fbpx
NewsTech

Scoperto un bug hardware che colpisce le CPU M1 di Apple

L'ha scoperto lo sviluppatore Hector Martin

Il chip M1 di Apple presente sui nuovi iPad Pro, MacBook Air e Pro, Mac mini e iMac ha un bug hardware non risolvibile. Secondo lo sviluppatore Hector Martin, si tratta di un difetto nel design del chip di Apple, rinominata M1racles dallo stesso Martin, che consente a due applicazioni in esecuzione su un sistema operativo di scambiare dati tra di loro.

M1racles è il bug hardware che colpisce le CPU M1 di Apple

La vulnerabilità in questione, dato che è a livello hardware, non è risolvibile se non con una revisione del chip da parte di Apple. Questo “difetto” fondamentalmente consente a due applicazioni di scambiare segretamente dati, senza utilizzare le normali funzionalità del sistema operativo, come memoria o file.

Per fortuna, la vulnerabilità non pone seri rischi per la sicurezza e, nel peggiore dei casi, potrebbe essere utilizzata dagli inserzionisti per il monitoraggio tra le app. Martin afferma nella sezione delle domande frequenti che non può essere utilizzato dagli hacker per prendere il controllo del dispositivo o rubare le informazioni private. Quindi sostanzialmente non è necessario preoccuparsi.

Tuttavia si tratta sempre di un difetto che mette a repentaglio la sicurezza del sistema operativo. In teoria colpisce tutti i dispositivi M1, anche se Martin ha effettuato dei test solo su macOS, e presumibilmente sono interessati anche gli iPhone 12, poiché l’A14 Bionic si basa sulla stessa microarchitettura. L’unica soluzione, al momento, sarebbe eseguire l’intero sistema operativo come macchina virtuale (VM), ma ciò sarebbe un eccessivo e inutile spreco di risorse.

Apple è stata informata del problema e l’ha riconosciuto, ma poiché si tratta di un difetto hardware, molto probabilmente anche il prossimo chip M1X sarà dotato di questa vulnerabilità. Apple, infatti, sta già producendo la nuova generazione del suo chip che alimenterà i nuovi MacBook Pro. Sicuramente risolverà la vulnerabilità nella generazione successiva, che potrebbe chiamarsi M2.

Offerta
2020 Apple Mac mini con Chip Apple M1 (8GB RAM, 256GB SSD)
  • Chip M1 progettato da Apple, per un nuovo livello di performance della CPU, della GPU e del machine learning
  • CPU 8‐core con prestazioni fino a 3 volte più veloci, per sfrecciare come mai prima d’ora nei tuoi flussi di lavoro
  • GPU 8‐core, per una grafica fino a 6 volte più scattante nelle app e nei giochi più complessi
Source
PhoneArena

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button