NewsTech

STEM: il drone italiano con autonomia illimitata | CES 2019

Il progetto italiano pensato per attività di monitoraggio e controllo sistematico

e-Novia e il Politecnico di Milano hanno presentato, in occasione del CES 2019, Stem (System of Thethered Multicopters). Si tratta di una flotta di droni che supera i problemi di autonomia grazie ad un connessione tra di loro e con la stazione di base.

Il progetto Stem

Questa soluzione rappresenta l’evoluzione industriale dei droni usati per le riprese in cantiere o durante gli eventi. Avere più di un drone collegato consente un movimento non solo verticale sopra la stazione base ma anche orizzontale lontano da questa”, commenta il responsabile del progetto Glauco Bigini, di e-Novia. “Stem mira a rivoluzionare il mondo delle ispezioni e della sicurezza, particolarmente critico, abilitando attività di monitoraggio e controllo sistematiche che con i droni tradizionali, alimentati a batteria non sarebbero possibili”.

Aggiunge Ivo Boniolo, CEO di e-Novia:Oltre al monitoraggio in situ, la soluzione si può applicare anche al mondo dell’entertainment abilitando riprese di eventi dall’alto in assoluta sicurezza”. Quello presentato a Las Vegas è il primo prototipo del sistema di interconnessione tra droni, composto da una serie di verricelli intelligenti e controllati da algoritmi di intelligenza artificiale, che si integra con il sistema di controllo di volo del drone e permette di creare la formazione di volo.

stem e-novia stand

e-Novia ha presentato altre tecnologie e iniziative in occasione della fiera, tre delle quali già affermate a livello internazionale e attive nell’area della Smart Mobility. La prima, chiamata Yape, è un sistema di consegne a guida autonoma. A seguire troviamo blubrake, pluripremiata scale-up che ha sviluppato un sistema di controllo elettronico che aumenta la sicurezza del ciclista durante la frenata. Infine abbiamo e-Shock, azienda leader nell’applicazione dell’intelligenza artificiale alla dinamica dei veicoli. Le nuove iniziative imprenditoriali presentate invece al CES in anteprima sono invece WeArt, un anello per la condivisione delle sensazioni tattili (temperatura, texture, pressione) e BluAgro, un sistema di monitoraggio dello stress delle piante che supporta l’agricoltore nella massimizzazione della produzione e nell’uso efficiente delle risorse.

Maggior informazioni sulle iniziative e le attività di e-Novia disponibili sul sito ufficiale.

Tags

Giovanni Natalini

Fin da piccolo amante di scienza, tecnologia e fumetto, studente magistrale di Ingegneria Elettronica e fruitore nel (poco) tempo libero di serie tv, Youtube e videogiochi.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker