fbpx
NewsTech

Sicurezza informatica: per il Clusit c’è bisogno di Ricerca & Innovazione

Ecco il punto di vista del Clusit

Il più recente Rapporto Clusit conferma una crescita dell’85% degli attacchi alle infrastrutture critiche, un elemento fondamentale per valutare la sicurezza informatica. Nel corso del primo semestre del 2020, infatti, sono stati evidenziati 850 attacchi gravi ed una crescita de 63% degli attacchi al settore della ricerca. Il Clusit, in base ai risultati dell’indagine, va a delineare quelle che sono le priorità di azione in Italia per quanto riguarda la sicurezza informatica.

Per il Clusit c’è bisogno di Ricerca e Innovazione per la sicurezza informatica

I dati del Rapporto Clusit 2020 parlano chiaro. Gli attacchi perpetrati verso le Infrastrutture Critiche sono aumentati del +85% nel corso dei primi 6 mesi dell’anno. La crescita degli attacchi verso i Gov Contractors è del +73% mentre per il settore della Ricerca e delle Istituzioni scolastiche si registra un +63%.

Secondo il team di esperti del Clusit, per il prossimo futuro in Italia sarà necessario puntare su investimenti importanti nella sicurezza informatica. In particolare, c’è bisogno di investimenti in Ricerca e Innovazione. Tali investimenti, inoltre, dovrebbero prevedere forme condivise di sapere e collaborazione tra pubblico e privato.

Il settore italiano ha bisogno di un programma formativo nazionale  in grado di sviluppare, nel lungo termine, le competenze necessarie per la sicurezza informatica. In questo modo sarà possibile ottenere le risorse per affrontare le minacce in arrivo.

Il commento di Clusit

In merito alla situazione attuale del settore della sicurezza informatica, Gabriele Faggioli, presidente Clusit, dichiara: “Di fronte a questo scenario, che sottende un’accelerazione del cyber crimine con logiche industriali, crediamo che sia fondamentale sviluppare la Ricerca e l’Innovazione, anche attraverso il finanziamento a startup e iniziative imprenditoriali italiane nel settore della cybersecurity” 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button