fbpx
Recensioni

La nostra recensione del massaggiatore Compex Fixx Mini

Abbiamo testato per voi il più piccolo e maneggevole dei massaggiatori di casa Compex

Con l’estate aumenta anche nei più pigri e stanziali la voglia di fare sport (o almeno un po’ di movimento).

In un altro articolo vi abbiamo dato qualche consiglio su come allenarvi nei giorni più caldi dell’anno, per trarre il massimo del beneficio ed evitare qualunque rischio.

In questi ultimi anni si pone sempre più attenzione a quella condizione di benessere psicofisico che si può sintetizzare al massimo con la parola wellness. E che comprende ogni azione volta appunto al miglioramento di una buona condizione di forma.

Sport, anzitutto: certo. Ma anche alimentazione, riposo, monitoraggio di una serie di parametri (pressione arteriosa, stato di stress, idratazione, percentuale di massa grassa…) e cura di sé attraverso pratiche di rilassamento e tonificazione.

Come ad esempio il massaggio. Indispensabile per lo sportivo, sia per riscaldare la muscolatura prima di un allenamento che per favorire il recupero al termine di una sessione, può essere altrettanto confortevole per “risvegliare” i muscoli delle persone poco inclini all’attività fisica.

Se poi ci si può massaggiare da sé, magari con uno strumento assai comodo da portare ovunque nella borsa o nello zaino, ancor meglio, specie durante le ferie estive.

Caratteristiche che ritroviamo tutte nel massaggiatore Compex Fixx Mini, testato per voi.

Compex Fixx Mini

Compex Fixx Mini: caratteristiche tecniche

Il Compex Fixx Mini è un massaggiatore a percussione portatile, dotato di una maniglia di estensione a incastro, indispensabile per massaggiare le zone più difficili da raggiungere, come la schiena.

Ha tre velocità, che garantiscono rispettivamente 1500, 2000 e 2500 percussioni al minuto.

L’utilizzo, semplicissimo, avviene per mezzo di un unico tasto. Una spia luminosa, verde o rossa, indica lo stato della carica.

Compex Fixx Mini si ricarica tramite cavo usb, in dotazione: una ricarica completa dura circa 60/90 minuti e assicura un’autonomia di utilizzo di 90/120 minuti.

Nella confezione sono contenuti anche alcuni caricabatteria per diverse tipologie di presa elettrica, e una pratica borsina per portare il massaggiatore con sé. Con i suoi 565 grammi, è il più piccolo e leggero tra i massaggiatori Compex.

Compex Fixx Mini

I benefici di Compex Fixx Mini

Come tutti i massaggiatori a compressione, il Compex Fixx Mini può essere usato essenzialmente per due scopi.

Il primo è quello di riscaldare la muscolatura prima di un allenamento. Per andare un po’ più nello specifico, un rapido passaggio di massaggiatore può sostituire efficacemente gli esercizi di vascolarizzazione. Ossia quei movimenti che, prima di un’attività fisica magari intensa o prolungata, consentono di far affluire più ossigeno ai muscoli.

L’altro utilizzo del più piccolo massaggiatore di casa Compex è al termine di un allenamento. Quando i muscoli sono affaticati, un automassaggio con uno strumento a compressione aiuta a sciogliere le tensioni della muscolatura contratta e dolente.

massaggiatore Compex Fixx Mini

Il test

Runner impenitente, l’estensore di questo articolo ha utilizzato Compex Fixx Mini prima di alcuni allenamenti, e soprattutto al termine di un’uscita piuttosto impegnativa: 20 chilometri sotto il temibile sole della Sardegna (benché fosse mattina presto).

I benefici si sono indubbiamente avvertiti. E la combinazione delle tre diverse velocità con la pressione più o meno forte che si può esercitare, fa decidere su quali parti del corpo agire con più o meno energia, a seconda ad esempio della presenza di eventuali contratture.

Chiunque pratichi sport con un certo impegno deve fare i conti col recupero muscolare (che è più lento quanto meno si è giovani, ahinoi). Si fa stretching, ci si sottopone a docce fredde, si usano oli e unguenti. Ma un massaggio percussivo è sicuramente un metodo piacevole, pratico e semplicissimo. E che non deve essere utilizzato solo nelle immediate vicinanze dell’attività fisica.

Nel caso di Compex Fixx Mini, poi, c’è il grande vantaggio della maneggevolezza. Può essere messo in valigia e accompagnare le vacanze degli sportivi (e magari di quelli che sportivi ambiscono a diventare).

COMPEX FIXX MINI NERO - Mini massaggiatore portatile
  • Mini-massaggiatore a percussione ultraleggero e impugnatura di estensione
  • IDEALE PER: Aiuta ad alleviare le zone muscolari mirate dolorose o teste a causa dell'esercizio o delle attività...
  • 3 velocità: 1500, 2000, 2500 percussioni al minuto

La parola al fisioterapista

Abbiamo infine scambiato quattro chiacchiere telefoniche con Leonardo De Florio, fisioterapista in forza a Compex.

Leonardo ci ha tolto qualche curiosità e sfatato qualche tabù.

Ci ha per esempio spiegato che il focus di Compex è l’elettrostimolazione, che agisce sulle fibre nervose, che a loro volta stimolano il muscolo. Tuttavia, il fatto che i massaggiatori a percussione come Compex Fixx Mini lavorino direttamente sulla muscolatura non comporta alcun rischio. L’unica avvertenza è quella di non sostare su un unico punto per più di un paio di minuti consecutivi.

Sull’utilizzo dello strumento, dalle velocità da scegliere alla pressione da esercitare, non c’è alcun consiglio che non sia quello di lasciarsi guidare dal buon senso. Dunque: nessuna pressione eccessiva, e particolare cautela nei pressi delle ossa.

Infine, è bene che i movimenti siano soprattutto ascendenti, per un miglior ritorno venoso (ovvero il flusso che riporta il sangue al cuore).

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button