NewsTech

Cybersecurity: ecco i trend di maggior impatto per il 2019

ESET ha da poco pubblicato il report sulle tendenze in ambito di sicurezza informatica di maggior impatto nel 2019

cybersecurity

Il principale produttore di software per la sicurezza digitale ESET ha recentemente pubblicato il suo ultimo report, incentrato su quelle che saranno le tendenze in ambito di cybersecurity con il maggior impatto su utenti e aziende nel corso del 2019.

Il mining di criptovalute

Inizialmente il rischio più noto per la cybersecurity era il ransomware. Stando al report ESET, invece, il prossimo anno verrà segnato dal trionfo del cryptomining, ovvero il mining di criptovaluta.

Quest’ultimo è un processo attraverso il quale un dispositivo viene illegalmente sfruttato dai criminali, senza nemmeno mostrare qualche segno di rallentamento.

I criminali che sfrutteranno questi mezzi tenteranno perfino, per ottenere un guadagno ancora maggiore, di eliminare i possibili CoinMiner concorrenti presenti su eventuali dispositivi infetti!

Cybersecurity e automazione

Il 2019, stando a quanto riportato dal report sulla cybersecurity, vedrà un aumento dell’automazione e dell’apprendimento automatico da parte dei cybercriminali, che cercheranno di sfruttarli per raccogliere abbastanza dati da avviare campagne di social engineering più personalizzate e sofisticate.

Ad essere più a rischio sono le piattaforme maggiormente sfruttate dagli utenti per gli acquisti: queste ultime potranno infatti fornire ai criminali un modo molto veloce per seguire le abitudini di navigazione delle vittime o raccogliere informazioni dai broker di dati a scopo di profilazione.

La privacy dei dati

Il 2018 è stato caratterizzato da diversi attacchi informatici di alto profilo, ideati per ottenere dati e violare la privacy non solo di molti utenti, ma anche delle aziende.

Secondo il rapporto sulla cybersecurity pubblicato da ESET, sarà la capacità delle aziende di correttamente la privacy dei dati a determinare quali aziende potranno superare indenni il 2019!

L’introduzione della GDPR ha inoltre spinto ESET a sperare per l’arrivo di una legge globale sulla privacy, ideata per garantire una maggiore protezione dei dati degli utenti.

I dispositivi domestici intelligenti

Il costante aumento del numero di dispositivi connessi ad Internet, secondo il report sulla cybersecurity, potrebbe spingere i criminali a colpire con maggiori frequenza proprio questi ultimi.

Nel corso del 2018 i malintenzionati hanno già lanciato alcuni attacchi di questo tipo, nel tentativo di sfruttare dispositivi e assistenti digitali per creare delle vere e proprie reti dedicate al cryptomining, ma il continuo aumento di questi mezzi porterà ad un incremento del rischio.

Il bilancio del 2018

Il 2018 ha visto gli attacchi ransomware cedere il primato delle minacce al mining delle criptovalute, con attacchi alle piattaforme di trading e agli utenti finali.

Nonostante questo cambio di posizione e una diminuzione nel numero di attacchi ransomware lanciati, questi ultimi si sono però rivelati più professionali!

Rispetto al 2017, quest’anno è stato segnato da un miglioramento: il report sulla cybersecurity ha infatti rivelato un calo nel numero dei data leaks.

Questo trend positivo potrebbe essere interrotto proprio dal 2019 che, secondo ESET, rischierebbe di essere nuovamente segnato da una crescita nel numero di casi di perdita / violazione dei dati segnalati.

Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker