola chiave che viene scelta. Questo assistente personale intelligente assicura che il mezzo si integri perfettamente nell’universo digitale del guidatore, e sia perfettamente interconnesso con BMW Connected, i dispositivi intelligenti e con la rete domotica della smart home, permettendo al guidatore di fare acquisti o chiudere le tapparelle di casa utilizzando i comandi vocali del veicolo.

      BMW R 1200 GS e BMW X7 

      BMW R 1200 GS
      BMW R 1200 GS
      BMW R 1200 GS
      BMW R 1200 GS

        Per i vari visitatori del CES, BMW ha offerto due esperienza di guida diverse, ma entrambe molto entusiasmanti. La prima è con BMW R 1200 GS, una moto a guida autonoma in grado di accendersi, eseguire manovre in curva, rallentare e fermarsi. La moto, grazie al riconoscimento delle traiettorie ideali e delle curve, al corretto punto di frenata e all’accelerazione ottimizzata, consente al pilota di migliorare costantemente le proprie capacità.

        BMW X7
        BMW X7
        BMW X7
        BMW X7

          Dopo solo poche settimane dalla premiere mondiale della BMW X7 a Los Angeles, i visitatori del CES 2019 hanno avuto la possibilità di provare per la prima volta il più giovane esemplare della famiglia BMW X. I visitatori hanno potuto testare questo modello su un percorso fuoristrada, tanto impegnativo quanto emozionante.

          BMW Digital Charging e BMW i ChargeForward

          Con l’adozione di serie della tecnologia di connessione BMW ConnectedDrive e la BMW Connected App, i modelli BMW, MINI e BMW i elettrici e ibridi plug-in sono perfetti per godere dei servizi digitali che gestiscono in modo intelligente la ricarica delle batterie. Il BMW Digital Charging Service offre ai clienti di caricare il proprio veicolo nelle ore più favorevoli, a seconda del proprio piano tariffario e degli orari di partenza previsti.

          Inoltre, BMW ChargeForward fa un ulteriore passo in avanti. In un progetto pilota per ora riservato a 300 guidatori nell’area di San Francisco, BMW riceve una stima della produzione di energia rinnovabile da parte dell’utenza locale, e utilizza queste informazioni per allineare la ricarica con i momenti in cui l’energia rinnovabile è maggiormente disponibile sulla rete. I partecipanti ricevono un incentivo per farlo, riflettendo il fatto che caricarsi nei periodi di alta generazione rinnovabile sarà la soluzione a lungo termine economicamente più efficiente per la rete.Così facendo, i guidatori possono muoversi in modo economico e a zero emissioni.

          Tags

          Giovanni Natalini

          Fin da piccolo amante di scienza, tecnologia e fumetto, studente magistrale di Ingegneria Elettronica e fruitore nel (poco) tempo libero di serie tv, Youtube e videogiochi.
          Next Article
          Close

          Adblock Rilevato

          Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker